Martedì 12 Dicembre 2017
   
Text Size

Natale cassanese: servono soldi e risorse

image1 copy copy copy

Servono soldi per sostenere le iniziative previste per il Natale cassanese 2017.

Ecco perché il responsabile dell’Ufficio IAT Pino Greco ha avviato una colletta fra tutti i cittadini cassanesi affinchè sostengano materialmente le iniziative.

Ecco il suo appello:

Cari concittadini,

quest’  anno, per il periodo natalizio, abbiamo voluto rilanciare l’immagine del nostro paese promuovendo, grazie all’impegno,  primo delle imprese cittadine, che con il loro contributo hanno voluto dar luce ad un periodo che merita grande gioia, poi alle nostre scolaresche che si cimenteranno in attività teatrali e canore, poi anche ai gruppi e scuole musicali, di ballo e sportive che cadenzeranno il tempo di questi giorni con la loro allegria. Ringraziando la Pubblica Amministrazione e la BCC di Cassano e Tolve che hanno contribuito a poter allestire e garantire l’animazione del mercatino natalizio, che sarà il cuore pulsante della settimana di Natale nella zona centrale del nostro paese, ma il cui sforzo non basterà a poter garantire la totale copertura dei servizi. Infatti, mancano ancora dei fondi per poter coprire i costi del palco coperto sul quale far esibire per circa 10 giorni i nostri bambini e allievi musicisti, i service per la copertura operativa, i costi esosi di Siae e la gestione della mitica esibizione di un Back2tape live per una serata danzante aperta a tutti i nostri ragazzi e naturalmente a tutti coloro che avranno voglia di abbandonarsi in una serata di sfrenata allegria musicale. Per questo motivo vorremmo lanciare una raccolta fondi popolare, che possa compensare questo ultimo gap, sicuri che la cittadinanza, così come ha fatto l’anno passato, nella sua estrema semplicità riuscirà a colmare e a sostenere lo sforzo comune che, come non mai, è stato compiuto.

Con il motto:” Accendi pure tu il Natale… il paese è anche tuo!” vorremmo sensibilizzare chiunque voglia e possa a poter sostenere l’impegno di circa 300 bambini e ragazzi e di tutti coloro che stanno donando il loro tempo per poter coinvolgere il paese intero in un moto di festa e di gioia, con lo scopo di ridare un sorriso al nostro territorio e luce per farlo risplende e… naturalmente tentare di ricominciare a lavorare tutti assieme per un futuro anno più prospero, come una vera squadra, con obiettivi e strategie ambiziose per il bene della comunità.

Pino Greco

Responsabile Ufficio IAT Cassano delle Murge

p.s. i punti di raccolta ufficiali sono: Tabaccheria Nunzio, Essenzanero caffè, L’angolo del caffè, Tabaccheria Rocco Falco, Panetteria della Murgia, Bar Principe, Caffè Garibaldi, Bar Randez vous, Bar Ninus caffè e naturalmente nell’Ufficio IAT c/o la Biblioteca Comunale.

La raccolta terminerà il 2 dicembre e nell’ufficio IAT saranno conteggiati i fondi con estrema trasparenza e messi a disposizione dell’organizzazione.

 

Fin qui il lodevole impegno dei tanti che si prodigano per fare più bello il paese. Così come accaduto l’anno scorso, con un movimento spontaneo, di fronte al nulla cosmico del Comune retto dal Commissario Prefettizio. Ma non possiamo non rendere nota una domanda che in tanti si pongono: che fine hanno fatto le luminarie e gli addobbi che l’anno scorso furono acquistati con i soldi dei cittadini attraverso una spontanea raccolta fondi che fruttò – da quanto se ne sa, dato che mai nessuna rendicontazione è stata resa pubblica – circa 6mila euro?

A mezza voce, uno dei protagonisti (che intende restare anonimo) che l’anno scorso era nell’organizzazione, ci dice che alcuni addobbi rimasero danneggiati durante le operazioni di smontaggio e dunque furono buttati via; gli altri, invece, furono consegnati alla Pro Loco.

“Non è corretto – spiega, invece, il Presidente de “La Murgianella” Massimiliano Mallardi – perché gli addobbi furono presi in carico non dalla Pro Loco ma da due soci della Pro Loco, a titolo personale. Credo che li abbiamo ancora loro”.

Chi sono questi soci e perché non tirano fuori quegli addobbi, luci e altro che potrebbero di nuovo arricchire le strade paesane non ci è dato saperlo.

Speriamo solo che questa esperienza serva a qualcosa: il cuore del cassanesi è grande e generoso. Basta solo non prenderlo in giro!

 

AGGIORNAMENTO DEL 25/11

Il Presidente Mallardi ci fa sapere che gli addobbi dello scorso anno sono in custodia presso alcuni soci della Pro Loco, anche se non sono materialmente in sede, e che saranno utilizzati per addobbare Piazza Rossani. Mallardi, cioè, voleva dire che gli addobbi non erano in sede ma che comunque erano sotto la custodia della Pro Loco. Alcuni di queli addobbi, spiega sempre Mallardi, sono stati restituiti a chi l'anno scorso li aveva prestati mentre altri sono rimasti danneggiati nello smontaggio. 

 

image1 copy copy copy

 

Commenti  

 
#25 nik 2017-11-28 13:20
Mah..... Siete tutti dei moralisti.... Vi e' stata chiesta un'offerta? Fatela e basta se ne avete voglia non e' possibile stare sempre a polemizzare!!!!!!
 
 
#24 x commenti vari 2017-11-27 13:09
leggo scoraggiato tanti commenti e mi spiego perchè Cassano è quello che è......è più facile denigrare che rimboccarsi le maniche ... purtroppo..
 
 
#23 lettore x REALISTA 2017-11-27 13:07
x Realista comm 14
lei si definisce Realista??? realista è colui che vive a Cassano da sempre e sa bene che negli anni il Natale è andato sempre più a terra tanto che con grande gioia andiamo a visitare il Natale degli altri paesi limitrofi.......... perchè non proviamo a pensare che questo Natale, grazie alla movimentazione di alcune persone (e per favore NON parliamo di tornaconto) avremo finalmente un Natale decente? ci saranno sicuramente delle cose che andavano fatte meglio (appunto la programmazione) ma per lo meno ci abbiamo provato!
L'iniziativa di questo anno non è solo fine a se stessa, ma la ha finalità precisa di risvegliare l'entusiasmo dei cittadini perche possa portare il "beneficio economico" di cui Lei parla.-Nessuno ha voglia nè tempo di mettersi in mostra ma per una volta non ci sfasciamo la testa prima di cadere e diamo impulso e vita alla NOSTRA VITA e a quella dei nostri figli!!!!
 
 
#22 Nu Poveridd 2017-11-27 08:59
Questa richiesta di soldi ai cittadini è veramente bizzarra. Ma le tasse al Comune che le paghiamo a fare se poi dobbiamo cacciare soldi anche per addobbare il paese per Natale? Il sig .Greco chieda a sindaco ed assessori di rinunciare alla loro indennità per il mese di dicembre (che per loro sarebbe, probabilmente, una "quattordicesima" ...): parliamo di 10.000 euro che gli amministratori si spartiscono!
 
 
#21 La vita è bella 2017-11-27 00:14
E' giusto sostenere le iniziative per tutti. Sia per gli anziani che per i giovani. In questo paese ci vuole un po di vita. Poi ogni uno ha la possibilità di scegliere se partecipare o meno. Buttare il fango e criticare ancor prima che si faccia qualcosa però non porta a nulla.
 
 
#20 Roy 2017-11-26 13:36
Che paese di moralisti, invidiosi e polemisti
Grazie a questa gentaglia non si può fare niente in questo paese
 
 
#19 indignato speciale 2017-11-26 10:23
va bene che ci siano eventi a Natale in un paese praticamente morto da tutti i punti di vista, è lodevole chi si impegna... ma poi non capisco perché si debbano raccogliere soldi per finanziare discotecate e frivolezze varie...a nessuno poi é venuto in mente di raccogliere fondi per famiglie indigenti cassanesi che il natale lo passeranno al freddo? malati o terremotati? mai che parta una iniziativa di vera solidarietà! no, qui li raccogliamo per pagare le cafonate in piazza, agevolare gli amici degli amici...l'amministrazione dov'é in tutto questo? complimenti per il vero spirito Natalizio!
 
 
#18 piesse 2017-11-26 10:23
Mi si chiede un contributo ad occhi chiusi? E il programma?
 
 
#17 Un papà 2017-11-26 08:17
Buongiorno. Leggo della raccolta fondi. Mi pare di capire che il danaro servirà per pagare anche alcuni dj di tale "Back2Tape". Ho chiesto a mio figlio di cosa si trattasse e mi ha fatto vedere alcuni video. Ora: premesso che i giovani hanno diritto di divertirsi ma sig.Greco non le pare presuntuoso e eccessivo chiedere danaro per dj e persone che nella vita mettono musica da discoteca anche in barca con in mano bottiglie di prosecco? Qual'è il messaggio che lei vuole lanciare con Back2Tape? Siamo a Natale... l'evento deve essere contestializzato. Se puoi il discorso è fare comunque qualcosa e pagare amici per farla (con soldi che entrano dalla porta ed escono dalla finestra) non mi sembra un buon inizio. Lo Iat è un ufficio turistico. La musica la metta durante l'estate, in piazza quando i nostri ragazzi non sanno dove andare. E soprattutto riduca il cachet dei suoi amici. La megalomania non porta da nessuna parte. Capito?
 
 
#16 La Befana 2017-11-25 17:06
Babbo Natale ma tu ci sei o ci fai? Credi davvero alle storielle che ti hanno raccontato? Continua a fare quello che fai e magari, ogni tanto, ricordati che i commercianti e gli artigiani pagano le tasse, non fanno lavoretti “al vostro buon cuore”.....!!
 
 
#15 VL 2017-11-25 10:56
Spero che l'orrenda gestione e la mancata rendicontazione dei fondi raccolti l'anno scorso non ricada sullo IAT e su Pino Greco, persona onesta e trasparente e che nulla ha a che fare con i modi disorganizzati e arrivisti di gente improvvisata che tutto ha a cuore tranne il bene del nostro paese. Forza Pino! Miglioriamolo questo paese!
 
 
#14 Realista 2017-11-25 10:29
Serve programmazione, non basta raccogliere ogni anno i soldi e ritrovarsi sempre al punto di partenza. Tanto ci sono i cittadini che pagano...non va bene. Anche l'iniziativa i questo anno è fine a se stessa, non ha una finalità precisa che possa portare un beneficio economico al paese attirando persone da fuori paese. Ha solo l'intento da parte di qualcuno a voler mettersi in mostra facendo credere che si sta facendo qualcosa per il paese.
 
 
#13 Antonio falcicchio 2017-11-25 09:28
Non vorrei deludere nessuno , ma il materiale acquistato l'anno scorso e' stato ben custodito e verra' riproposto anche quest'anno, abbiamo già pensato in collaborazione con gli amici di reazione a catena cosa allestire con il materiale già esistente.
 
 
#12 C@ss@nese 2017-11-25 09:17
Gli addobbi dello scorso Natale?
Quali?
Quelli che rimasero sotto le intemperie e la neve per settimane o mesi?
Non credo ne sia rimasto molto.
Poi, con questa faccenda dei soldi bisogna essere chiari: a non presentare rendicontazioni, prima o poi la gente si stanca!
 
 
#11 pino c. 2017-11-25 09:11
Ma se non è ancora arrivato Natale che cosa scrivete le chiacchiere... aspettate prima di parlare...
 
 
#10 babbo natale 2017-11-25 09:08
ma volete tenere un pò quella lingua a freno prima di aprire bocca azionate il cervello il paese sarà addobbato a dovere e poi voglio vedere che altre critiche dovete fare altro che la proloco
 
 
#9 Un cittadino 2017-11-25 06:31
E si !!! Ci fanno pagare tasse su tasse!! E poi nom vi sono i soldi!!! Si son +++!! Fanno bene ha vendere le case e andarsene da csssano!! Ora mai e territorio di ladri papponi e malavitosi
 
 
#8 albero di Natale 2017-11-25 00:52
Xké natale non è ancora arrivato e non è ancora tempo di addobbi, non si scaldi sig. Giornalista... so che lei deve scrivere tutto l'anno e le notizie sono poche.. ma un articolo del genere l'avrei fatto più in la..
 
 
#7 Cittadino nostalgico 2017-11-24 23:54
Come mai diversi anni fa quando i soldi non erano proprio tutto, le vie del centro storico del paese erano illuminate a festa? La gente con semplici passeggiate si godeva momenti genuini di un Natale oramai dimenticato e sotterrato da iniziative messe su solo per fare scena e promuoversi al fine di ottenere fondi da chissà chi... che tristezza! Mi ricordo che si allestiva un presepe vivente con poco ed oggi è ancora ricordato e rimpianto. Rammendate: il vero Spirito del Natale è quello che serve a rimembrare Gesù fattosi uomo in mezzo a noi e... per questo significato dovrà essere ricordato e non solo per luci, shopping, dolci e... business!
 
 
#6 Per Mallardi 2017-11-24 23:32
Mallardi sei vittima di te stesso. Adesso la colpa è di due soci pro loco. E Staino ancora aspettando la rendicontazione della sagra della focaccia. E falla pure quella del Natale dello scorso anno visto che le autorizzazioni sono a nome pro loco e i soldi sono stati raccolti da soci pro loco. l'ex segreterio consulta ha riferito che il materiale acquistato lo scorso anno lo ha la Pro loco. la verità dove sta? Ma almeno mettetevi d'accordo...visto che anche l'ex segreterio consulta è socio pro loco. Ma Rob da Matt.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI