Sabato 23 Giugno 2018
   
Text Size

"Prometeo 2000" verso l'apertura. Cosa succederà a Cassano?

prometeo impianto

Va verso le autorizzazioni conclusive, che consentiranno all’impianto di aprire a breve, la cosiddetta “astronave dei rifiuti”, sulla statale Bari-Altamura, in territorio di Grumo Appula ed a pochi chilometri da Cassano.

Nei giorni scorsi, infatti, la Regione Puglia ha concesso alla società proprietaria dell’impianto, la “Prometeo 2000 S.r.l” (a cui la società costruttrice e prima proprietaria, la Tersan Puglia & Sud Italia s.p.a.,  cedette il ramo d’azienda) l’Autorizzazione Integrata Ambientale per far sì che l’impianto possa produrre compost dai rifiuti.

Una battaglia, quella per l’autorizzazione regionale, cominciata a metà degli anni ’90 e trascinatasi per quasi venti anni, passando attraverso poco limpide vicende giudiziarie che hanno portato anche al sequestro della struttura ed al successivo dissequestro tanto da far avanzare ai proprietari una nuova proposta alla Regione Puglia perché l’impianto venga autorizzato a produrre compost.

Di per sé, tutto naturale e dunque auspicabile, in una Regione che non riesce a “chiudere” il ciclo dei rifiuti.

Però sono le dimensioni “mostruose” dell’impianto a far dire che davvero si è davanti ad un “ecomostro”, come l’hanno ribattezzato negli anni scorsi chi si oppone alla sua messa in funzione, in particolare comitati civici di Toritto e Grumo.

Pensate che la capacità a regime dell’impianto è di 103mila tonnellate all’anno ovvero circa 280 tonnellate al giorno (calcolando anche le domeniche e le feste comandate….). Tutti i Comuni della provincia di Bari non ne producono neppure la metà di quelle tonnellate! Da qui la preoccupazione di residenti, cittadini, ambientalisti e amministrazione pubbliche della zona che si sono in gran parte costituite in un Comitato Ambientalista Indipendente “EcoNostro”. Il Comitato ha dato battaglia in tutte le sedi, sostenuto dalle amministrazione comunali di Toritto e Grumo ma senza successo: nelle ultime riunioni delle Conferenze di servizi – tavoli tecnici, cioè che riuniscono tutti gli enti che devono rilasciare le autorizzazioni – non sono state neppure ammessi!

Ma in che misura l’impianto interessa Cassano?

Guardate attentamente la foto sotto, tratta dal progetto che la stessa società ha presentato in Regione per farsi autorizzare.

Vedete quelle linee gialle che si espandono da un centro (l’impianto) verso l’esterno? Bene: sono le cosiddette “medie orarie degli odori” anche se si dovrebbero chiamare “puzza”.

Quella linee gialle, cioè, costituiscono l’espansione della puzza derivante dalla lavorazione dei rifiuti per farli diventare compost e colpiscono in pieno tutto il territorio di Cassano prospiciente la Foresta di Mercadante, lambendo il centro abitato.

Ma questo in condizioni ottimali ovvero scarsità di vento, umidità accettabile e via di seguito.

Perché se il vento aumenta e soffia verso la Murgia, la puzza arriverà fino in paese E di che puzza si tratta occorre chiederlo a quelli che vivono a Modugno, presso la “Tersan Puglia” dove l’aria è irrespirabile ma senza che ci si possa fare nulla.

 

 

 

 

foto titolo principale-iloveimg-resized

 

 

La questione è esplosa nella primavera di due anni fa, quando – durante l’Amministrazione Lionetti – si costituì il Comitato Civico che anche a Cassano tenne un incontro, organizzato dall’associazione Murgia Enjoy. L’allora assessore all’ambiente Michele Maiullaro tranquillizzò tutti riportando le parole di Michele Emiliano, governatore di Puglia secondo il quale quell’impianto non sarebbe mai stato autorizzato. Sulla vicenda, poi, il Movimento 5 Stelle e Direzione Italia presentarono interrogazioni urgenti, cogliendo l’allarme delle popolazioni locali che sfociarono in una marcia di cittadini che protestavano contro la paventata apertura di Prometeo, a cui anche Maiullaro partecipò come rappresentante del nostro Comune. Anche la sezione cassanese del Partito Democratico tenne un incontro nel quale furono ascoltate la ragioni del NO all’econostro.

Dopo quasi due anni di silenzio, ecco che la Regione dà il primo via libero. Manca davvero poco all’autorizzazione ad aprire.

 

Commenti  

 
#21 Xxx 2018-02-03 16:10
Se la canta e se la suona da solo... un caso psichiatrico.
Il punto è che la puzza arriverà comunque caro signor nessuno perché il tuo sassolino butttaobnel mare non ha prodotto nulla perché ti sei limitato a lavartene le mani facendo il finto ambientalista.
 
 
#20 Chimienti P. 2018-02-02 19:28
Bravo Addio è la solita storia: uno porta un problema ed il deficiente di turno lo attacca perché non è stato lui a parlarne. Ora dico: ma a quell'incontro sei stato? Perché non togli le dita dalla tastiera e non ti dai da fare anche tu prima che la puzza, oltre la tua, ci invada? Povera Cassano, non rimarrà NULLA.
 
 
#19 Addio 2018-02-02 12:31
Le uniche cose che andranno a "puttane" sono i nostri organi interni. Le persone, molte nel nostro paese,hanno già pagato il prezzo più alto, con la vita l'inquinamento dovuto alle brame di potere dei nostri amministratori. Ora a me non frega nulla se al potere ci sta questo o quello, certo è che oggi il Pd, sto meraviglioso Pd della Regione dà le autorizzazioni (lo direi della destra, dei 5 S , non è questione politica).
QUi è questione che sta in gioco la vita delle persone e tutti se ne fregano, se ne parli a qualcuno, non ti vuole sentire, tutti ridono e scherzano. Rideremo bene quando la puzza sarà insopportabile e le persone ammalate raddoppieranno e allora sarà troppo tardi per fermare il tutto. Hanno fatto bene quelli che se ne sono andati da qua, insieme al lavoro si sono salvati la vita, visto che l'unica cosa buona che abbiamo è l'aria e il clima e ci vogliono togliere pure questi. Ma siamo proprio dei deficienti e invece di essere tutti compatti contro sta cosa MOSTRUOSA che ci vogliono fare, calpestando il nostro diritto alla salute, invece di formare un comitato e fermare sto mostro, che facciamo? Ci ricordiamo dei vasconi! Assurdo! A parte che questa cosa dei vasconi, che era una grandissima sciocchezza e non servivano a Cassano, ormai è acqua passata, quindi non vedo perché tirarla in ballo, ma paragonare una bazzecola come i vasconi che pure erano uno scempio a questa cosa mostruosa, ci vuole coraggio. Quelli erano niente di fronte a questo MOSTRO! Ma vi rendete conto almeno? Che quello è il fatto che neppure vi rendete conto di quello che pensate! Chi può si rimbocchi le maniche, tutti noi e fermiamo sta cosa, senza stare a perdere tempo a litigare. E' la nostra salute! Diritto sancito in Costituzione! Muoviamoci!
 
 
#18 x 14 e 15 2018-02-02 08:14
Sei un essere malvagio, sempre pronto a distorcere la realtà.
Intanto sei un ignorante perché fare qualcosa per la polis, politica appunto, non significa essere di parte e nel caso dei vasconi tanti liberi cittadini "pensanti” sensibilizzarono il paese ad un problema che si andava a creare facendo finta di risolverne un altro.
Metterti la medaglia “che io ho portato questa cosa a Cassano” fa ridere i polli: ma che vai dicendo? E sto comitato che cosa ha fatto visto che il problema è ancora lì? L’hai fiutato? Bravo e poi? Ci romperei le scatole per il resto dei tuoi giorni con la frase “io ve lo devo detto”!
Ma smettila che faresti bruciare la foresta di mercante pur di apparire davanti ad una telecamera tentando di spegnere l’incendio.
Non sei un uomo perchè non hai il coraggio delle tue idee e soprattutto non sei un ambientalista, non ami il territorio, lo sfrutti a tuo piacere.
 
 
#17 Antonic 2018-02-01 18:24
Resta sempre Cassano: non si bada al problema ma ad attaccare chi lo ha fiutato. Se poi il problema è fuori casa o se non ha matrice politica, non è più un problema e tutti dormono.
 
 
#16 Per 14 2018-02-01 17:16
Tutti sanno che wuello dei vasconi era solo un comitato politico per togliere voti alla Di Medio. Il comitato civico per questo problema si era già costituito e Murgia Enjoy portò il problema a Cassano. E tu cosa fai? Ti svegli e passi la giornata a scrivere commenti? Non uscire durante le raccolte di rifiuti, rischi di essere preso
 
 
#15 noncistò 2018-02-01 14:10
rifiuti ed extracomunitari i due grandi business della politica e dintorni
 
 
#14 x legateli 2018-02-01 12:24
Ma quando ti alzi la mattina cosa fai, ti guardi allo specchio e ti dici “quanto sono bello”?
E poi che fai... ti scrivi gli sms di ammirazione e te li invii da solo?
Esattamente come fai qui dove ti lodi ed imbrodi da solo in forma anonima?
L’aver sollevato un problema (e di questo va dato atto) non fa santo nessuno.
Di ambientalisti perditempo sono piene le bacheche dei social network: ogni giorno qualcuno si alza e fa una foto ad una cacca di cane, una lastra di amianto o un sacchetto della spazzatura: c’è chi fatta la denuncia continua la sua passeggiata a piedi, con le racchette o in bici. Poi c’è chi fa qualche conferenza sul problema. Poi ci sono quelli che si organizzano per fare pulizia e si fanno le foto ma ci sono anche quelli che le foto non se le fanno.
Ma di ambientalisti che prendono a cuore un problema e vanno fino in fondo creando un movimento di opinione così come fu fatto per i vasconi, ecco di quelli ce ne sono pochi.
E di una cosa puoi star certo tu non sei fra questi.
 
 
#13 Legateli 2018-02-01 08:44
Seguo ogni attività di Murgia Enjoy e questo mi permette di esprimermi. Dove erano gli "ambientalisti" due anni fa? E cosa hanno fatto per questo problema? Io ti ringrazio Losito e penso che dovrebbero farlo in molti.
 
 
#12 x piesse 2018-01-31 21:18
Camin vattin, aiat't u nas!
 
 
#11 piesse 2018-01-31 18:18
"Purtroppo, però, il nostro impegno sembra non essere servito a molto. "
Questo afferma Losito di Murgia Enjoy.
Perchè con una conferenza sconosciuta al 99,99% dei cassanesi si poteva fermare l'ecomostro.
L'impegno è ben altro Losito.
E se non è servuto prenditi le tue responsabilità. Io me le prendo quando vado a votare, cosa che non hai mai fatto.
 
 
#10 x legateli 2018-01-31 15:58
Ti stavo aspettando!
Sempre sotto mentite spoglie…
Ma per fortuna cosa? Hai fatto un incontro e ti sei lavato le mani?
Il problema è lì!!! Non c’è da dire bravo proprio a nessuno...
Vuoi far parlare di te nel bene una volta tanto?
Vai allo stabilimento Prometeo, fatti legare con le catene e chiama la stampa.
 
 
#9 Riflessione 2018-01-31 14:00
Vogliamo tutti risolvere il problema dei rifiuti, l’importante è che non sia a casa nostra
 
 
#8 Legateli 2018-01-31 13:49
Per fortuna c'e' stata Murgia Enioy che due anni fa ne ha parlato anche agli amministratori. E poi ci sono quelli che parlano di ambiente solo per farsi le foto con l'assessore di turno.
 
 
#7 M.R. 2018-01-31 09:35
Condivido il commento#3
E dopo ci meravigliamo delle morti improvvise.
Cassano potrebbe diventare peggio del quartiere Tamburi di Taranto.
Altro che la valorizzazione della foresta Mercadante,altro che un paese attento all'ambiente,altro che...
Non impariamo proprio niente dagli errori passati...
Eh già.
Alè!
Digressione:speriamo che vada tutto a "Puttane".Concedetemi la licenza.
 
 
#6 Auguri 2018-01-31 08:56
Zullo è il momento, se ci sei, di farti avanti!!!!
 
 
#5 sdr 2018-01-31 08:54
Ma ve lo ricordate Maiullaro felice come pochi al mondo con la fascia tricolore fresco di nomina: avrebbe promesso qualsiasi cosa in quei giorni. Oggi è sparito. Come è sparito l’ambientalista opportunista che ha organizzato un incontro… e poi? Lui insieme a tutti gli altri (lasciamo perdere il PD che è come sparare sulla croce rossa): le battaglie sono fatte di impegno, costanza non di interventi estemporanei. In tutto questo il silenzio assordante di questa amministrazione che si era scoperta amante dell’ambiente col suo uomo “di punta” e oggi si vede tutta la pressapocaggine.
Signori qui il problema dei rifiuti al Sud è serio: il costo è abnorme, il flusso di denaro è sospetto e troppi fanno finta di nulla. I conti in banca si gonfiano e si gioca col futuro della nostra terra e dei nostri figli.
 
 
#4 The end 2018-01-31 01:32
Per Cassano è davvero la fine.
 
 
#3 Giuseppe Guida 2018-01-31 00:47
Ne so qualcosa della schifosissima puzza che si sente a Modugno: l'aria diventa irrespirabile e dopo 20 minuti di esposizione a quella puzza hai solo voglia di scappare da Modugno.
 
 
#2 Albina 2018-01-30 23:46
Non. Si può fare nulla? Se l’amministrazione è poco attenta, almeno l’opposizione oppure insieme non è possibile intervenire e chiedere chiarimenti ed opporsi strenuamente.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI