Lunedì 23 Ottobre 2017
   
Text Size

Murgia Enjoy individua e ispeziona una grotta carsica non censita

2-iloveimg-resized

 

Durante una delle tantissime attività associative di promozione del territorio i soci Murgia Enjoy hanno individuato una cavità carsica non censita sul territorio collinare murgiano, in una zona ove sono presenti altri ipogei carsici ed a qualche chilometro da Cassano e da Santeramo.

Dopo una lunga attesa, ottenuta l'autorizzazione del proprietario dell'area privata nella quale è presente questa grotta, il Presidente dell'associazione Leonardo Losito ed alcuni speleologi hanno effettuato la pulizia dell'area, la messa in sicurezza del sito ed una perlustrazione della cavità.

La grotta ricade in un contesto naturale/rurale, non vi è alcuna attività di fruizione, presenta un unico ramo principale verticale con uno sviluppo complessivo di circa venti metri, può essere classificata come cavità naturale assorbente, l'interno si presenta incontaminato se non per la presenza di alcuni esemplari di vasellame sicuramente trasportati sul fondo dalle acque meteoriche e l'ingresso si presentava, prima della perlustrazione, parzialmente ostruito da vegetazione.

Durante l'ispezione, durata circa tre ore, non sono stati individuati esemplari di fauna troglossena (specie che si trovano in ambiente ipogeo solo accidentalmente, come quelli che cadono all’interno dei pozzi verticali o fluitati dalle acque), né troglofila (specie che sono presenti con maggiore regolarità nell’ambiente ipogeo), né troglobia (organismi perfettamente adattati alla vita ipogea che svolgono l’intero ciclo vitale all’interno delle grotte presentando in maniera evidente vistose modificazioni morfologiche e fisiologiche rispetto alle specie epigee).

Dopo l'ispezione l'accesso alla grotta, temporaneamente chiamata "Grotta Murgia Enjoy", è stato ripristinato come in origine e, ovviamente, sono stati lasciati sul fondo i reperti osservati.

A questo primo completo sopralluogo, in ottemperanza alla Legge Regionale 4 dicembre 2009, n.33 "Tutela e valorizzazione del patrimonio geologico e speleologico", l'associazione fornirà una prima bozza della scheda catastale con gli opportuni rilievi metrici per l'inserimento nel "Catasto delle grotte e delle cavità artificiali della Puglia".

L'individuazione e l'ispezione confermano l'interesse dei soci per il territorio murgiano; tutte le attività associative, infatti, vengono svolte sempre con il massimo rispetto per gli ambienti ed i luoghi visitati, sotto lo scrupoloso controllo dei soci, anticipate da messaggi di sensibilizzazione e con regolare copertura assicurativa. Il presidio del territorio durante le attività associative, inoltre, garantisce la tempestiva segnalazione di eventuali attività illecite o di eventi dannosi (incendi), segnalazioni che, purtroppo, in passato sono state già effettuate agli organi competenti ottenendone un sollecito intervento.

www.murgiaenjoy.it

 

 

Commenti  

 
#1 Gerardo 2017-06-27 10:00
esemplari di vasellame?
Spiegateci meglio. A mio avviso dovrebbero essere informati i Carabinieri e la Soprintendenza ai beni archeologici. Immediatamente. Non vorrei che qualche tombarolo si precipiti sul luogo.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI