Rifiuti, la Tradeco vince il ricorso sull'appalto "Consip"

tradeco

La Tradeco ha vinto il ricorso al Giudice del Lavoro del Tribunale di Bari, dimostrando che il proprio Durc (Documento unico di regolarità contributiva) è regolare e per questo ora chiederà alla Consip di rivedere l'intera gara per l'aggiudicazione del servizio di raccolta e smaltimento rifiuti nei paesi dell'Alta Murgia.

La notizia è stata diffusa ieri dal consigliere regionale Mario Conca (M5S) a pochi giorni dalla firma del contratto con il nuovo gestore unico dell’appalto della raccolta rifiuti, la Teknoservice, che interessa diversi comuni della Murgia ed a cui avrebbe potuto aderire anche Cassano.

Come si ricorderà la Tradeco si era classificata seconda alla gara svola dalla CONSIP vinta dalla Teknoservice, società della provincia di Torino: dopo le dovute verifiche la Teknoservice si era vista aggiudicare anche in via definitiva la gara.

Ora, secondo le ultime notizie, i tempi si allungano ulteriormente. Nonostante sia il Tar Puglia che il Consiglio di Stato avessero rigettato i ricorsi della Tradeco, esclusa dalla gara perché inadempiente nei confronti dei suoi operai, lasciando l'aggiudicazione provvisoria in capo alla Teknoservice, l'ultimo ricorso accettato dice che è quasi tutto da rifare.

"Chissà ora cosa succederà – si chiede il consigliere pentastellato - certamente il nuovo appalto tarderà ad arrivare". Problemi a cui si aggiungono quelli dei lavoratori stessi della Tradeco che spesso si vedono costretti ad incrociare le braccia causa ritardo dello stipendio. 

Per quel che riguarda Cassano, nulla cambia al momento e per i prossimi mesi: la gestione dei rifiuti resta all’ATI “Tradeco-Murgia Servizi Ecologici” fino al termine del contratto ovvero dicembre 2019.