Sabato 24 Febbraio 2018
   
Text Size

Abbandono di rifiuti, la tripla beffa ai danni dei cassanesi

discariche-abusive-rifiuti-videosorveglianza

Ha il sapore di una doppia (se non proprio tripla) beffa un recentissimo provvedimento del Comune di Cassano per quel che riguarda la sorveglianza sull’abbandono indiscriminato dei rifiuti, sia in paese che in periferia. Per non parlare della Murge e delle campagne che circondano Cassano!

I contribuenti cassanesi, infatti, non solo pagano tasse salate per la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti; non solo vedono ogni giorno lo scempio provocato all’ambiente da questi criminali della porta accanto, che preferiscono magari farsi qualche chilometro di strada anziché adottare una corretta raccolta differenziata, accollandosi anche il costo della pulizia e della bonifica nonchè quelli - neppure tanto immateriale - dell'immagine detrupante del territorio.

Adesso (ecco la beffa) si trovano pure a dover pagare la videosorveglianza per cercare di stanare i furbetti dell’indifferenziata!

Già, perché il Comune ha deciso di affidare ad una ditta di Corato un sistema di videosorveglianza al costo di 2.400 euro: due telecamere piazzate per cinque mesi alla ricerca degli sporcaccioni, con soldi pagati dai cassanesi. Soldi che, si badi bene, non potranno essere recuperati dalle sanzioni eventualmente elevate a chi viene pizzicato a insozzare il territorio ma dal Bilancio comunale, in particolare dal Capitolo riguardante la Polizia Locale.

E dire che da quasi un anno il Comune di Cassano è assegnatario di un finanziamento da 150mila euro per il progetto “Occhio su Cassano” voluto dalla vecchia amministrazione Lionetti che prevede occhi elettronici su tutto l’abitato e anche fuori ma che ancora non riesce ad entrare nella fase attuativa.

Così per cercare di intimorire gli sporcaccioni, l’Amministrazione ha pensato bene di spendere altri soldi che forse non saranno mai recuperati né si sa quanto serviranno. Come si può pensare, cioè, di poter coprire un territorio vastissimo quanto quello di Cassano (89 kmq.) con due telecamere?

In altri paesi a noi vicinissimi (Adelfia, ad esempio) l’Amministrazione ha fatto una cosa semplicissima: ha aperto le buste trovate per strada, ha stanato i colpevoli attraverso brevi indagini di Polizia Locale e ha fatto un bel cartellone con stampati i volti dei colpevoli (cercando, ovviamente, di mascherarli in po’) e una frase ad effetto: “We, lurdacchiun!”. La trovata ha fatto il giro d’Italia ma soprattutto ha permesso a quel Municipio di vedere crollare l’abbandono dei rifiuti.

Abbiamo provato, come giornale, a chiedere in Comune qualche informazione su quante persone siano state “pizzicate” negli ultimi mesi, quante sanzioni siano state elevate e quanti abbiano effettivamente pagato.

“Ci spiace, non sono informazioni divulgabili” ci è stato risposto.  Ora, forse, tutto è più chiaro…

 

Commenti  

 
#9 stanco... 2018-01-29 12:41
...di leggere notizie e commenti a tali notizie sempre stucchevoli...i comportamenti incivili non sono una beffa, sono un danno per l'intera comunità quindi le telecamere servono subito, perciò non è possibile attendere l'operatività del progetto da 150mila euro prevista per il secondo semestre 2018, infine la tassa sui rifiuti è commisurata a diverse variabili, non ultima la capacità di differenziare dei cittadini, evidentemente buona ma migliorabile...in tutto questo quale sarebbe la tripla beffa? piuttosto direi che, purtroppo, le responsabilità di alcuni si ripercuotono sull'intera comunità che, se non sbaglio, chiede a gran voce le telecamere per identificare e punire i diretti responsabili... sembra quasi che ultimamente le notizie qui scritte siano vocate più alla campagna elettorale in corso che alla corretta informazione della cittadinanza...opinione mia.
 
 
#8 piesse 2018-01-27 10:13
Un commento costruttivo...
Brunelli quanto ci costò quell'azienda di Torino che ha venduto a tutti comuni il mega progetto della raccolta differenziata porta a porta? Ma ci siamo dimenticati delle guardie volontarie che secondo Briano dovevano stanare gli sporcaccioni?
E poi la tassa rifiuti che doveva diminuire ed invece aumenta.
L'unica cosa costruttiva che riesco a pensare è l'interdizione dai pubbloici uffici degli amministratori incapaci (Briano in primis), che le aziende che non pagano gli stipendi agli operai non devono partecipare alle gare di appalto, che i cittadini devono essere seriamente incentivati alla raccolta differenziata. Se vetro, plastica, carta fossero pagate arriveremmo ad assistere al furto dei rifiuti...
 
 
#7 Eticamente 2018-01-27 09:10
E se invece di questi articoli demagogici questa testata facesse una campagna di sensibilizzazione sulla utilità della differenziata? Se portasse a conoscenza di tutti le modalità di ritiro degli ingombranti e di conferimento gratuito ed anonimo dei rifiuti in discarica? Se sanzionasse moralmente i comportamenti dannosi per la comunità? Fate passare la voglia di vivere a Cassano...

RISPONDE G. BRUNELLI

Abbiamo riportato un fatto ovvero una notizia. Tacciarla di demagogia non serve a cambiare la realtà. Quanto al resto, l'ATI spende (anche s non sempre) migliaia di euro per la sensibilizzazione e l'informazione. Se siamo a questo punto evidentemente qualcosa non va. Si chieda cosa, quindi.
 
 
#6 Regolato 2018-01-27 08:07
Ma qualche commento costruttivo??
Non state sempre a criticare
Proponete
 
 
#5 Di caprio 2018-01-26 13:45
Tanto pagate voi e non avete diritto di sapere
 
 
#4 Raffy 2018-01-26 10:39
Non riesco a capire a cosa servono le telecamere poste al giardino comunale in piazza municipio ?
Funzionano o e altro denaro buttato al vento?
 
 
#3 M.R. 2018-01-26 10:21
Digressione:non ho voluto mettere il coltello nella piaga a proposito di uno dei luoghi più importanti di una comunità:il Camposanto...è disdicevole la condizione nel quale riversa.
Ma questa è un'altra storia.
Grazie.
 
 
#2 M.R. 2018-01-26 09:54
Tutti a casa!
La beffa a questi personaggi dobbiamo fargliela noi cittadini consapevoli e aventi diritto.
Personaggi inconsapevoli(diamogli il beneficio del dubbio) del danno morale e materiale che stanno arrecando alla comunità tutta.
Delle facce di corno,incompetenti ,gente attaccata alla poltrona e al denaro(anche qui voglio dargli il beneficio del dubbio),i quali pensano bene di trattarci come dei burattini nelle loro mani(mani delle quali non puoi fidarti),visto il contesto nel quale siamo caduti:morale e etico,due parole che a questi signori gli fanno un baffo.
Cara sindaca,cara giunta,cari assessori fateci un favore,una cortesia lasciate perdere non fa per voi ,limitate i danni,prima che sia troppo tardi.
La politica con la P maiuscola non fa per voi.
Un piccolo esame di coscienza non guasterebbe.
Alè!
 
 
#1 ... 2018-01-26 09:27
VAI BRIANO VAIIIIIIII
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI