Venerdì 20 Ottobre 2017
   
Text Size

Canile comunale: è polemica fra le ex volontarie e l'Anta

canile cassano

Durissimo scambio di accuse fra alcune ex volontarie del canile di Cassano, il dog-house gestito dall’Associazione “Anta onlus” e il Presidente di quest’ultima, il dott. Francesco Molinaro. Secondo il quale ci sarebbe stata una persona a cui l’Anta avrebbe pagato “un congruo stipendio per ben sei mesi ad una persona, nota ai volontari, senza che la stessa abbia svolto un solo giorno di lavoro”.

Una accusa gravissima quella di Molinaro che, se fosse vera e comprovata, chiamerebbe in causa anche lo stesso Presidente in quanto, quale legale rappresentante dell’Associazione, avrebbe dovuto vigilare e verificare l’effettivo svolgersi dei dipendenti dell’Anta presso il canile a fronte del compenso pattuito.

In realtà il braccio di ferro all’interno del dog-house, costruito dal Comune di Cassano con fondi regionali e un co-finanziamento comunale per un totale di 750mila euro circa, è in atto da tempo.

Subito dopo l’inizio della gestione, affidata alla sezione di Cassano-Toritto dell’Associazione Nazionale Tutela Animali, sono cominciati i primi dissapori fra Molinaro e quelle che sono di fatto ex socie ed ex volontarie, nonostante, molti anni fa, proprio loro contribuirono a fondare l’Associazione ed a porre le premesse per la realizzazione di un canile in contrada “Cerritiello”, sulla via per Sannicandro.

Stando a quanto le ex socie rimproverano alla gestione del dog-house, l’Associazione non avrebbe quasi più volontari, anche perché a questi la direzione del canile avrebbe posto molti vincoli e paletti, tali da non far più partecipare alla vita del canile quelle persone che hanno contribuito a crearlo. Orari spesso impossibili e condizioni molto restrittive hanno fatto sì che quel luogo comunitario per il benessere degli animali e di socializzazione con le persone, divenisse un centro chiuso in sè stesso, poco aperto al territorio. La conseguenza sarebbe, ad esempio, la scarsità delle adozioni effettuate e alcune fra queste senza le dovute garanzie, il cosiddetto “pre-affido”, per verificare che chi chiede un cane possa tenerlo al meglio.

Al momento, il Presidente Molinaro è coadiuvato in canile da un operaio ed un medico veterinario a cui si affianca il personale della Asl per le sterilizzazioni nonché un paio di volontari. Il Comune di Cassano contribuisce per 2,10 euro al giorno per ogni cane. E di cani lì dentro ce ne sono mediamente 120 per un incasso mensile, dunque, di circa 7.500 euro oltre ad altre voci di rimborso spese.

Di fronte a queste somme di denaro consistenti, che cosa se ne fa il canile di cibo e coperte che alcuni volontari del Nord hanno portato come aiuto ad alcuni canili del Sud, chiedono le ex volontarie, considerando il fatto che i box dove alloggiano i cani “cassanesi” sono riscaldati e dunque quegli animali patiscono meno il freddo. Non sarebbe stato più giusto dirottare quegli aiuti solo per le situazioni di vero bisogno ed emergenza?

“Abbiamo accettato quegli aiuti solo dopo esserci assicurati che i canili in difficoltà ne abbiano avuti a sufficienza”, scrive sulla sua pagina Fb il dog-house.

Una storia che di certo non finisce qua.

 

 

Commenti  

 
#11 din70 2017-01-20 10:08
Ma caro dottore, ma chi te la fa fare, lascia perdere.....io mi sarei già dimesso.
 
 
#10 realista 2017-01-18 21:38
Ma con tanti veterinari proprio ad un cardiologo dovevamo affidare il canile? Maledetta sporca politica.
 
 
#9 LOL 2017-01-17 22:34
Situazione nota da tempo? Però escono fuori come funghi solo quando si tratta di soldi...è proprio vero che fin quando si ha la tasca piena tutto tace, se poi inizia a scarseggiare il grano, la bocca parla!
 
 
#8 Verità da sempre 2017-01-17 20:59
E chi se ne frega, non sarà mica l'unica che viene pagata senza far nulla, siamo in Italia!
Al di là di questo, volevo segnalare
su in Collina di S.Lucia (ma su su) a pochi passi l'una dall'altra ci sono due abitazioni che i canili li hanno creati nei propri giardini (ci sono circa una decina in una e 6-7 nell'altra). Alcune povere bestie sono rinchiuse in gabbie giorni interi e non fanno altro che lamentarsi, altri si accoppiano tra razze differenti.....un caos da vedere e da non perdere, altro che canili comunali!
 
 
#7 Bau bau 2017-01-17 20:40
Bè..secondo me,l'associazione dovrebbe munirsi di qualche volontario,preciso e minuzioso nel fare osservazioni,dettare condizioni,pronto a vestirsi di meriti e sapienza,all'occorrenza anche botanico megalomane e lasciatemelo dire anche carich a chiacchier,e chi ne ha più ne metta.
Questa figura all'interno della struttura sarebbe molto utile,sanerebbe anche situazioni tipo quella della persona pagata,senza che la stessa abbia svolto un giorno di lavoro.
Presidente ci pensi..!!!
 
 
#6 paracaduti e baci 2017-01-17 15:23
E le stelle stanno a guardare!!! Alè.
 
 
#5 Volontaria 2017-01-16 21:32
Il dottore evidentemente ha vuoti di memoria io personalmente ho collaborato con la persona da lui accusata di non aver messo un piede nella struttura pur avendo un regolare contratto di lavoro e quindi uno stipendio inoltre aggiungo che non solo ci ha messo un piede ci ha messo corpo e anima sin dall'inizio e sin dalla nascita Dell associazione bugie su bugie dottore Molinaro
 
 
#4 La verità fa male 2017-01-16 20:21
I volontari tanto diffamati, sono quelli che mentre "qualcuno" in piena estate era in vacanza, si sono alzati le maniche e sono stati indispensabili nella buona riuscita delle cose... andando anche fuori paese per dei preaffidi.
Però è certo che... quando la verità fa male, queste persone sono state cacciate malo modo, e non possano più entrare in quello che si chiama "canile comunale" ...
Io mi chiedo, un canile, senza volontari senza che questi cani possano avere una carezza... senza uscire che canile è?
Io al posto del "presidente" vedendo mettersi mal le cose, e se è vero che non viene percepito un solo 1€ avrei lasciato da tempo la struttura ad una VERA ASSOCIAZIONE CAPACE DI LAVORARE CON I VOLONTARI... e di fare adozioni con pre e post affido.
La verità sta venendo a galla... le bugie hanno le gambe corte!
Io starei attento a dichiarare delle falsità, perché ci sono persone che posssono testimoniare il contrario... carissimo!
 
 
#3 Cittadino 2017-01-16 20:05
Al signor presidente fare accuse molto pesanti nei confronti della signora m.p.x giunta da tutti conosciuta come donna di gran cuore stia attento ha quello che dice conosco la signora da anni è dire che lei ha preso soldi senza andare un solo giorno al cami le è una vera mensola , dico è confermo che io personalmente ho portato del caffè alla signora è alle volontarie quando l'altro operaio era in ferie chi è andato al canile a dare da mangiare è altro hai Cani?lei la smetta Dottore di dire calunnie su brava gente ho prove della presenza della signora in canile si riquardi con le sue affermazioni non andrà lontano
 
 
#2 dubbiosa 2017-01-16 19:22
Signor Presidente sa cosa significa quello che lei ha scritto ?io al posto della persona diffamata le avrei fatto subito denuncia . in questo caso mi chiedo lei dov'era punto secondo lei sarebbe complice dato che lei gestisce tutto ora vediamo chi ha commesso il vero reato?c'è qualcosa che non torna sta di fatto che lo lontani quello che fanno è sempre senza scopo di lucro lei ho dei dubbi Buona serata
 
 
#1 Alta Murgia 2017-01-16 17:57
"... il dott. Francesco Molinaro. Secondo il quale ci sarebbe stata una persona a cui l’Anta avrebbe pagato “un congruo stipendio per ben sei mesi ad una persona, nota ai volontari, senza che la stessa abbia svolto un solo giorno di lavoro”. Bhe che dire, se le cose stanno cosi il Presidente si sarebbe reso complice di un reato. E il presidente gestisce una struttura pubblica su un bene confiscato alla mafia. Io starei attento a fare simili dichiarazioni.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI