Martedì 22 Gennaio 2019
   
Text Size

Operai Tradeco: il Comune pagherà gli stipendi arretrati

tradeco copy

Sarà il Comune di Cassano delle Murge a pagare agli operai della Tradeco gli stipendi arretrati di settembre e ottobre.

Lo ha deciso il Sindaco Maria Pia Di Medio al termine dell'incontro fra Amministrazione comunale e la curatela fallimentare della società altamurana che - si legge in un comunicato diffuso dalla stessa Di Medio - "in assenza della disponibilità a pagare di quest’ultima, ha deciso di provvedere direttamente alla retribuzione della mensilità arretrata. Analogamente si procederà per la mensilità di ottobre 2018 per caso perdurasse l’inerzia della Curatela. A conclusione dell’incontro tenutosi presso la sede comunale, che ha visto la partecipazione delle parti in causa, fatta eccezione della Curatela impossibilitata a partecipare a causa di impegni precedentemente assunti".

"L’impegno assunto dall’amministrazione comunale a pagare le retribuzioni degli operatori TRADECO - si legge ancora nella nota - ha pienamente soddisfatto le parti a conferma che l’amministrazione in tutta la vicenda non ha mai fatto mancare la propria solidarietà ai lavoratori e ad adoperarsi con ogni mezzo per la risoluzione della problematica". 

Da alcuni giorni gli operai dell'azienda che si occupa della raccolta dei rifiuti sono i  stato di agitazione anche se, pur in mancanza di retribuzione, non hanno mai fatto mancare la loro operatività, lavorando praticamente gratis da due mesi.

Atteggiamento responsabile che la Di Medio e l'Assessore all'ambiente Carmelo Briano hanno sottolineato nel corso dell'incontro.

Da lunedì, quindi, saranno attivate le procedure per il pagamento delle somme arretrate. 

 

 

 

Commenti  

 
#6 Pingchinagirl 2018-11-12 20:03
Evidentemente non hanno pagato visto che la plastica è rimasta nei bidoni oggi. Ai proclami dell’amministrazione oramai abbiamo capito che non bisogna più credere. Siamo in piena crisi e questi fanno finta di nulla
 
 
#5 Buonasera 2018-11-10 23:11
Briano, hai ricominciato a prendere le gocce per la memoria e ti sei ricordato di essere assessore? E poi fanno le barzellette.... E li votano pure..... Mahh
 
 
#4 occhio x dente 2018-11-10 14:31
E il curatore che non poteva partecipare non aveva un sostituto da poter delegare con eventuali disposizioni?Si rimanda sempre.
 
 
#3 Spinelli Vito Grazio 2018-11-10 12:20
Un'atto dovuto da parte di chi amministra il paese e quindi deve agire per l'interesse dei suoi cittadini, quindi sia coloro che pagano per un servizio e sia per coloro che svolgono tale servizio che a loro volta sono cittadini e quindi contribuenti. Va comunque fatto notare che tutta la vicenda legata al servizio rifiuti è stato mal gestito o preso un po' con leggerezza, su questo argomento va coinvolta la cittadinanza affinché si diano spiegazioni sul perché si è giunti a questo punto e quali sono gli scenari attuali oltre che, ma ritengo più importante, coinvolgere la stessa a partecipare fornendo alternative, soluzioni che possano garantire un servizio ottimale e quindi restituire decoro ad un paese che è specchio di incuria, inciviltà e sporcizia.
I cittadini non sono solo limoni da spremere.
Mi preme però dire che la situazione non si è creata dall'oggi al domani, ma è frutto di disinteresse di questi anni, questo lo faccio non per difesa di qualcuno ma per correttezza ed onestà verso i cittadini che vengono strumentalizzati.
 
 
#2 Maaa 2018-11-10 02:11
C'è qualcosa che mi puzza!!!!
 
 
#1 Luca 55 2018-11-09 23:55
Ma chi é questo curatore che non poteva partecipare ?
Opposizione ora che dici ?
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI