Lunedì 18 Dicembre 2017
   
Text Size

Rotonda del "Sacro Cuore" semichiusa al traffico

rotonda semichiusa

E’ stata chiusa parzialmente al traffico la rotonda in zona “Sacro Cuore”, in forza di una sentenza del Consiglio di Stato del settembre scorso che restituiva ai proprietari una porzione della stessa espropriata dal Comune di Cassano nel lontano 1996.

Come si ricorderà, la lunga vicenda giudiziaria si è conclusa con il Comune di Cassano che non si è costituito in giudizio dinanzi al tribunale romano e con i proprietari che si sono visti dare ragione dalla Corte.

Dopo quella sentenza, il Comune nei giorni scorsi ha provveduto a sistemare la nuova segnaletica in via Rocco Masiello, inibendo al traffico una porzione di strada e rendendo a doppio senso la parte libera del rondò.

La questione è al vaglio degli uffici per cercare una soluzione equa e ragionevole per tutti, anche perché su quella via insiste un progetto da 400mila euro, finanziato con fondi dello Stato, per la riqualificazione dell’area che ovviamente potrebbe essere rivisto nel caso in cui la questione non si dovesse risolvere in tempi brevi.

 

 

rotonda semichiusa 2 copy

 

Intanto i primi “ricordi” di chi ha ricominciato a considerare quella zona una pattumiera sono lì a ricordare che l’inciviltà è ancora dura a morire: rifiuti abbandonati che da qualche giorno fanno brutta mostra di sé!

 

rifiuti su rotonda copy

 

 

Commenti  

 
#16 Giggetto 2017-01-08 01:36
x dotato di memoria.
Allora, se non hai detto quello che ho inteso di comprendere, me ne scuso.
 
 
#15 dotato di memoria 2017-01-06 19:54
Giggetto haiscritto di cose di cui io non ho parlato, ho solo voluto ricordare cosa è "passato" da quel palazzo non ho mica giustificato l'operato di Lionetti.
A proposito di memoria, qualche settimana fa si commentava di ex assessori che giravano negli uffici del comune, ma forse ci si è dimenticati di quando LUI e la zarina imperversavano in quegli stessi uffici senza averne titolo.
Ecco, ricordiamoci di questo e di tante altre cose quando verranno i "nipotini" a chiedere i voti.
 
 
#14 Giggetto 2017-01-06 11:45
Ma io dico: come si fa a negare le colpe gravi, sia di azione che di omissione, dell'ultima compagine e soprattutto di Lionetti e del furbetto Del Re, che hanno galoppato verso il disastro di questa vicenda (e non solo) scaraventando l'intera macchina comunale e le finanze locali verso un evidente sfascio?
Come fa qualcuno a dire che la colpa è della macchina comunale che sarebbe contro Lionetti? Ancora con questo inutile vittimismo? Rifletti caro "Grillo parlante" e caro "Dotato di memoria" (ma la tua dotazione è fortemente in dubbio se scrivi certe castronerie): come si fa a dire certe cose? Ma il Lionetti/DelRe non sono stati messi a capo della macchina comunale? Evidentemente non sanno governarla! E la scelta di una segretaria comunale (con funzioni di direttore generale dell'amministrazione) è stata una buona scelta? Lo vedono tutti che è stata una pessima scelta! Un trittico di persone incapaci di governare che si sono autocooptate e che hanno cavalcato a gran velocità fino a sbattere contro un muro. Adesso la colpa sarebbe degli impiegatucci del Comune!! Incredibile! E di chi poi? Dell'ingegnere comunale? Ditelo allora!
Avete anche tolto il capo dell'Ufficio affari legali che ora annaspa nell'incuria! E quindi con chi ve la prendete?
E se quelli che hanno governato fino a due anni fa, come li chiama il (mini)"dotato di memoria" dovessero tornare (ve lo dice uno che non vorrebbe mai votarli) sarebbero sempre meglio di questi ultimi. Chiunque andrebbe meglio! Chiunque!
Spariscano nell'oblio, questi incapaci.
 
 
#13 racconta 2017-01-06 11:15
"Sindaco, assessoe e Segreteria ricevettero l avviso, cosi come riportato anche nella sentenza del CdS."Poi cosa altro dice.
 
 
#12 dotato di memoria 2017-01-06 09:21
Ormai i cassanesi sono razza estinta e con loro probabilmente si sta perdendo pure la memoria storica.
Quella rotonda ed i relativi espropri sono il frutto di una delle peggiori amministrazioni della storia cassanese, i cui "figli politici" hanno governato fino a 2 anni fa e i cui "nipoti politici" si apprestano a tornare palazzo di città.
Cittadini tranquilli adesso torna LUI e mette tutte le cose a posto, ad iniziare dalle SUE e dei suoi amici di merende.
 
 
#11 Grillo ... parlante 2017-01-06 08:50
E se la dimenticanza o la inerzia nella costituzione in giudizio fosse dipesa dalla macchina amministrativa, notoriamente tutta schierata contro l'amministrazione Lionetti?
A pensare mal si fa peccato, ma spesso ...
Dicci Brunelli, tu che sei sintonizzato su Radio Municipio, dicci.

RISPONDE G. BRUNELLI

Se mi lascia un suo indirizzo email le invio la ricevuta della PEC trasmessa all'allora Sindaco Lionetti, con tanto di ricevuta.

Sindaco, assessore e Segretaria ricevettero l'avviso, così come riportato anche nella sentenza del Consiglio di Stato.

Fra l'altro la sua affermazione cozza con quanto dichiarato dagli amministratori subito dopo la vicenda. "sapevamo tutto", dissero!

Che poi il personale era schierato contro Lionetti, è una sua opinione.
 
 
#10 occhio di pernice 2017-01-05 14:54
Se ricordo bene,il maestro fece venire lo "scrittore di libri in pensione" come comandante.Mi chiedo, se i libri li scriveva lui o li faceva solo stampare a suo nome, perchè ha fatto mettere delle tabelle toponomastiche come farebbe chi non sa scrivere e parlare, infatti va messo prima il nome e dopo il cognome.
Forse era titolato anche in "licenze poetiche".
 
 
#9 renato t. 2017-01-05 12:44
C'è una domanda ancora senza risposta. Perchè non si sono costituiti in Consiglio di Stato per difendere una sentenza del TAR Puglia favorevole al Comune? Perché???????
 
 
#8 Senso civico 2017-01-05 12:38
Finalmente si restituisce il maltolto. Adesso chiamate Leporale che volle la rotonda più inutile del mondo a pagare le spese e i danni ai proprietari.
 
 
#7 Free lance 2017-01-05 10:55
non penso che i giudici si siano espressi negativamente per la mancata costituzione del comune. Bisogna leggere le motivazioni sperando che brunelli ne venga in possesso e pubblicarli
 
 
#6 Cittadino 2017-01-05 08:48
Ritengo giusta l'osservazione di Enzo. Perché non si prende al balzo l'occasione di spostare in avanti la rotatoria, ignorando l'area restituita dal CDS ai proprietari?
Ci sarebbe un indubbio risparmio x le casse Comunali se
La rotatoria avrebbe un senso, proponendo la variante per il finanziamento della città metropolitana.
 
 
#5 francesco c. 2017-01-05 08:11
Sciattoni erano e sciattoni rimarranno.
 
 
#4 GialloPialla 2017-01-04 23:10
La rotonda più inutile della storia...
 
 
#3 per brunelli 2017-01-04 18:47
Sign Brunelli le chiedo se è possibile sapere, visto la situazione attuale delle cose è possibile perdere il finanziamento della città metropolitana di 400 mila € ,ora che la rotonda in precedenza proprietà del comune è tornata ai legittimi proprietari?
Altra domanda davanti a una sentenza definita ed esecutiva per quale motivo i proprietari dovrebbero accettare una transazione?
Terza domanda, chi si prenderà la responsabilità politica di cambiare e far cambiare il progetto senza rotonda in caso di una mancata transazione comune proprietari?
Ultima domanda nel discorso fatto da Lionetti nel cinema sulla questione rotonda non si capisce per quale motivo il comune non si sia costituito lei per caso sa il perchè?
La ringrazio in anticipo per le risposte.


RISPONDE G. BRUNELLI


Prima e seconda domanda: sulla vicenda della rotonda gli Uffici stanno lavorando per provare a transare con i proprietari. Perché ora e non prima, chiede lei giustamente. Si tratta probabilmente di una questione di metodo (l’area fu espropriata, all’epoca, in un paio di giorni: una ferita morale che forse sanguina ancora) e di merito, dato che la cifra quantificata dal Comune è parecchio lontana da quanto i proprietari vorrebbero. Dunque un esborso maggiore potrebbe convincerli a più miti consigli….
Quanto al finanziamento, probabilmente non andrà perso.

In fase di progetto definitivo e poi esecutivo (quello presentato, infatti, è solo preliminare dunque soggetto a possibili modifiche) sarà possibile modificare alcune parti del progetto stesso, mantenendone l’impianto complessivo; se non dovesse andare in porto la transazione con i proprietari, infatti, quel progetto potrebbe servire per risistemare la “parte pubblica” della rotonda rispetto a quella “privata”, compresa la viabilità.

Terza domanda: come già detto. La politica ha fatto la sua parte, nel luglio scorso, candidando il progetto al finanziamento. Una volta ottenuto, tocca agli Uffici (quello Tecnico, in particolare) predisporre il tutto tenendo conto della sentenza del Consiglio di Stato e del progetto finanziato. Ma qui la politica non c’entra e forse è un bene che sia così.

Quarta domanda: la motivazione ufficiale è che in Consiglio di Stato il Comune avrebbe perso dunque è stata evitata una spesa di minimo 20mila euro (tanto, più o meno, costa la costituzione presso il Tribunale romano). Su cosa sia fondata tale convinzione né l’ex Sindaco né l’assessore al contenzioso (Del Re) l’hanno mai spiegato. Fra l’altro il Tar aveva già dato ragione al Comune dunque, per un semplice calcolo delle probabilità (!) era più facile che anche in questo grado di giudizio si confermasse quanto disposto dai giudici amministrativi baresi.

Non solo.

Non esiste alcun documento della Giunta Comunale nel quale l’organo politico-amministrativo decide di non costituirsi in giudizio. Non c’è, ovvero, alcun atto di indirizzo che la Giunta dà agli Uffici per non presentarsi a difendersi dinanzi ai giudici del Consiglio di Stato.

Perché?

Infine: se davvero c'era in Comune qualche assessore dalle arti divinatorie, perchè si provvide a inserire TUTTA la rotonda all'interno del progetto poi finanziato dallo Stato? Come se fosse pubblica e di proprietà del Comune?

Forse si deve dare retta a “Radio Municipio” (ovvero le voci di corridoio raccolte fra gli Uffici comunali), che dice, invece, che gli amministratori dimenticarono completamente la circostanza di doversi costituirsi in giudizio, pur avendo ricevuto a tempo debito una email certificata (pec) e dunque erano a perfetta conoscenza di quanto sarebbe accaduto.

D’altra parte l’acuirsi della crisi all’interno di “Rinascita” passa anche attraverso questa vicenda: ci furono assessori e consiglieri comunali che nulla sapevano di questa storia e della mancata costituzione in giudizio nonché della sentenza sfavorevole al Comune: lo vennero a sapere dopo un articolo su “La voce del paese”.

Le lascio immaginare le conseguenze in maggioranza….
 
 
#2 Enzo 2017-01-04 18:07
Non è tutta colpa di Lionetti, caro Gigi, vero?! Ma in realtà a cosa serve questa rotonda, non era meglio a 60 metri,più verso là, dove c'è la circonvalazzione? Caro Gigi "chi è senza peccato scagli la prima pietra"!!
 
 
#1 gigi 2017-01-04 17:31
Cosa dire delle mal amministrazioni che devono sborsare €500.000 di danni ai proprietari e sopratutto la perdita degli ultimi finanziamenti della citta metropolitana sulla rivalutazione di quella zona del sacro cuore. Sichh
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI