Lunedì 18 Dicembre 2017
   
Text Size

Warning: getimagesize(images/stories/archiviofoto/cani_2_copy.jpg) [function.getimagesize]: failed to open stream: No such file or directory in /home/cassanoweb/public_html/plugins/content/contentoptimizer.php on line 189

Warning: filesize() [function.filesize]: stat failed for images/stories/archiviofoto/cani_2_copy.jpg in /home/cassanoweb/public_html/plugins/content/contentoptimizer.php on line 196

Cani e gatti randagi, individuata qualche soluzione

cani 2 copy

Per cani e gatti che vagano sul territorio cassanese, in arrivo qualche soluzione che potrebbe se non risolvere almeno alleviare il problema randagismo  nel nostro paese.

Nonostante, infatti, la presenza di un canile comunale e di una convenzione che il Comune ha con un'altra struttura  (il Natura Center) e nonostante vengano spesi annualmente oltre 300mila euro l’anno di soldi pubblici, la presenza di cani e gatti randagi desta allarme sociale in molte zone di Cassano.

Per cercare qualche soluzione, nei giorni scorsi alcuni volontari che si occupano della cura di questi animali, a titolo gratuito e del tutto personale, hanno chiesto ed ottenuto un incontro con il Sindaco Vito Lionetti, in Municipio.

Ascoltate la richieste dei volontari e spiegando le difficoltà nel quale si trovano tutti i Comuni con questo problema, il Sindaco ha acconsentito ad alcune proposte, in particolare: la dislocazione, in alcuni punti periferici del paese, di zone con cibo e acqua per gli animali, in modo tale che essi non vaghino alla ricerca di cibo, diventando magari aggressivi quando non ne trovano; in questo modo – secondo i volontari – si potrebbero monitorare e seguire i cani e i gatti che si avvicinano al cibo, seguirli e procedere anche alla sterilizzazione nel caso in cui non fosse stata già effettuata.

Altra proposta è contattare i proprietari delle masserie del territorio di Cassano per convincerli a sterilizzare i cani e micro-cipparli, in modo da avere una tracciabilità degli stessi qualora dovessero essere dispersi sul territorio (volontariamente o meno.

Infine, individuare una zona per la sgambatura o comunque la libera circolazione dei cani e si è pensato al vecchio campo sportivo “Mario Rossani” di proprietà della Parrocchia “Santa Maria Assunta” ma su questo punto occorrerà acquisire l’assenso del parroco.

Più in generale, comunque, il Sindaco Lionetti ha chiesto a tutti i volontari di farsi portavoce presso i proprietari dei cani di rispettare regole e avere civili comportamenti, dalla raccolta delle feci all’invasione degli spazi verdi o adibiti a giochi per bambini come in piazza Rossani dove non è raro trovare proprietari di cani che fanno scorrazzare gli stessi nonostante i divieti.

Non si è parlato, durante l’incontro, della “dog-house” comunale, un argomento del quale ci occuperemo a breve.

 

Commenti  

 
#15 xy per pro cani 2016-10-20 13:41
Qui nessuno vuole fare strage di cani o di gatti ma rendere il paese piu' vivibile e destinare quella bomba di spesa(sapete quanti soldi sono 300.000 euro?)per fini piu' umani,anche perche' secondo me vengono prima le persone umanamente parlando e dopo gli animali DI QUALSIASI GENERE!Una persona puo' curare e dare da mangiare ai cani,gatti.ecc.ecc. MA UN ANIMALE NON PUO' DARE DA MANGIARE AD UN DISOCCUPATO O AD UN ANZIANO!E NON PARLIAMO DELLE STRADE SPORCHE DELLE EIEZIONI(MERDA)E MINZIONI(PISCIA)DI CANI CON PADRONI LURIDI AL SEGUITO!!!
 
 
#14 Caniegatti 2016-10-20 12:20
Alla gente piacerebbe vivere senza animali e verde.solo cemento, asfalto e piastrelle. Poi degli animali si fa anche a meno tanto sono solo un impiccio., anzi sterminiamoli tutti così ci togliamo il problema subito
 
 
#13 Psyco Killer 2016-10-20 12:10
Interpellate la comunita' cinese e loro risolveranno il problema.
 
 
#12 PASQUINOVEROUNO 2016-10-20 08:08
x comm.9 Condivido il tuo post,ma non mi piace quel tuo PSEUDO ECC.Forse non sai che i PSEUDO hanno in casa gia' cani o gatti, e alle volte tutti e due, e anche piu' di uno,presi dai canili o dalla strada.GIUSTA LA SECONDA PARTE,MA COME SEMPRE MANCA LA VOLONTA' DI ATTUARE SOLUZIONI ALTERNATIVE.MEGLIO CI SONO MA NON HANNO RISCONTRO ECONOMICO X QUESTA AMMINISTRAZIONE,E QUINDI NON SONO PRESE IN CONSIDERAZIONE.Con quella cifra esorbitante si potrebbe dare assistenza alle famiglie disagiate, e si potrebbero aiutare anche gli animali di Cassano.CITO:“Il sindaco, quale ufficiale del Governo, adotta, con atto motivato provvedimenti anche contigibili ed
urgenti nel rispetto dei principi generali dell’ordinamento, al fine di prevenire ed eliminare gravi
pericoli che minacciano l’incolumità pubblica e la sicurezza urbana”.ERGO, IL SINDACO POTREBBE CONFISCARE, QUEI-TERRENI-IMMOBILI ECC, DA TEMPO ABBANDONATI,con l’obiettivo di renderli immediatamente fruibili ed utili soprattutto in ambito sociale”. COSA CHE SINDACI DI ALTRI PAESI HANNO FATTO.Ma a LIONETTI -COMPARI E COMPARUCCI, NON GLIE NE FXXXX, UN AMATO XXXX :-x
 
 
#11 Fuori di testa 2016-10-20 07:20
X Katia
Ma in tutti questi millenni come hanno fatto a vivere questi animali? Grazie al loro istinto animale o perché ci sono sempre stati i negozi che vendono cibi x animali e la gente che li porta a spasso?
Faccio una provocazione: e tutte quelle persone che non hanno un lavoro e/o che vivono in vera miseria non sono esseri viventi? Perché non vedo cosi tanta gente che aiuta gli altri come invece vedo tante persone che si fanno portare in giro da un piccolo cagnolino? Non è che ci stiamo frullando il cervello? Notizia di questi giorni è la diminuzione delle nascite. Perché non si adotta un bambino invece di un cagnolino? Un bambino ha un valore immenso per la società! Un giorno può essere una persona di aiuto per tutti.
Buona riflessione
 
 
#10 Katia 2016-10-20 01:44
Leggo commenti disgustosi del tipo la gente non puo' mangiare e' vanno a spendere i soldi per cani e' gatti..bhe' non sono ezseri viventi anche loro??anzi meglio loro sicurissimo che certa gente malvagia
 
 
#9 TROPPO DIFFICILE ?? 2016-10-19 22:48
Se tutti gli "PSEUDO AMANTI / VOLONTARI" degli animali, invece di parlare solamente, ospitassero nelle proprie personali abitazioni un solo cane randagio, immediatamente si avrebbe la diminuzione del randagismo e un risparmio economico per tutta la comunità.

VERAMENTE DIGNITOSO, invece, sarebbe destinare tale pazzesca somma (300.000 euro/annuali) a quelle famiglie/persone che non possono nemmeno permettersi di comprare medicine o sottoporsi ad esami specialistici o di curarsi in MODO DIGNITOSO.
 
 
#8 Fuori di testa 2016-10-19 22:05
Soppressione e tasse ai possessori di cani!!!
Condivido appieno il commento n. 7
 
 
#7 xy 2016-10-19 15:42
La gente non puo' mangiare,la Natuzzi licenzia e famiglie rimangono senza un euro e questi vanno a spendere 300.000(TRECENTOMILA EURO)per degli animali!!!Ma qualcuno si e' mangiato il suo stesso cervello.A TUTTO C'E' UN LIMITE e qui lo si e' superato da molto TRA CANI,GATTI E IMMIGRATI!Paghiamo fior di tasse per sperperare soldi guadagnati con sudore e sangue!!!MA SCIAT +++
 
 
#6 Lorenzo Fiore 2016-10-19 15:17
Brunelli, sei il solito provocatore con questi messaggi e quesiti sui cani randagi. E, poi, 300 mila euro che vuoi che siano per questa ricca metropoli con spiccata propensione al turismo culturale e culinario? Ma smettiamola con questi allarmismi, i cani randagi (ora si aggiungono anche i gatti?), soprattutto quando pieni di cimici, non microcippati, non vaccinati, non sterilizzati, affamati, magari con turbe gravi da aggressività congenita, rimessi arbitrariamente in circolazione nell'abitato lo rendono più accogliente, sicuro, piacevole, in due parole: VIVIBILE e MODERNO!
il sindaco riceve volontari per parlare di come "sistemare" i randagi in circolazione, che crescono a vista d'occhio, ma con il sottoscritto personalmente più volte aveva parlato promettendo di dare una soluzione anche a quelli "ghettizzati" non foss'altro che per ridurre ad un terzo la spesa attuale.
Ma non se n'è fatto niente: un vero bluff.
Del nuovo canile di proprietà del Comune (dog house, lo chiamano per essere moderni) del quale non è stata fatta neppure l'inaugurazione, non se ne sa niente, non è dato sapere niente: da quando è entrato in funzione, quanti cani gestisce, chi sono i soci della onlus, quanti sono i volontari e i lavoratori assunti, e, per ultimo ma non da ultimo, QUANTO COSTA AI CASSANESI?

PS: È appena il caso di sottolineare che il tono ironico di questo commento vuol essere, al contrario di quello che si legge, solo un apprezzamento per Giovanni Brunelli che affronta con puntualità e onestà intellettuale anche quest argomento.
 
 
#5 Angelo Marsico 2016-10-19 13:42
Oltre € 300.000,00 l'anno di soldi pubblici spesi per cani e gatti randagi!!!
Redazione, forse c'è un errore.
Se poi la cifra spesa è attendibile, forse, risulterebbe maggiore di quanto si spende per i minori del nostro comune.
Se fossi amministratore, recupererei quella cifra dai possessori di quegli animali giusto per solidarietà per i meno fortunati che non hanno padroni, quindi ad essere randagi e o rinchiusi in un canile.
Come?
Una tassa ad animale posseduto con l'obbligo di sterilizzazione a proprie spese.
Ai trasgressori: salatissime sanzioni.
Guardiamo in faccia la realtà: i randagi sono per la generalità figli di animali posseduti dagli amanti di questi stessi. Una categoria di persone che per proprio interesse (amore) posseggono un animale della fattispecie canina e felina e che per solidarietà possono contribuire al sostentamento di quelli meno fortunati, Così facendo, non si creeranno più randagi e si estingueranno per mancanza di riproducibilità. Salvo se sono migranti dai paesi limitrofi e quindi clandestini.
Con gli eventuali maggiori introiti si potrebbe iniziare a programmare spese per strutture dedicate far far andare i fedeli padroni a "sgambettare" con i loro amori a quattro zampe.

RISPONDE G. BRUNELLI

Nessun errore. Legga Delibere e Determinazioni o il Bilancio di Previsione 2016 e faccia due conti.
 
 
#4 Socio 2016-10-19 13:33
300.000 mila euro???? Ma stiamo scherzando?
 
 
#3 Caniegatti 2016-10-19 12:30
Finalmente si parla di zone da adibire a cibo e acqua per animali. E pure alla sterilizzazione. Avanti così.....molto bene,
 
 
#2 Nutella78 2016-10-19 11:13
Possiamo risolvere anche il problema piccioni visto che stanno aumentando vertiginosamente. Ogni giorno vicino casa muoiono.Grazie abito in Via Puccini quindi non centro storico!!!
 
 
#1 ????????? 2016-10-19 11:05
E chi bisogna contattare in caso di necessità?????
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI