Giovedì 14 Dicembre 2017
   
Text Size

Assegno di cura: dal 1° settembre le domande per l'accesso

assegnocura

Pubblicato nei giorni scorsi nel Bollettino Ufficiale della Regione l’avviso pubblico per la presentazione delle domande di accesso all’assegno di cura in favore di pazienti non autosufficienti gravissimi per l’anno 2017.

Si tratta di una misura  per supportare il reddito di nuclei familiari in cui vivono persone in condizione di gravissima disabilità o non autosufficienza - che prevede la concessione di un contributo economico periodico funzionale a servizi di cura e assistenza domiciliare.

Beneficiari dell’assegno sono i residenti in Puglia dal 1 gennaio 2017 che, al momento della presentazione della domanda, siano contemporaneamente: 
- beneficiari di indennità di accompagnamento o comunque non autosufficienti ai sensi delle definizioni di disabilità a fini ISEE (Indicatore della situazione economica equivalente, all. 3 del DPCM 159/2013);
- affetti da almeno una delle condizioni di non autosufficienza gravissima previste dal Fondo per le non autosufficienze per l’anno 2016 (stato di coma, vegetativo, di minima coscienza, dipendenti da ventilazione meccanica assistita, grave demenza, gravi lesioni spinali, compromissione motoria, deprivazione sensoriale, gravissima disabilità comportamentale, grave ritardo mentale, condizioni di dipendenza vitale che necessitino di assistenza continua).

Per alcune condizioni di non autosufficienza è possibile presentare domanda di assegno anche se lo stato invalidante è ancora in fase di accertamento.

In ogni caso, le condizioni di invalidità saranno oggetto di valutazione da parte dell’Unità di Valutazione Multidimensionale di ciascun distretto socio-sanitario della ASL.

Alla misura, per questa prima annualità, sono assegnate risorse per complessivi 30 milioni di euro.

L’importo del singolo assegno è di mille euro/mese (12 mila euro/anno), a decorrere dal 14 luglio 2017 (data di pubblicazione della delibera di Giunta n. 1152/2017) o, in caso di accertamento successivo, dalla data di accertamento della diagnosi. Il beneficio è erogato dalla ASL con cadenza bimestrale. 

Per la concessione del beneficio sono stabiliti criteri di priorità che non intendono discriminare i pazienti affetti da medesime patologie, ma assicurare – in caso di domande sovrabbondanti rispetto alle risorse disponibili - l’accesso a persone gravemente non autosufficienti che vivano in contesti familiari più delicati in quanto esposti al disagio sociale e a maggiore fragilità economica.

Sarà dunque attribuito un punteggio e stilata una graduatoria in base al valore ISRE (una componente reddituale dell’ISEE) e alla condizione lavorativa e di fragilità sociale del nucleo familiare. 

È possibile compilare e inviare la domanda dalle ore 12,00 del 1 settembre 2017 alle ore 12,00 del 2 ottobre 2017, utilizzando esclusivamente la piattaforma informatica accessibile direttamente dal link:http://www.sistema.puglia.it/…/SolidarietaSociale/ASCURA2017

In caso di ulteriore disponibilità di risorse, sarà avviata una seconda finestra (dal 15 gennaio al 15 febbraio 2018) per consentire la presentazione della domanda a coloro che non abbiano avuto adeguata informazione sull’assegno di cura nella prima fase, che abbiano subito un aggravamento o ai quali la condizione di non autosufficienza sia stata riscontrata successivamente alla chiusura della prima fase.

Commenti  

 
#1 Battisti 2017-08-23 07:48
Buongiorno. Complimenti alla redazione Cassano web. QuestE notizie non le danno nemmeno chi di dovere e senso sociale e. Civico.se non il diretto interessato sul web.Grazie mille!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI