Martedì 24 Aprile 2018
   
Text Size

"Vuoto a rendere": il 18 gennaio un incontro

vuoto-a-rendere-riciclo

L'Amministrazione Comnale, nel quadro delle iniziative in tema di riduzione dei rifiuti sta valutando la possibilità di prevedere incentivi economici per quegli esercizi del territorio (sale ricevimenti, agriturismi, alberghi, ristoranti, pizzerie e bar, ecc.), che intenderanno aderire alla sperimentazione volontaria sulla reintroduzione del vuoto a rendere riguardante gli imballaggi contenenti birra e acqua minerale, cosi come disciplinato dal Ministero dell’Ambiente con Decreto del 3 luglio 2017 n. 142.

"Il vuoto a rendere - spiega in una nota l'Assessore Comunale all'ambiente Carmelo Briano - è una pratica virtuosa che concorre alla riduzione della produzione dei rifiuti mediante il riutilizzo degli imballaggi. Il Ministero dell’Ambiente a sostegno della diffusione del vuoto a rendere potrà concedere il patrocinio e il logo del Ministero, su richiesta degli operatori che realizzino una o più campagne di comunicazione su tale pratica".

Nei mesi scorsi "Cassano in Movimento" aveva sollecitato l'Amministrazione Di Medio a dare corso al Decreto e nella risposta ad una interrogazione presentata da "Siamo Cassano", che riprendeva la sollecitazione del M5S, Briano rispose che si stava lavorando per mettere attorno ad un tavolo tutti gli operatori commerciali cassanesi.

E' stato quindi convocato un incontro per giovedì 18 gennaio alle ore 15.30 presso la Sala Consiliare in piazza Rossani fra Comune e operatori commerciali per discutere sulle modalità del "vuoto a rendere". 

 

Sull'iniziativa, riceviamo e pubblichiamo da "Cassano in Movimento" la seguente nota:

 

 

In data 30 ottobre 2017, abbiamo protocollato al Comune di Cassano delle Murge apposita richiesta di adozione della c.d. procedura “ vuoto a rendere”. Con l’articolo 219-bis del D. LGS 152/2006 viene introdotto << in via sperimentale e su base volontaria del singolo esercente, il sistema del vuoto a rendere su cauzione per gli imballaggi contenenti birra o acqua minerale serviti al pubblico da alberghi e residenze di villeggiatura, ristoranti, bar e altri punti di consumo>>.

L’intervento normativo sull'argomento è a prima firma dell’On. Vignaroli, Portavoce del Movimento 5 Stelle alla Camera che, il Meetup ringrazia per la professionalità e disponibilità con cui ha fornito al gruppo ogni tipo di approfondimento  e sostegno in merito.

A seguito della ridetta istanza, dell’interpellanza in Consiglio Comunale, si è svolto un colloquio conoscitivo sulla questione fra i rappresentanti del Meetup e l’Assessore Briano.

Il Meetup attento alle problematiche del territorio e con lo scopo preciso di attuare nella comunità il programma del movimento, parteciperà  all'incontro indetto sull'argomento.

Il tema costituisce una delle priorità del programma del movimento a tutela dell’ambiente, ponendosi fra l’altro, come strumento di riutilizzo dei rifiuti al fine di incidere positivamente sulle forme di recupero e smaltimento dei rifiuti stessi. 

 

Commenti  

 
#3 cassanese nel cuore 2018-01-15 21:41
sono pienamente d'accordo con il commerciante "cassane"facciamo questa raccolta punti caro assessore Briano
 
 
#2 commerciante cassane 2018-01-15 16:47
Buonasera, io opterei ad aprire l'isola ecologica a tutto il paese con una sorta di tessera punti dove chiunque porta del prodotto riciclabile gli vengano accreditati dei punti. In questo caso anche il singolo cittadino ma sopratutto il turista domenicale eviterà di buttare i rifiuti per strada. Che ne pensate? Perché nei paesi limitrofi lo fanno e noi no?
 
 
#1 OTIV 2018-01-15 16:21
IN LINEA DI MASSIMA MI TROVATE PIENAMENTE D'ACCORDO.OVVIAMENTE SI RENDERA' NECESSARIO UNO STUDIO PIU' DETTAGLIATO CIRCA LA EFFETTIVA FATTIBILITA' INTESA ALLA RISOLUZIONE DEL PROBLEMA CHE RIVESTE ENORME IMPORTANZA SOTTO TANTI PUNTI DI VISTA.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI