Martedì 17 Ottobre 2017
   
Text Size

Riaprono le scuole: il messaggio del Sindaco Lionetti

sindaco con fascia orizzontale

 Dopo il Liceo Scientifico-Classico, lo scorso 12 settembre, tocca all'Istituto Comprensivo "Perotti-Ruffo" riaprire stamattina i battenti in attesa che il 19 settembre tornino in aula i più piccoli fra gli alunni, quelli della Scuola dell'Infanzia e il 26 settembre quelli che frequenteranno il "nuovo" "Regina Elena".

Il Sindaco Vito Lionetti ha diffuso stamattina via Fb questo messaggio d'auguri a studenti e famiglie.

 

Se c’è un giorno che rimane scolpito nella memoria, quello è il primo giorno di scuola.

Impossibile dimenticare emozioni, sentimenti, parole, abbracci e pure le lacrime versate in quello straordinario giorno. Una tappa fondamentale della vita, quasi un nuovo inizio, soprattutto per i bambini e i ragazzi che iniziano un nuovo ciclo di studi, che avvertono elettricamente che sta per nascere qualcosa di nuovo, che un passo importante si compie, che un grande cambiamento è in arrivo.

La “campanella” che suona a settembre - nelle sue tante varianti - ci ricorda tutto questo.
Un nuovo anno scolastico sta iniziando: per alcuni studenti le aule si sono già aperte da qualche giorno; per i più piccoli quella campanella sta suonando adesso.

Quel suono chiama all’ottimismo, sveglia dal torpore, invita all’azione, mette in marcia.

Che grande segno di speranza è il fatto che quella campanella, a pochi giorni dal terribile sisma che ha colpito il Centro Italia, sia già squillata nella città di Amatrice: un trillo gioioso più forte del rombo cupo e tremendo del terremoto; uno squillo forte che smuove le macerie e fa’ salire in alto il desiderio di vita.

Non è un caso che la prima istituzione a rinascere dopo il dramma sia proprio la Scuola.

È dall’educazione che si riparte: noi italiani - di quell’Italia patria di don Milani e della Montessori - ce l’abbiamo nel DNA, sappiamo che è con essa che si ricostruiscono le fondamenta (non solo metaforiche) di una società.

Il primo giorno di scuola, allora, dedichiamolo agli alunni, agli studenti, agli insegnanti delle scuole delle città colpite da questa immensa tragedia.

Che il nostro abbraccio li aiuti a scacciare il terribile incubo di quella notte.

A Cassano siamo consapevoli del valore della Scuola.

Si sono praticamente conclusi i lavori per dare anche quest’anno spazi nuovi e migliori alla Scuola dell’Infanzia e a quella Primaria e siamo già al lavoro per intervenire sulla Scuola Secondaria di Primo Grado: il Comune, con tenacia, ha ottenuto infatti un finanziamento di quasi 1 milione di euro per intervenire sull’edificio che ospita la Scuola Media.

Sarà l’ennesimo fiore all’occhiello dell’Istruzione Pubblica a Cassano, dalla Materna alla Scuola Superiore: una eccellenza per i programmi (innovativi, al passo con i tempi, in sintonia con le teorie pedagogiche più attuali ed efficaci), per la dirigenza, gli insegnanti e il personale scolastico (tutte persone competenti e preparate) e per le aule e gli spazi adibiti alla didattica (rinnovati, ampi, adatti a una forma di educazione nuova e sicuri).

Non sarebbe così se, accanto allo sforzo dell’amministrazione comunale, non ci fosse l’impegno di tutte le componenti scolastiche (che va ben oltre il dovere professionale) e il contributo straordinario dei genitori: a tutti loro va il mio più sentito ringraziamento e l’augurio di un proficuo lavoro per questo nuovo anno scolastico.

La scuola – come è stato detto - è il nostro passaporto per il futuro, poiché il domani appartiene a coloro che oggi si preparano ad affrontarlo.

Il domani di Cassano è nelle mani delle nuove generazioni che oggi rispondono al suono e al richiamo di quella campanella.

L’augurio che faccio ai nostri ragazzi è quello di vederli - educati da una Scuola Pubblica all’altezza del suo compito, per la quale stiamo alacremente lavorando - capaci di fare cose nuove, e non semplicemente di ripetere quello che altre generazioni hanno fatto. 
Buon anno scolastico a tutti.

 

Commenti  

 
#18 Volpe P. per Riccio 2016-09-17 07:36
Gentile Riccio,
setta, capetto, società globalizzata ....gentile signore/a dall'uso che fa delle parole capisco che il confronto non è una sua prerogativa. Comunque io non ne farei una questione di massimi sistemi o una lotta di classe! Dicevo semplicemente che questo metodo, che non reputo ne migliore ne privilegiato rispetto al "vecchio", prevede un inserimento diverso, una didattica diversa, un utilizzo degli spazi diverso. "Innovativo" non è un giudizio qualitativo ma solo un dato oggettivo perché nuovo. Chi lo ha scelto affronterà percorsi non collaudati mettendo in gioco la formazione dei propri figli nel bene e nel male; credo che il primo obbiettivo, al di là della globalizzazione,del buco dell'ozono sia insegnare ai nostri figli l'accettazione delle scelte altrui, gli servirà a perseverare nelle proprie e ad accettarne il risultato. Buona giornata e a rivedervi nel bosco.
 
 
#17 riccio per volpe 2016-09-16 15:36
Chi parla in questo modo fa parte della setta che si è creata nella scuola di Cassano, dove tutte le lamentele che si stanno già creando intorno a questa"straordinaria innovazione" vengono messe a tacere dal capetto di turno. In una società globalizzata, rendere i bambini schiavi di un metodo vantato per avanguardia, fa solo ridere. Vi piacciono le apparenze e vi servite dei piccoli per mettervi in mostra, ma i risultati già si vedono: classi divise e manofestazioni separate. Bella cosa!!!!
 
 
#16 Torquemada 2016-09-16 10:33
Il Gran Vitello, ovvero l'iconografia dell'inutile.....
 
 
#15 Lampo 2016-09-16 09:59
x George.

Mi sembrava una notizia migliore, più nuova e che mettesse di buonumore rispetto al grigiore che ci circonda. Non trovi?
 
 
#14 Volpe 2016-09-16 08:54
Qualcuno dimentica che quel tipo di inserimento fa parte del progetto educativo scuola senza zaino, non aver scelto questo tipo di progetto e lamentarsi che non si applichino al proprio le stesse regole è assurdo, significa che da oggi chi non partecipa al progetto è legittimato a lamentarsi di qualsiasi cosa venga fatta diversamente dal vecchio metodo. Il fumo è probabilmente negli occhi di chi non riesce a vedere la straordinaria evoluzione che la scuola elementare sta avendo in un piccolo paese della provincia. Un padre
 
 
#13 PASQUINOVERO 2016-09-16 06:52
Caro (si fa x dire) signor LIONETTI,lei insiste con parole da libro Cuore,profuse ad ogni occasione inutilmente!!!CITO:....Sarà l’ennesimo fiore all’occhiello dell’Istruzione Pubblica a Cassano, dalla Materna alla Scuola Superiore: .....io direi FIORE DI CACTUS.Lo stiamo scrivendo in MUSICA IN PROSA, IN CINESE, IN ARABO....NOI LA MAGGIORANZA NON LA VOGLIAMO COME SINDACO,quei pochi voti in piu' sono stata la sua FORTUNA,MA TALE NON E' ETERNA.Per cui,ci risparmi i suoi discorsi ROBOANTI CHE CI PROPINA AD OGNI OCCASIONE.Vuole restare ancorato, fino alla fine del mandato, a quella poltrona??!!!!Va bene aspetteremo!!! FACCIA ATTENZIONE ALLE PIAGHE DA DECUBITO..... :-x
 
 
#12 Marisa 2016-09-15 22:06
Condivido con Maria Luisa. Mio figlio in prima in via convento nulla di così impegnatIvo. Dirigente si vergogni delle differenze.
 
 
#11 Maria Luisa 2016-09-15 20:25
Ancora più assurdo assistere a festeggiamenti altisonanti in piazza per l'accoglienza dei bambini della scuola senza zaino e i bambini di due classi prime della scuola di via Convento esclusi da tutto questo. Non vi vergognate neppure un pò della vostra poca o niente sensibilità, Sindaco, Dirigente Scolastica, insegnanti e anche genotori che non riuscite a uscire da questi schemi chiusi e poco accoglienti? Poi parlate di comunità, di inclusione, di accoglienza.... VERGOGNATEVI!
 
 
#10 #annunci 2016-09-15 17:18
Annuni, proclami, discorsi, inaugurazioni,
Solo chiacchiere, e qualche cambio di senso di marcia ,senza concretezza, tanto fumo e poco arrosto; questo paese è in depressione amministrativa (almeno per i cittadini) e un territorio abbandonato a se stesso con tanti re, papi e cardinali ma sicuramente senza un "sindaco".
 
 
#9 Daphne 2016-09-15 17:12
Ogni volta che entro in questo sito e leggo i commenti rimango allibita, sapete solo criticare l'operato altrui , se non apprezzate il lavoro del Sindaco Lionietti allora proponete qualcuno che sia all'altezza dell'incarico. Non è facile accontentare tutti, ma sono sicura che qualsiasi persona venga incaricata , voi continuerete a rompere le scattole con le vostre lamentele. Questo paese ha bisogno di fatti, le chiacchiere non portano a nulla , mbah! :/
 
 
#8 Cittadina 2016-09-15 17:02
Siete sempre bravi a criticare e poi cosa fate per cambiare le cose ?! Nada!
 
 
#7 George 2016-09-15 15:25
Lampo che sono questi paragoni???????
 
 
#6 francesco c. 2016-09-15 11:57
Che monotonia quest'uomo......
 
 
#5 Lampo 2016-09-15 11:09
x redazione: permettete una notizia molto più interessante di questa e che riguarda Cassano?

Eccola

http://video.repubblica.it/edizione/bari/il-maialino-al-guinzaglio-e-cresciuto-la-nuova-vita-di-george-sulla-murgia/251927/252095
 
 
#4 Genitore 2016-09-15 11:07
Mah, pare ci siano stati ritardi, disorganizzazione e mancanza di programmazione...alle belle parole non corrispondono i FATTI!
 
 
#3 Iago73 2016-09-15 08:38
ma smettila di fare questo buonismo da quattro soldi !
 
 
#2 cittadina 2016-09-15 08:35
Caro Sindaco, le scuole non sono solo quelle elementari e medie, per fortuna cassano ha anche quelle superiori già aperte dal 12 settembre.
Ti ricordi il giorno 15? Dopo tre giorni?
Anche in questa occasione hai dimostrato chi sei e cosa vali, ma soprattutto che te ne vai seguendo un calendario tutto tuo che nessuno, ritengo senza presunzione, ha capito qual'è. Forse quello russo-ortodosso? Chissà!
 
 
#1 Vitino 2016-09-15 07:10
La presentazione l'hai già fatta facendo aprire con ritardo.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI