Mercoledì 26 Settembre 2018
   
Text Size

Scuola Media: genitori infuriati contro l’Amministrazione

scuola media picnik

Si è conclusa con un nulla di fatto, ieri sera, la riunione fra Amministrazione Comunale e genitori degli alunni della Scuola Media “V. Ruffo”, riunione voluta dal Consiglio di Istituto per conoscere i tempi di realizzazione della riqualificazione del plesso di via Mameli.

Dallo scorso aprile, infatti, il progetto realizzato dalla società cassanese “Sad Progetti”  è pronto per essere appaltato ma non si sa bene perché, giace ancora nei cassetti del Comune nonostante i solleciti della Dirigenza della scuola che fa parte dell’Istituto Comprensivo “Perotti-Ruffo”.

Un ritardo che, hanno fatto osservare i genitori, rischia di complicare l’anno scolastico 2018/2019 che non hanno voluto neppure sentito parlare di "turni pomeridiani" in altre scuole.

Occorrono, infatti, circa tre mesi, così come spiegato dai tecnici, per completare almeno i lavori interni alla scuola il che significa che il cantiere avrebbe dovuto essere avviato a giugno, a fine anno scolastico, in modo da poter essere completati a settembre, magari facendo slittare di qualche settimana l’inizio della scuola, giornate poi da recuperare. Invece i tempi si allungheranno dato che la gara d’appalto deve ancora partire e fra bando, burocrazia ed eventuali ricorsi, passerà l’estate.

Ma  - si sono chiesti i genitori, scontrandosi duramente con l’Amministrazione Di Medio schierata al gran completo (assente solo il vice-sindaco Angelo Giustino) – se i lavori dovessero cominciare a settembre, dove farebbero lezione i ragazzi?

“Ditecelo voi, accettiamo proposte”, ha detto la Sindaca Maria Pia Di Medio, facendo riscaldare non poco gli animi, già esasperati, dei presenti. Una Amministrazione che non sa dare risposte e che attende soluzioni dai cittadini, insomma, non è un bell’esempio di #buonaamminisitrazione…

Fatto sta che c’è voluto l’intervento del Consigliere Davide Del Re per tranquillizzare gli animi e lanciare una ciambella di salvataggio alla Sindaca.  

Del Re ha spiegato agli ignari amministratori che la Regione ha previsto una proroga per i finanziamenti di edilizia scolastica, sfruttando la quale si potrebbe far slittare i tempi di realizzazione del progetto: i lavori, cioè, inizierebbero ad aprile/maggio 2019, facendo concludere l’anno scolastico anzitempo ai ragazzi e consentendone l’esecuzione entro il settembre 2019. Una corsa contro il tempo, certo, ma che lascerebbe tranquilli studenti, genitori e docenti e salverebbe il finanziamento di 900mila euro ottenuto nel 2015 dall’allora Amministrazione Lionetti.

Ora, certo, occorre che il Comune faccia la sua parte e che comunichi in tempi brevissimi alla Regione la richiesta di proroga.

Non sono mancati, nel corso della riunione, accesi scontri verbali fra componenti dell’Amministrazione Comunale e genitori nonché rappresentanti della Dirigenza della scuola e del Consiglio d’Istituto, con accuse di “strumentalizzazione”, di remare contro il governo cittadino nonché una promessa: “da noi la scuola cassanese non avrà mai più niente!”.

 

Commenti  

 
#15 Torquato T. 2018-06-11 15:23
Scherziamo!!!! Rinunciare ai mille Progetti e dover studiare a scuola durante il pomeriggio, con i doppi turni???? Allora ci toglieranno il titolo della Scuola Media all'avanguardia....per +++MODERATO+++ !!!La numero uno in Puglia!!!
 
 
#14 X 6 2018-06-09 14:12
Non vedo il DISAGGIO della scuola pomeridiana... Basterebbe SOLO rinunciare ad un sacco di attività che impegnano i ragazzi tutta la settimana!!
Stiamo parlando della scuola non della passeggiata in villa.
Il pomeriggio a scuola, la mattina si studia. Non succede nulla se per 3/4 mesi non si fa attività pomeridiana, non muore il ciuccio.
 
 
#13 renato 2018-06-08 13:52
Mediocrità allo stato puro.
Presunzione assoluta.
Dignità zero.
Ma chi vi ha votato??????????
 
 
#12 Carlo F. 2018-06-08 12:33
E i dipendenti comunali e gli uffici che fanno ?
Dormono sulle sedie dei bar?
Invitate loro la prossima volta per dare spiegazioni
 
 
#11 Gigi 2018-06-08 12:31
Signori della redazione l anno scorso ce lavevate con delre adesso con Giustino.
Cosa succede
 
 
#10 X NOI 2018-06-08 10:15
Ma come si fa a dare una risposta del genere “da noi la scuola cassanese non avrà mai più niente!”Ma stiamo scherzando?
Spero che ora cari cittadini cassanesi avete una volta per tutti capito chi avete votato al comando del paese "la buona amministrazione" "l'operoso silenzio" ma questi amministratori VIVONO a Cassano?
Non vedono il degrato strutturale e sociale che sta vivendo il paese,da quando ci sono loro?
Non posso credere che non si siano accorti di queste situazioni.
Bandi già vinti FERMI,scuole medie,rotonde,167,telecamere;il paese è in pieno abbandono.
Se veramente ci tenete al nostro paese DIMETTETEVI,fate veramente il bene di questo paese,andate da un notaio come avete già fatto firmate con le opposizioni è andate a casa.
 
 
#9 M.R 2018-06-08 10:15
Penso che tutto questo disagio sia colpa di tutti quei genitori che pur di essere al centro dell'attenzione si siano messi a fare i fatti propri...senza pensare alle conseguenze che ne sarebbero derivate.
Quindi meritate questo e altro!
P.S non vuole essere un rimprovero ma una constatazione di fatto.
Un piccolo esame di coscienza non guasterebbe!
Alè!
 
 
#8 francesco c. 2018-06-08 07:46
La cosa più simpatica, si fa per dire, è che scaricano le responsabilità sui tecnici comunali con molta semplicità, e lo fa proprio chi manda i propri figli a scuola a bari. Viva la buona amministrazione.
 
 
#7 peppes 2018-06-08 07:16
Incapaci ed arroganti vi state arroccando nella vostra fortezza a difendervi da un intero paese che ha constatato lo sbando totale.
Rico? Se ci sei stacca la spina!!!
 
 
#6 Nunzia 2018-06-08 07:02
È vero che la scuola dev'essere aggiustata, ma dal 2015 solo oggi si sono ricordati di doverla aggiustare? Io in primis non mando mio figlio il pomeriggio a scuola, xk sarebbe un disaggio vero e proprio per i bambini, poi per i lavori non è assolutamente vero che in 3 mesi come hanno detto finiscono; perché non sono scatole che devono aggiustare ma bensì una scuola da ristrutturare da capo a piede.
Quindi noi cittadini vogliamo più persone con le palle che ci dicono cose come stanno e non presi in giro, e mostrarci il risultato a fatto da compiuto, per poi sentirci dire trovate voi una soluzione,ma fatemi il piacere; che invece di fare stronzate li sul comune dovevano darsi una mossa.
Bravo del Re, che almeno lui a cercato di darci una mano.
 
 
#5 farinella 2018-06-08 06:22
"da noi la scuola cassanese non avrà mai più niente!"

Considerando cosa state facendo per il paese, ovvero niente, suona come una minaccia di distruzione.
 
 
#4 Pinolo 2018-06-07 20:35
Ciucccc ignorantttr e presuntuos.

Chiss dormn
E il vice assente troppo impegnato. ...
 
 
#3 Marcos 2018-06-07 20:32
Una parola
... fate pietà. ...

Riuniamoci e cacciatori via....
Vai a fare il medico
 
 
#2 Giuseppe Fortunato 2018-06-07 20:04
Bella promessa, complimenti...rivotateli mi raccomando!
 
 
#1 Aspettando 2018-06-07 19:54
È una vergogna una scuola da rifare dei soldi che sono stati finanziati nel 2015 e si aspetta ancora ,i nostri figli non hanno una palestra Bagni che non funzionano e aspettiamo che malauguratamente crolli qualche soffitto e qualcuno si faccia male.
Uno schifo
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI