Sabato 21 Aprile 2018
   
Text Size

Il Club per l'Unesco lancia un bando per i giovani

convento copy

Per chi ha fra i 18 ed i 35 anni, una buona idea su come valorizzare e mettere in rete i beni culturali del territorio, magari essendo capace di dimostrare la fattibilità dell’idea stessa, il Club per l’Unesco di Cassano delle Murge mette a disposizione oltre 3mila euro.

Il Bando di concorso è stato lanciato ieri sera nel corso di un incontro presso la sala consiliare cassanese organizzata dall’Associazione presieduta da Mariolina Simone al quale hanno preso parte personalità ed esperti del mondo dei beni culturali visti nell’ottica dell’innovazione.

Gaetano Grasso di  InnovaPuglia SpA ha discusso il caso della "Piranesi Experience”, significativa esperienze pilota nata dal’Apulian Living Labs, un collettivo di videomakers italiani che indaga con uno sguardo cinematografico artearchitettura e design ritraendo le tensioni estetiche che attraversano paesi, città e comunità, nei loro aspetti più inediti e intriganti mentre Francesco Carrino, per la cooperativa Museion, che sta curando l’allestimento del museo del territorio di Cassano delle Murge  ed Enzo Berloco di A.L.T.A.I.R.  hanno parlato della loro esperienza concreta nella creazione di imprese nell’ambito culturale, della loro fruizione anche in una ottica di forte innovazione.

Nicola Barbuti, dell’Università di Bari, ha presentato le “Digital Humanities” ovvero il caso "DABIMUS” una società dell’Università barese, attiva nei settori delle ICT applicate ai beni culturali, e in particolare progettazione, gestione e sviluppo di sistemi digitali, sistemi avanzati di riconoscimento digitale, valorizzazione e promozione turistica. “Non è affatto facile – ha spiegato Barbuti – trovare figure competenti e preparate nell’informatica e nella digitalizzazione e altrettanto formate nella conoscenza dei beni culturali ed umanistici”: eppure questo è uno dei temi del futuro, un settore che avrà sempre più spazio nelle praterie del lavoro che a volte appaiono aride perché non esplorate a sufficienza.

La Presidente Simone, dopo l’intervento della Sindaca Maria Pia Di Medio che si è augurata l’apertura a brevissimo del Museo cassanese, ha quindi illustrato il Bando di concorso voluto dal club “per cominciare ad attivare quei processi di cambiamento a cui tutta la comunità cassanese dovrebbe tendere”. Il bando completo sarà reso noto in completezza nei prossimi giorni. Questi, tuttavia, i dati essenziali:

-          i partecipanti, singoli o associati, devono avere fra i 18 ed i 35 anni;

-          possono partecipare tutti coloro che risiedono a Cassano delle Murge e nel territorio dell’Alta Murgia;

-          il premio andrà alla migliore idea progettuale per la creazione di una impresa che promuova in modo innovativo e creativo il patrimonio culturale del territorio;

-          il premio consiste in 1.500 euro;

-          un ulteriore premio di 1.500 euro sarà devoluto in presenza di un dettagliato piano di gestione dell’attività ovvero se si dimostra che l’idea può diventare effettivamente una impresa nel campo del patrimonio culturale;

-          una borsa di studio all’idea vincitrice è stata poi messa a disposizione dall’Ente Parco Alta Murgia, partner del progetto;

-          scadenza: 29 giugno 2018; entro settembre, poi, la Commissione renderà noto il progetto vincitrice.

Il bando sarà pubblicato nei prossimi giorni sul sito dell’associazione: www.clubunescocassano.org

 

 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI