Lunedì 23 Ottobre 2017
   
Text Size

Warning: getimagesize(images/stories/archiviofoto/Cimitero_Comunale.JPG) [function.getimagesize]: failed to open stream: No such file or directory in /home/cassanoweb/public_html/plugins/content/contentoptimizer.php on line 189

Warning: filesize() [function.filesize]: stat failed for images/stories/archiviofoto/Cimitero_Comunale.JPG in /home/cassanoweb/public_html/plugins/content/contentoptimizer.php on line 196

Stessi loculi ma due diversi proprietari: accade al Cimitero

Cimitero Comunale

Due diversi proprietari per gli stessi loculi: accade al Cimitero di Cassano. Una vicenda che ha dell’incredibile e dunque merita di essere raccontata.

I figli e la vedova di un anziano signore cassanese, defunto qualche giorno fa, dopo la tradizionale Santa Messa celebrata in chiesa, arrivano con il corteo funebre al Cimitero di via Adelfia e assistono allo straziante rito della tumulazione presso uno dei loculi che la famiglia aveva comprato dal Comune ben cinque anni fa; in realtà i loculi acquistati – con regolare e documentato bonifico bancario – sono due, uno dei quali riservato, al più tardi possibile, sperano tutti, alla amata consorte del defunto. Uniti nella vita, uniti anche nella morte.

La cerimonia si conclude e fra il dolore dei parenti e le condoglianze, tutti tornano a casa.

Il giorno dopo, però, a qualcuno che si affaccia proprio dinanzi a quel loculo, col cemento asciugatosi da poco, qualcosa non quadra.

E’ una signora, sempre di Cassano, che quel loculo – assieme ad altri cinque, posizionati sulla stessa fila -  lo conosce bene avendolo acquistato dal Comune solo qualche mese prima. Esaudendo, fra l’altro, la volontà di una intera famiglia composta da tre sorelle con i rispettivi mariti con il desiderio di essere sepolti gli uni accanto agli altri. Acquistati e mai utilizzati, per loro fortuna.

Con una spesa, fra l’altro, di non poco conto:  circa 13mila euro fra costi e tasse.

La signora non crede ai propri occhi: guarda e riguarda la fila dei loculi e ne vede uno occupato da un defunto che con lei e con la sua famiglia nulla c’entra.

Timorosa di aver sbagliato qualcosa, torna a casa, cerca le carte che il Comune le ha dato come ricevuta dell’acquisto e ritorna al Cimitero, giusto per capire se avesse sbagliato qualcosa.

Macchè: tutto corretto. Quelli sono i loculi acquistati e quello è uno degli occupati. Indebitamente, pensa la signora.

Che si rivolge subito al Comune per chiedere spiegazioni.

“C’è un errore, signora” – immaginiamo abbiano detto gli impiegati: “ci siamo rivenduti il suo loculo!”

E’ bastato poco infatti, perché dalla ricerca nei registri venisse fuori l’inghippo: fra i sei loculi venduti qualche mese fa, c’erano anche i due che la famiglia del defunto aveva acquistato ben cinque anni prima, un acquisto mai perfezionato con un contratto ma valido a tutti gli effetti essendo stato regolarmente pagato.

Due proprietari, dunque, per due loculi!

 

p.s.: pare che l’attuale “inquilino” debba trasferirsi perché la famiglia vorrebbe acquistare un pezzo di terreno ed edificare una cappella dove poi trasferire la salma. Fino ad allora quel loculo avrà…due padroni.

 

Commenti  

 
#20 Io so 2016-07-31 11:25
Dall Brunè..la verità fà male :-* :-*
 
 
#19 Io sò 2016-07-30 17:35
Ennesima cantonata per i criticoni e i saccenti di questo sito:Chi sà come sono andate veramente le cose,dovrebbe parlare.
Di certo i dipendenti e il comune in questa questione hanno avuto un ruolo marginale e istituzionale.
 
 
#18 X volavola 2016-07-29 17:06
Parli giustamente di colpe, anche dei dipendenti comunali e ragioneria.
Ma perché secondo te quando si tratta di errori che fanno i dipendenti comumali paga qualcuno? Possono fare quello che vogliono, tanto sono intoccabili, privilegiati. Mica come nel privato.
Quindi, purtroppo, le cose le sappiamo, ma tanto non cambia niente.
L'amministrazione poi, sia quella di prima che quella attuale, stendiamo un velo pietoso. Quindi tra dipendenti che sappiamo come sono e amministrazioni che sappiamo pure come sono, i cittadini subiscono.
Spero proprio che alle prossime votazioni ci siano facce nuove, altrimenti penso proprio che votare o x i vecchi o x gli attuali farà proprio venir voglia di disertare le urne. Si votassero loro, non sarò complice di tale stallo. Persone affamate e non di bene comune.
 
 
#17 volavola 2016-07-28 12:50
La negligenza è imputabile a chi ha comprato i loculi e non ha perfezionato il contratto ritornando dall'impiegato con le ricevute di pagamento.Ciò non esula da colpe la ragioneria del comune che doveva rendersi conto (facendo la spunta)degli incassi,naturalmente superiori, derivanti dal settore adibito a tale incarico(come del resto anche da altri).Un saluto.
 
 
#16 Cittadino 2016-07-28 11:27
Per commento 7 e 11. Ma cosa centra l'amministrazione con gli errori burocratici che fanno all'interno degli uffici?
 
 
#15 Leonardo il bello 2016-07-27 22:51
ma forse 13mila euro è il costo di entrambi i loculi?
 
 
#14 Leggi bene 2016-07-27 17:47
X redazione, Carissimo G. Brunelli,che questo giornale è di parte già lo sappiamo, ma incolpare a prescindere sempre questa amministrazione ha stufato un po. Ripeto: domani vieni a casa mia pagamela in contanti e poi dopodomani prova ad entrarci da padrone senza nessun pezzo di carta firmato. Io più che i loculi proverei a vedere dove sono finiti i soldi con i quali sono stati pagati, visto che non esiste nessun contratto da quel che avete scritto.
Grazie e provate a fare sano giornalismo.

RIsponde G. BRUNELLI

Non ho incolpato alcuno ma solo ricordato con correttezza le date. I soldi sono finiti nelle casse del Comune. Per il resto rispetto la sua opinione anche se smentita dai fatti.
 
 
#13 volavola 2016-07-27 17:39
Nel 2008 erano in offerta ( 4° piano attico)a euro 1250 in concessione per 50 anni.Un saluto.
 
 
#12 me 2016-07-27 10:29
X me chiunque ha sbagliato deve pagare, compresi i dipendenti se c'entrano
 
 
#11 verace 2016-07-27 10:15
Sicuramente hanno fatto un'altro "copia&incolla", questa volta su un contratto di vendita. Non ho parole, una denuncia alla Procura della Repubblica sarebbe d'obbligo. Non avete rispetto neanche per i cittadini che hanno dato onore a questa città, vergognatevi!!!
 
 
#10 leggi bene 2016-07-27 10:04
Per manicomio o cosa, sempre a puntare il dito contro questa amministrazione, se leggi bene, il loculo è stato venduto 5 anni fa soli con i soldi, e senza contratto, come dice l'articolo. Quindi qualcuno a suo tempo non faceva le cose a regola d'arte.se vuoi ti vendo la mia casa in contanti ma senza contratto poi vediamo chi ci continuerà ad abitare dentro.

RISPONDE G. BRUNELLI

Mi permetto: al di là del contratto (pare sia di prassi fare così), il problema è che i loculi sono stati ri-venduti nel 2016....pochi mesi fa, cioè!
 
 
#9 per redazione 2016-07-27 09:32
Mi scusi in che anno sono stati comprati i loculi?
13 mila euro mi scusi non e il costo del loculo costa molto meno, mi sembra molto ma molto esagerato

RISPONDE G. BRUNELLI

L'ho già scritto: i loculi sono stati acquistati nel 2011.

Anche a me, poi, sembra esagerata la cifra ma è quanto mi è stato riferito e comunque non è il nocciolo della faccenda.
 
 
#8 volavola 2016-07-27 08:21
I denari incassati dalla doppia vendita risultano in bilancio? Possibile che nessuno se ne sia accorto. Un giorno di questi devo andare in comune a controllare,non vorrei avessero rivenduto anche i miei forse per più di un paio di volte.Un saluto.
 
 
#7 manicomio o cosa? 2016-07-27 06:27
che RINASCITA ragazzi...si, dei manicomi!
:D :D :-x
 
 
#6 Franco Campanale 2016-07-26 21:31
Ma è un normale caso di overbooking, lo fanno tutti! Incredibile, anche al cimitero :o

P.S. la grammatica è un'opinione!
 
 
#5 forse 2016-07-26 19:24
....due proprietari,dunque, per due loculi!!!....??????e che c.... redazione PER UN LOCULO !!!!!E STATE ATTENTI!!!


LA REDAZIONE

Legga l'articolo: non si fermi al titolo. I loculi sono due (quelli contesi) ed i proprietari anche.
 
 
#4 tubo 2016-07-26 19:08
roba da pazzi mi sembra un film di toto sempre con rispetto hai familiari del defunto :sad:
 
 
#3 Impiegato 2016-07-26 18:57
Vergogna
 
 
#2 ma 2016-07-26 17:43
Siamo su "scherzi a parte"?
 
 
#1 cassanese qualsiasi 2016-07-26 17:27
Ma siete sicuri che trattasi di involontario errore?
Perché gli amministratori attuali e quelli precedenti non hanno mai il coraggio di rendere pubbliche le richieste pervenute al Comune per le concessioni?
Ma quanti loculi sono utilizzati in affitto?
Perché non si accolgono le richieste ampliando il cimitero?
A chi giova il traffico??
Potrebbe essere una bella sfida di trasparenza per l'Amministrazione attuale.
Il Sindaco, dovrebbe rispondere a tutte le richieste depositate al protocollo e magari renderle pubbliche in ordine di arrivo.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI