Martedì 24 Aprile 2018
   
Text Size

Piccola manutenzione, la Cgil sollecita il Comune

DSCN0030-iloveimg-resized

Risale allo scorso ottobre il verbale con il quale l’Amministrazione Di Medio si impegnava a trovare una soluzione per i lavoratori addetti alla piccola manutenzione del patrimonio comunale, impiegati in una ditta esterna con la quale il Comune di Cassano aveva stipulato un appalto unico, unitamente alla pulizia degli uffici comunali.

Mentre, però, l’appalto per la pulizia degli uffici è stato prorogato prima fino a dicembre scorso, poi fino a fine aprile 2018 (e nel mezzo c’è l’annullamento della gara da parte dello stesso ufficio che l’ha promossa a causa di “problemi tecnici"), la piccola manutenzione si è fermata dallo scorso 31 luglio.

Non ci sono risorse economiche sufficienti, la motivazione dell’Amministrazione: dobbiamo trovarle.

Ma in questi tre mesi nulla è stato fatto sia per i lavoratori che per il paese, la cui manutenzione versa in uno stato di grave degrado, come da mesi in tanti denunciano. Tant’è che la Cgil Bari ha sollecitato il Comune a dare corso a quel verbale, stilato dopo una riunione in Municipio alla presenza del Sindaco e di alcuni assessori, organizzando un nuovo incontro anche in vista del Bilancio di Previsione 2018.

Stando a quanto si legge nelle dichiarazioni della Di Medio, messe nero su bianco sul verbale che CassanoWeb ha potuto leggere, il motivo del mancato prosieguo dell’appalto o l’indizione di una nuova gara è dovuto alla scarsità di fondi a disposizione del Comune. Niente soldi, niente manutenzione e tutto rinviato al 2018, con il nuovo Bilancio.

Salvo poi incaricare di volta in volta ditte esterne (cassanesi e non) per intervenire senza programmazione, seguendo l’emergenza del momento e spendendo molti soldi in più rispetto a prima.

Tutto sospeso, quindi e in attesa che l’Amministrazione posti le nuove risorse per coprire quei capitoli del documento contabile. Intanto la Cgil chiede un incontro, i due lavoratori – ancora, per il momento, in cassa integrazione, temono per il loro lavoro e le conseguenze della mancanza di manutenzione del patrimonio pubblico è sotto gli occhi dei cittadini. 

 

 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI