Venerdì 20 Luglio 2018
   
Text Size

Non-discriminazione, la Regione finanzia un progetto cassanese

gioco-del-rispetto

Educare alla “non discriminazione” ed alla multiculturalità attraverso le fiabe, strumento che i bambini utilizzano per dare sfogo alla propria fantasia e per costruire la conoscenza del mondo futuro.

E’ l’obiettivo di “Favole ribelli”, progetto ideato dall’associazione cassanese “No More Difesa Donna” che in rete con le associazioni “Officine del Sud” e “Insieme” e con il partenariato del Comune di Cassano, del Garante per i Diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza e dell’Ambito Sociale di Zona, risultato fra i vincitori dell’Avviso Pubblico che la Regione Puglia ha emanato lo scorso maggio per sostenere progetti relativi all’educazione alla pace ed al rispetto delle differenze fra i popoli del Mediterraneo.

“Favole ribelli” si avvarrà della collaborazione dell’Associazione “Insieme” che a Cassano gestisce la scuola paritaria dell’infanzia; i bambini dai 3 ai 5 anni costruiranno, insieme alla insegnanti e guidate dalle esperte dell’associazione “No More-Difesa Donna”, sei libri sensoriali, dopo averne inventato la trama, sul tema della non discriminazione e della valorizzazione delle differenze culturali e di genere.

No agli stereotipi, insomma: sì alla conoscenza delle differenze ed alla loro piena interazione.

“Abbiamo voluto e realizzato con entusiasmo questa rete fra soggetti privati del volontariato sociale e  partner pubblici – ha dichiarato la Presidente di “No More Difesa Donna”, Raffaella Casamassimaun piccolo esempio di come le sinergie funzionano egregiamente anche nel nostro paese se perseguite con chiarezza di scopi  e trasparenza, al fine di realizzare progetti concreti che vedono protagonisti i bambini cassanesi”.

Il progetto, che ha ottenuto un finanziamento regionale di oltre 5mila euro, comincerà con il nuovo anno scolastico.

 

 

Commenti  

 
#5 Uno a caso 2018-07-12 16:32
Certo caro Panebianco,quando la volpe non riesce ad arrivare all' uva,dice che è acerba.
 
 
#4 kpaneb 2018-07-09 12:53
Anche sull'altro sito di Cassano c'è analogo articolo su questo progetto ma si va più nel dettaglio mostrando una bandiera arcobaleno simile a quelle utilizzate dalle associazioni gay per le loro rivendicazioni e le loro sfilate. Inoltre la regione Puglia è presieduta da un un signore che auspica ( o auspicava visto che le batoste elettorali si fanno sentire) una legge sulla omofobia. A questo punto ho dei dubbi sulla bontà dell'iniziativa e sarebbe bene chiarire le finalità del progetto in quanto le motivazioni descritte non dicono nulla sulle reali intenzioni di chi promuove il progetto e di chi lo mette in pratica.
Carlo Panebianco
 
 
#3 Franco58 2018-07-05 06:04
Ho sempre pensato che questa ragazza fosse ingamba. Ne ho la conferma. Mentre al comune perdono i finanziamenti c’è chi fuori dal comune li vince. Complimenti all’avvocato ed alla associazione che già fa tanto per il nostro piccolo paese dimenticato da Dio. Auguri!
 
 
#2 Raffa 2018-07-04 20:15
E la tessera alla Proloco non la rinnovo più
 
 
#1 Uno a caso 2018-07-04 20:01
Brava avvocato,
Cose serie.
COMPLIMENTI.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI