Lunedì 23 Ottobre 2017
   
Text Size

Rotonda "Sacro Cuore": il Comune non si difende

rotonda sacro cuore senza strutture

 

Il Comune di Cassano non si costituisce in giudizio e perde la causa dinanzi al Consiglio di Stato, sulla vicenda della rotonda del quartiere “Sacro Cuore”.

Le conseguenze? Restituzione dei suoli ai proprietari e un possibile danno erariale per le casse comunali; oltre ad un progetto di riqualificazione che potrebbe essere profondamente rivisto se non proprio bocciato.

Per capire la vicenda, occorre tornare indietro di qualche anno, 20 per l’esattezza. L’Amministrazione Leporale espropria una vasta area dell’allora “zona 167” per – fra l’altro – la realizzazione di una rotonda e una pseudo circonvallazione che sbocchi su via Acquaviva e via Sannicandro.

La nuova Giunta comunale guidata da Giuseppe Gentile non dà seguito a quegli atti di esproprio: non paga, infatti, i proprietari dei suoli a titolo di indennizzo né procede all’emissione dei Decreti di occupazione.

Persi i terreni e senza alcun risarcimento, ai proprietari dell’area non resta che fare giustamente causa al Comune per avere giustizia. E infatti nel 2011 il TAR Puglia condannava il Comune di Cassano, lo obbligava a restituire i terreni ai proprietari, a ripristinare le condizioni iniziali nonché a risarcire i proprietari di circa 20mila euro, cifra tuttavia contestata dai proprietari.

L’Amministrazione Di Medio fa appello contro la sentenza del TAR ma il Tribunale dà ragione ancora una volta ai proprietari. Cambia la strategia dell’allora Giunta Comunale e anche avvalendosi delle nuove leggi in materia, propone e fa approvare dal Consiglio Comunale, nell’aprile 2013, un atto che “sana” la vicenda con l’acquisto dei terreni e delle aree occupate e riconosce ai proprietari 14mila euro per chiudere tutta la storia.

Ma i proprietari ancora non ci stanno e impugnano anche la Delibera del Consiglio Comunale dinanzi al TAR; stavolta, però, sono loro ad avere torto. I giudici amministrativi, infatti, nell’ottobre 2015 riconoscono che gli atti del Comune questa volta sono inappellabili perché rispondo a tutti i criteri che la legge prevede e dunque respinge la richiesta di annullamento presentata dai proprietari dell’area.

I proprietari, però, non si arrendono e nonostante in Comune siano ormai certi che quell’area sia oramai di proprietà dell’ente, fanno ricorso al Consiglio di Stato chiedendo di annullare la precedente sentenza del TAR: è l’11 gennaio 2016.

A questo punto, la strana (quantomeno) decisione del Comune di Cassano che decide di non costituirsi in giudizio. "Il Comune di Cassano – si legge nella Sentenza del Consiglio di Stato n.322/2016 – pur correttamente raggiunto dalla notifica dell’atto di impugnazione, non si è costituito nel presente giudizio di appello”.

Non chiedeteci i motivi per cui la Segretaria Generale del Comune, Giovanni di Gregorio, il Sindaco e l’Assessore al Contenzioso, Davide Del Re (che ricevono e leggono le email certificate (pec) dell’impugnazione) decidono di non difendersi dinanzi al Consiglio di Stato…

Fatto sta che i giudici romani (Poli-Russo-Greco-Taormina e Spagnoletti) danno ragione ai proprietari di quei terreni affermando nella sentenza che il Comune non poteva procedere a sanare quella situazione in presenza di una sentenza precedente che lo obbligava a restituire quelle aree ai proprietari.

Non puoi, in altre parole, decidere su un qualcosa che non è più tuo, affermano i giudici. Affermazioni che ovviamente nessuno contrasta dato che a difendere le posizioni del Comune cassanese non c’è alcun avvocato!

La sentenza, quindi, da ragione ai proprietari e obbliga il Comune a restituire, nello stato in cui erano, i terreni mentre entro 90 giorni dalla pubblicazione della sentenza (avvenuta il 23 settembre scorso) si procederà alla quantificazione dei danni economici che il Comune dovrà pagare ai proprietari.

In ballo, poi, c’è anche il progetto di riqualificazione dell’area e il conseguente finanziamento che il Comune di Cassano ha presentato nell’ambito di un Bando nazionale assieme ad altri Comuni dell’Area Metropolitana di Bari e che coinvolge appieno proprio quella rotonda, da poco sistemata a messa in sicurezza in occasione della Festa patronale per ospitare giostre e parco divertimenti.

 

Resta, dunque, da capire i motivi per cui il Comune non si è difeso. Forse avrebbe perso ugualmente, forse no. Certo è che adesso la situazione di quell’area si complica ulteriormente.

 

 

 

Commenti  

 
#21 Lionetti Antonio 2016-10-22 17:34
X redazione pensavo avesse chiuso il pd. Invece si è trasferito a sannicandro per sempre.
A casa via
 
 
#20 solopericassanesi 2016-10-22 14:24
...leggo, tanti commenti, leggo pure con onestà itelletuale comento n° 11
dove sono tutti coloro che la sera della loro vittoria elettorale. Ricordo il commento di mia nipote, quando gli dissi chi fosse il candidato sindaco di rinascita....ma come nonno un maestro!
io rimasi meravigliato, gli risposi, vedi nonno chiunque cittadino, si può candidare, come sindaco e consigliere.
Mi quardò....si nonno, ma tu conosci il maestro Lionetti? io risposi di si.
E lei appena iniziata la prima media, sai che tipo è? certo lo conosco da bambino, giocavamo a volte insieme.
E lei, allora nonno, ti puoi candidare anche tu, che hai, solo fatto come dici tu solo le scuole elementari, ma sai tante cose, mi parli di Pietro Micca, di Balilla, di Masaniello e sai anche aggiustare il motorino alla nonna.
La guardo....e mi chiedo...cosa mi vorrà dire.
Le chiedo, come mai tutte queste domande su Lionetti (non ancora sindaco) lei, con quel viso da bambina, sorridendomi mi dice sai nonno noi a scuola, abbiamo conosciuto il maestro Lionetti...su vari temi e il da fare per la scuola....
si taque....io allora non rispondi.....
lei...hai notato il naso....è un pinocchio....non lo votato.
Oggi, leggendo i commenti e vivendo la triste realtà di questo sindaco, medito alle osservazione fatte da mia nipote, sperando, che un domani, si una persona ingenua (perché ancora bambina) come mia nipote, ma che capisca i fa bisogni del paese, che sappia riconoscere le persone, con onestà e capacità.
(al vice sindaco...ma tu non eri quello che mostravi al telefonino di aver vinto la causa della rotonda e di piazza merloni?)
 
 
#19 Francavolato 2016-10-20 15:43
Ricordo benissimo quel giorno cosa successe... abitavo lì di fronte
 
 
#18 Onesto 2016-10-20 14:52
Semplice darsi una spiegazione: li c'è gente che loro nn possono toccare e allora preferiscono perdere la causa tanto i soldi nn sono da loro sudati, sono i nostri.forse forse da questi proprietari hanno preso anche dei voti e quindi capite bene
 
 
#17 Bastabasta 2016-10-20 10:02
La furbizia é comunque nel vostro Dna,perché?
Cavalcate sempre e solo quello che vi pare,cose che oltretutto non sono farina del vostro sacco,che al contrario prima criticare.
Indifferenziata,progetto geotermico....
Se qualcuno si prendesse la briga di fare un elenco tutte le boiate fatte in soli due anni,secondo me rabbrividereste anche voi.
Per non parlare poi del fatto che ad oggi non abbiamo neanche avuto le scuse da parte dell'assessore Degrandi per aver perso una opportunità quasi certa,il tutto mentre lei si crede di essere la politica romana che gira in bici facendo i fatti suoi!!!!
Vai a lavorare !!!!
Del re poi,no comment veramente!!!!
 
 
#16 lucio 2016-10-20 09:31
Si scatenano in beghe inutili contro i dipendenti e si dimenticano o non hanno il tempo di occuparsi di questioni legali serie per il bene economico del paede. Lionetti Delre ai cittadini cassanesi non interessa nieente delle vostre antipatie personali per qualche dipendente. Non è questo il mandato politico che avete ricevuto.VERGOGNA...
 
 
#15 angel 2016-10-20 07:18
ma roba da matti! ma quanti altri danni faranno fino alla fine del loro mandato? o poveri noi e povera cassano....
 
 
#14 fustigatoresoft 2016-10-19 21:51
.......amici miei, come fanno a presentarsi???? Ritenete siano in grado di difendersi??? Mah...........
 
 
#13 Lionetti Antonio 2016-10-19 21:35
Inetti mettete qualche ottimo assessore esterno e cercate di mitigare i danni fino a fine mandato.
Il pd è meglio che scompaia in questo paese. Già ha chiuso il circolo in paese e questa è una ottima notizia.

LA REDAZIONE

La dobbiamo correggere: il Circolo del Pd non ha chiuso ma si è trasferito in via Indipendenza n. 13.
 
 
#12 Ex sel 2016-10-19 21:25
Signor vice Del Re ma lei dorme al comune ?
Riferisca immediatamente al paese se è vero.
Non basterà il suo stipendio per riparare i danni che il comune pagherebbe se fosse vera la notizia
 
 
#11 voto 2016-10-19 16:08
Vi ho dato fiducia, non avevo alternativa, però ora se andate a casa è meglio. Non state combinando niente, anzi, il paese che era morente oggi è morto completamente. Ci avete provato, ora a casa dai.
 
 
#10 Uno di voi 2016-10-19 15:39
Buona sera io sono qui a Cassano da poco tempo e ho potuto vedere che ai cassanesi non interessa più di tanto la vita politica del paese e sono lì che dormono beati sino alle elezioni poi si svegliano dal torpore e si lamentano di quello o quell altro. Veramente io non capisco. Vi sono villette in degrado zone dove vi furono piantati piante e ablerelli per la nascita dei bimbi di Cassano lasciati li a seccare. Vorrei dirne tante ma ora sto zitto per non alzare altri volveroni
 
 
#9 stefano 2016-10-19 14:59
Me dai... si sono dimenticati, e che c'è di male? Tanto non sono loro a pagare.
 
 
#8 Rosanna stufa 2016-10-19 14:25
mitico Tormento murgiano! Sei la voce della verità. Sottoscrivo parola per parola il tuo commento
 
 
#7 Franco G. 2016-10-19 12:14
Buongiorno. Chiedo un aiuto ai lettori: sapete dirmi perchè di tutte queste notizie non c'è traccia sulla Gazzetta del Mezzogiorno, di cui sono un quotidiano acquirente? senza offese per questo giornale: ma non è che ve li inventati questi fatti? Grazie a chi potrà darmi una spiegazione.

RISPONDE G. BRUNELLI

Spero che, per quel che riguarda le "offese" a questo giornale, lei stia scherzando....
 
 
#6 PASQUINOVEROUNO 2016-10-19 11:27
Ma come abbiamo il famoso avv.LAFORGIA ,e non ci si costituisce????HMMMM DUBBI MI ASSALGONO... 8)
 
 
#5 Tormento murgiano 2016-10-19 10:46
Dobbiamo stupirci? Ma se ogni cittadino che chiede l'accesso agli atti viene sistematicamente e semplicemente IGNORATO, se anche questo stesso quotidiano on-line su cui scriviamo ha provato ad accedere agli atti ed è stato semplicemente SNOBBATO (cosa grave, un grave episodio di mancata trasparenza), se chiunque cerca di interloquire con il Comune trova sempre un MURO DI GOMMA, come stupirci se persino il Consiglio di Stato (la massima magistratura amministrativa dello Stato) si sia trovato nella medesima condizione?
Questo è l'interrogativo che pongo a me stesso come cittadino. Poi c'è un altro interrogativo che come cittadino pongo all'amminsitrazione comunale: adesso chi paga?
Pongo il medesimo interrogativo, sia al sindaco che al vicesindaco con delega al contenzioso.
Poi pongo un interrogativo al Segretario Comunale (di oggi e di qualche mese fa): Lei che ci sta a fare lì?
Poi pongo un interrogativo a tutti i componenti del Consiglio Comunale: qualcuno di voi ha incalzato questi signori (amministratori) su questa vicenda? Qualcuno di voi pensa di procedere a segnalare la vicenda al Prefetto, per una bella ammonizione al Sindaco E al Segretario Comunale (su cui la Prefettura vigila)? Qualcuno di voi pensa di portare le evidenze alla Corte dei Conti per il danno all'erario che ne sta conseguendo?
Qualcuno di voi si sta interrogando sullo stato grave di sprechi che sta comportando la gestione irresponsabile di questi signori su cui VOI avete L'OBBLIGO di vigilare per primi?
Qualcuno di voi pensa di procedere ad interrogare in Consiglio il Vicesindaco con delega al contenzioso sul numero di istanze di accesso agli atti che sono state evase o che restano giacenti e inascoltate?

Ve lo devo insegnare io il mestiere di opposizione? Per quanto riguarda gli amministratori, sembra che ogni giorno vogliano superare il grado di incapacità raggiunto il giorno prima. Una singolare gara al ribasso in cui lorsignori giocano e tutti i cittadini perdono!
 
 
#4 Torquemada 2016-10-19 10:39
L'apoteosi politica di Lionetti e Del Re!
 
 
#3 francesco c. 2016-10-19 09:54
Forse erano troppo impegnati per il ballo di fine anno. Conoscendo i soggetti è probabile. Quando si metterà fine a questa agonia?
 
 
#2 Senza parole 2016-10-19 09:38
Dopo l'ennesima figura da parte di questa amministrazione, spero che decidano di ritirarsi o che noi cittadini ci diamo una svegliata per Cacciarli via! Il paese è allo sbando, non se ne può più!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI