Lunedì 23 Ottobre 2017
   
Text Size

Tumulazione errata, una precisazione dal Comune

municipio

Dal Comune di Cassano, riceviamo e pubblichiamo.

Nei giorni scorsi alcuni giornali locali (in realtà questo sito di informazione e il settimanale "La voce del paese", NdR) hanno segnalato il caso della tumulazione di un defunto nel cimitero di Cassano avvenuta in un loculo appartenente ad un’altra persona, evidenziando di fatto una responsabilità del Comune, che avrebbe commesso il grave errore di concedere la stessa tomba a due soggetti differenti, intascando oltretutto un doppio corrispettivo per l’attribuzione dello stesso loculo.

Un episodio che, ovviamente, ha generato nell’opinione pubblica irritazione e sdegno, trattandosi di una vicenda che riguarda un aspetto particolarmente delicato, come è appunto la perdita di un proprio caro e il rispetto che una comunità deve ai defunti.

Ma i responsabili e i dipendenti dell’ufficio preposto non hanno commesso errori.

Agli atti del Comune, infatti, ci sono due distinti atti di concessione, sottoscritti con i cittadini protagonisti di questa vicenda, che riguardano due diversi loculi, in blocchi differenti, realizzati in distinti stralci relativi al progetto di ampliamento del cimitero comunale. Pertanto l’erronea sepoltura non può essere addebitata al Comune, che non ha alcuna responsabilità in questo increscioso episodio.

Il Comune – è bene sottolinearlo – non si occupa direttamente della tumulazione dei defunti, che è affidata ad un soggetto esterno, secondo una modalità di gestione del cimitero stabilita dalle amministrazioni precedenti già diversi anni fa.

 

Commenti  

 
#4 volavola 2016-08-23 09:20
Il solito scaricabarile. Ciò non toglie che qualcuno paghi per l'errore commesso.Ormai si sa come andrà a finire,a tarallucci e vino.Un saluto.
 
 
#3 che pagliaccio! 2016-08-22 15:23
La modalità di gestione delle tumulazione non è stata stabilita in perpetuo dagli altri come tu li chiami. Tu che ++++ stai a fare a prenderti lo stipendio e basta? Sei capace di dare la colpa sempre agli altri. Sei solo un coniglio che sbafa alla faccia dei cittadini.
 
 
#2 X commento 1 2016-08-22 13:56
E delle notizie date per sentito dire, quindi non veritiere, non c'è da vergognarsi?

LA REDAZIONE

Se si riferisce a questo giornale, è in perfetta malafede. La notizia che abbiamo riportato un mese fa ci è stata riferita dai diretti interessati (i parenti dei defunti) e confermata da due operatori del cimitero. Dunque nessun "sentito dire". E comunque stiamo approfondendo la questione per verificare se quel che dice la nota del Comune corrisponda al vero o meno.
 
 
#1 ... 2016-08-22 09:18
la precisazione ci sta tutta, ma il metodo del nostro soggetto che deve sempre scaricare su chi stava prima di lui "secondo una modalità di gestione del cimitero stabilita dalle amministrazioni precedenti già diversi anni fa." è puerile e tipico di chi non sa assumersi le responsabilità.
Se vitino ritiene di modificarla la modalità di gestione lo facesse! Questo significa assumersi le responsabilità. Si continua a dialogare come i bambini "...che io non centro in tutto questo eh!!...".
C'è da vergognarsi.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI