Sabato 15 Dicembre 2018
   
Text Size

Appalto rifiuti Consip: il 12 gennaio la firma del contratto

raccolta rifiuti 54 4675

Sarà sottoscritto il 12 gennaio 2018 (e non più il 10, come previsto inizialmente), presso gli uffici dell'Ager a Modugno, il nuovo contratto del servizio di igiene urbana per i Comuni aderenti all’Unicam (Gravina, Grumo Appula, Toritto, Poggiorsini, Santeramo, Altamura e Cassano delle Murge) ovvero quelli ricadenti nell’Aro Ba/4.

La decisione è stata assunta, nei giorni scorsi, all'unanimità, dai sindaci dei Comuni interessati nel corso di un incontro convocato dal commissario dell'Aro Ba/4, Gianfranco Grandaliano, su richiesta del presidente Unicam e sindaco di Gravina in Puglia, Alesio Valente.

L’appalto fu aggiudicato dalla Consip lo scorso giugno ma divenne subito oggetto di ricorso da parte della Tradeco, seconda classificata che  contestava l’affidamento alla RTI TeKnoService Srl - Azienda Servizi Vari Spa - Raccolio Srl.

L’importo a base d’asta è di oltre 143 milioni di euro, che per i prossimi 7 anni garantirà nei centri dell’Aro Ba/4 la raccolta ed il trasporto dei  rifiuti solidi urbani e la raccolta differenziata.

La novità che riguarda direttamente il nostro comune è che anche Cassano firmerà il contratto, riservandosi però ogni successiva valutazione per l’effettiva entrata in vigore del servizio nel nostro territorio sulla base di parametri tecnici ed economici, così come spiegato al nostro giornale dall’Assessore comunale all’Ambiente Carmelo Briano.

Il contratto che lega il Comune di Cassano all’ATI “Tradeco-Murgia Servizi Ecologici”, infatti, si chiude a fine 2019 ma già dalla sua stipula era previsto che il Comune potesse aderire ad un nuovo appalto, collegiale, qualora ne potesse trarre benefici.

Il punto, dunque, è proprio questo: aderire al nuovo contratto costerà di più per le tasche dei cassanesi? Potrà portare nuovi benefici, ad esempio per la raccolta differenziata dei rifiuti? Qualche vantaggio che non sia solo quello ambientale? Ci sarà maggiore pulizia per le strade periferiche? Maggiore efficienza?

A queste, ed a tante altre domande, dovranno rispondere gli uffici comunali che in questi giorni sono al lavoro per presentare agli organi politico-amministrativi del Comune un quadro completo della situazione, fra pro e contro, fra vantaggi e svantaggi del nuovo servizio. 

 

 

Commenti  

 
#4 Cittadino 2018-01-10 13:14
Nel nuovo contratto è prevista anche la pulizia delle strade dopo che gli operatori hanno svuotato i bidoni?Magari spiegare loro che i bidoni vanno svuotati all'interno e non nell'aria
 
 
#3 Supercazzoleagogò 2018-01-10 06:35
Intanto grazie per la risposta.
Cerco di spiegarmi anch’io: il Comune oggi firma per adesione il contratto per motivi tecnici non meglio precisati e si riserva in futuro (quando??) di valutarne la convenienza.
Ma se le norme contrattuali, contenute nel contratto Tradeco, consentono di valutare subito la convenienza di altre possibili opportunità,, (come questa), perché la valutazione non viene fatta adesso in maniere transparent e tempestiva, proprio in concomitanza di questa “adesione” alla “ora per allora..non si sa quando...quando lo saprò te lo dirò...sempre se deciderò di farlo”?
Mi sono spiegato meglio anch’io, anche a proposito delle supercazzole???
 
 
#2 Supercazzoleagogò 2018-01-09 18:30
Ma dove si è visto mai che si assumono impegni milionari firmando un contratto prima di sapere se è conveniente o meno per la nostra Comunita?
Ma sono ottuso io, non ha capito l’articolista o il nostro assessore parla come se fosse Antani e spara supercazzole?
Possiamo riavvolgere il nastro e ricominciare dall’inizio?

RISPONDE G. BRUNELLI

Credo di essere stato molto chiaro, nell'articolo. Comunque riprendo il concetto. Il contratto riporta delle clausole, fra le quali alcune interessano il ns. Comune e permettono allo stesso di scegliere fra l'uno e l'altro appalto. La firma è un fattore tecnico necessario perchè senza Cassano il contratto non può definirsi stipulato. Costi e benefici per la nostra comunità saranno valutati in seguito mentre per gli altri paesi si procederà subito. Spero, adesso, di essere stato ancor più chiaro.
 
 
#1 Enzo 2018-01-09 18:26
Ma una penale contro la ditta appaltatrice, in caso di disservizi?!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI