Lunedì 18 Dicembre 2017
   
Text Size

Borghi senz'acqua da una settimana: interverrà l'AQP?

acqua-2-770x439 c

A secco, o quasi da circa una settimana, costretti – quando ci riescono – a scendere in paese con taniche e bidoni e ad approvvigionarsi presso le fontane pubbliche.

Moltissime famiglie, presso i borghi residenziali di Cassano, sono senza acqua a causa di numerosi fattori: in questi giorni di emergenza neve e gelo, infatti, ci sono stati molti contatori dell’Acquedotto che sono esplosi a causa dell’acqua che nelle condutture è diventata ghiaccio; ma il vero, grosso problema è stato il calo della pressione da parte dell’AQP.

Per evitare, infatti, ulteriori danni agli impianti, l’Acquedotto Pugliese ha diminuito la pressione di erogazione con la conseguenza che i residenti in quelle zone, soprattutto coloro che abitano le villette in quota e coloro che non posseggono autoclave, sono da giorni costretti a vivere senz’acqua in casa.

Per altre simili emergenze, ad esempio nella vicina Santeramo in Colle, sollecitati dall’Amministrazione Comunale e dalla Regione Puglia, l’AQP è andata incontro alle esigenze dei cittadini, distribuendo a più riprese migliaia di litri d’acqua in confezioni da 5 litri, sia per uso potabile che civico.

Si spera, quindi, che anche il Comune di Cassano faccia una identica richiesta per sovvenire alle necessità degli abitanti di tanti borghi, costretti, dopo giorni di isolamento forzato a causa della impraticabilità delle strade, a rimanere in casa con enormi disagi soprattutto per coloro che in famiglia hanno persone ammalate o anziane oppure bimbi piccoli. 

Per il momento, nei giorni scorsi, ha sopperito alle necessità impellenti la Protezione Civile di Cassano che ha distribuito direttamente sui borghi, con i propri mezzi, acqua potabile a chi ne avesse necessità.

 

 

Commenti  

 
#1 abitante dei borghi 2017-01-18 10:36
adesso hanno ripristinato il servizio solo la mattina, meglio di nulla... comunque la protezione civile, che ringraziamo per quanto ha fatto per tutti dal 7 gennaio ad oggi, ha distribuito acqua ma hanno specificato che si trattava di "acqua non potabile"
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI