Giovedì 14 Dicembre 2017
   
Text Size

Mercato di sera e più sicurezza: le proposte dell'Amministrazione

mercato serale

Prove di dialogo fra l’Amministrazione Comunale e gli operatori commerciali cassanesi, ieri presso la Sala Consiliare.

Due le novità rilevanti emerse dall’incontro: lo spostamento alla sera del mercato del venerdì, per il mese di agosto e l’arrivo di un importante finanziamento (circa 150mila euro) per dotare i principali luoghi pubblici di telecamere di controllo e sorveglianza.

La Giunta comunale quasi al completo e una quindicina fra commercianti e imprenditori hanno discusso per oltre due ore su una serie di problematiche che riguardano sia le attività economiche che la vita cittadina in generale: il Sindaco Vito Lionetti e l’Assessore al Commercio Michele Maiullaro hanno assicurato che si tratta di un primo di una serie di incontri che si terranno con gli operatori per riannodare un rapporto importante dato che l’oramai evanescente Consulta Comunale delle Attività Produttive non si riunisce più e fra i commercianti manca una associazione di riferimento che li rappresenti nelle stanze della politica cassanese.

Il mercato serale

La proposta è stata fatta da Maiullaro ai commercianti ambulanti e pare che questi abbiamo accettato di buon grado: far svolgere il mercato del venerdì, in agosto, alla sera anziché di mattina quando il caldo, le ferie e il mare fanno fuggire molti clienti.

“Ma dico di più – ha spiegato l’assessore al Commercio – perché questa è l’occasione per vivacizzare il centro del paese con la realizzazione di un piccolo mercatino di prodotti da svolgersi in contemporanea al  mercato, lungo piazza Garibaldi, con gazebo dedicati agli operatori locali”.

Una idea che è piaciuta ai presenti, arricchita da altre proposte quali l’animazione per bambini e la presenza di artisti di strada, anche per attrarre gente da fuori paese o dai Borghi.

Utilizzate piazza Rossani: l’invito del Sindaco

L’altra proposta, questa volta viene dal Sindaco che ha invitato i commercianti ad utilizzare appieno piazza Rossani che nel pomeriggio e a sera si anima di famiglie e bambini per il parco giochi realizzato dal Gal. Lionetti ha invitato a mettere tavolini, offrire cibo e prodotti tipici e far intrattenere le famiglie, impegnandosi a chiudere al traffico la piazza e aumentare l’illuminazione della zona.

150mila euro per la video-sorveglianza

E’ in arrivo un finanziamento con fondi europei di oltre 150mila euro, ha detto il Sindaco Lionetti: servirà per dotare piazze, luoghi pubblici affollati e luoghi di culto (ad esempio il piazzale del Convento) di telecamere di sicurezza di ultimissima generazione con funzioni di video-sorveglianza e deterrente per atti vandalici o gesti poco civili nei confronti dei beni pubblici. “Si tratta di un finanziamento di cui abbiamo avuto ampia assicurazione – ha detto Lionetti – e che dovrà essere realizzato e rendicontato entro la fine dell’anno quindi i lavori partiranno a breve”.

L’annuncio in risposta alla richiesta di maggiore sicurezza, da parte di alcuni commercianti, soprattutto nelle ore serali e in Villa, dove da una certa ora in poi “si fa quel che si vuole” ha detto una operatrice del commercio.

Più in generale, la richiesta di maggiori controlli e verifiche da parte delle forze dell’ordine è arrivata un po’ da tutti gli operatori ma ovviamente si tratta di agire in prima persona per rispettare le regole e il vivere civile dunque tutti sono chiamati a fare la loro parte, hanno ribadito gli amministratori.

Un cambio di mentalità

Ha sorpreso e non poco un certo “cambio di mentalità” che più volte è emerso nella lunga discussione ovvero un diverso atteggiamento di non pochi commercianti rispetto alla vita cittadina. L’idea, cioè, che oramai il turismo così come lo si è conosciuto nel nostro paese negli anni ’80 e ’90 non ci sarà più “e allora pensiamo a noi cassanesi, a migliorare e rendere vivibile Cassano per noi stessi, per noi cassanesi e non più solo per i forestieri, magari organizzando qualche spettacolino d’estate e dormendo per tutto il resto dell’anno”  hanno detto in diversi. “Vivo a Cassano da 8 anni e ed abito ai Borghi – ha ribadito l’Assessore Davide Pignatalee a volte mi sembra che tanti cassanesi guardino al paese come a trent’anni fa ma non è più così; l’arrivo di tanti residenti non cassanesi, che del paese conoscono nulla o quasi, deve far cambiare la nostra mentalità e il nostro modo di approcciarsi ai problemi”, ha detto Pignatale.

Un paese attivo tutto l’anno, cioè, che sia bello da vivere prima di tutto per noi stessi, dunque: una “Martina Franca della Murgia” ha detto Pignatale.

Il “mea culpa” dei commercianti e le critiche alla Pro Loco

Se si parla di colpe per questo stato di cose, per un paese che non riesce, cioè, a reagire al declino, i commercianti presenti non si tirano indietro ed hanno fatto “mea culpa”. Troppe volte, hanno detto, “ci facciamo la guerra fra di noi, mai pensando alle cose da fare invece di recriminare”. Egoismo, poco voglia di informarsi e di capire come stanno le cose, giudizi erronei sono fra i mali segnalati dagli operatori economici che non hanno lesinato critiche ad una oramai inesistente Pro Loco, vista da molti come il centro di aggregazione di idee e progetti e che invece da qualche tempo latita sul territorio.

Il sindaco ha spronato i commercianti dicendo che l’amministrazione può fare la propria parte ma sono essi che devono mettersi insieme e fare squadra, così come successo, ad esempio, con la Confcommercio che ha Santeramo in colle organizza ogni anno una grande “sagra della carne arrosto” su una idea partita proprio dai commercianti. E qui è il discorso della rappresentanza, di cui prima si diceva, che viene a mancare quando non esiste affatto.

Di proposte, tuttavia, neppure l’ombra almeno per il momento. In compenso alcune richieste per le proprie “botteghe”, qualcuno addirittura riferendosi a luoghi vicini alle proprie abitazioni. Un’altra performance degna di nota in uno sport in cui molti cassanesi eccellono: pensare solo e sempre agli affari propri….

I giudizi sull’amministrazione

Così come fanno autocritica, però, alcuni commercianti hanno saputo ribattere al Sindaco alcune infelici scelte come quella di non far più svolgere una grande manifestazione come “Profumi e sapori d’autunno” che portava a Cassano migliaia di visitatori. “Non c’entra nulla il sindaco che c’è al momento” – ha detto una commercianti – “perché certe iniziative vanno salvaguardate e riproposte al di là di chi comanda in Comune perché sono patrimonio di tutto il paese”.

“Negli ultimi due anni avete distrutto tutto quel poco che era stato fatto finora” gli ha fatto eco un’altra operatrice, rivolta all’amministrazione.

Risorse che ci sono ma che non si vuol, spendere

Il motivo è sempre quello: soldi non ce ne sono. Ce lo ripetono le amministrazioni di ogni colore da vent’anni a questa parte. Sarebbe più corretto dire che quei soldi non si vogliono spendere per turismo, spettacolo e cultura (ci verrebbe da dire che trattasi di investimenti ma oramai non ne vale la pena….) ma per altro, magari ugualmente importante. Ma con un avanzo di cassa di oltre 350mila euro, come si fa a dire che “non si cono soldi”? Mah….! I commercianti, dunque, devono afre da sé, con le proprie risorse.

Maggiori controlli e sicurezza, promette Battipede

Alla riunione era presente anche il neo Comandante della Polizia Locale Pietro Battipede che ha ringraziato i commercianti per la partecipazione alla vita cittadina, prendendo nota delle lamentele ma anche rilanciando: “Dobbiamo collaborare tutti – ha detto – per migliorare la vivibilità del paese, innanzitutto facendo rispettare le regole del vivere civile. Tolleranza sì, ma senza passare per stupidi”.

Ha annunciato, poi, una lotta all’”abusivismo personale”, ovvero quei parcheggi o passi carrabili di cui chi abita nelle vicinanze si sente, a torto, proprietario ma ha lanciato l’idea dell’impiego massiccio di volontari per realizzare il progetto di “nonno vigile” o chiamare a intervenire le Associazioni dei Carabinieri o della Polizia di Stato nonché un maggiore coordinamento con gli Istituti di Vigilanza quali la “Pelicanus” presente all’incontro con il Maresciallo Eugenio Dimartino.

“Faremo le multe sono agli imbecilli”, ha ribadito il Comandante della PL “ovvero con l’ironia e il buon senso faremo capire che rispettare le regole conviene a tutti ma sarà sanzionato chi questo discorso non lo comprende”, annunciando l’arrivo di due nuovi agenti di Polizia Locale, dal prossimo 16 luglio e fino a settembre.

 

 

Commenti  

 
#24 pellè 2016-07-05 03:56
Il mercato di sera entra nel cartellone dell'agosto cassanese?
 
 
#23 Zaza 2016-07-04 13:53
Ahah...non avete capito. Questo è il grande diversivo dell'estate cassanese.Quest'anno è tutta qui...ahah
Il mercato dalla mattina alla sera. Che divertimento! Un cervellone Maiullaro!
Che altro pretendete cittadini ? :P :lol: :D
 
 
#22 suggerimento 2016-07-03 22:54
Perché non ampliamo il mercato,cassano è uno dei pochi paesi rimasti con il minor numero di commercianti che partecipano al mercato,bisogna aumentare il numero di commercianti di abbigliamento,di scarpe,ecc.....
 
 
#21 leon 2016-07-03 13:42
sarebbe buono se farebbero anche un mercatino dell'usato
 
 
#20 sveglio 2016-07-03 08:56
xalba78
"Una volta Cassano era una città di persone laboriose, amministrata da persone serie"

E quando? 3 anni fa? 8? 20?
Sto commento sembra scritto ad arte da un consigliere d'opposizione.
 
 
#19 Per #8 Cittadino 2016-07-03 08:31
Condivido domande e risposte: Pro Loco e Assessore dove siete???????
 
 
#18 x Alba 78 2016-07-03 08:15
manca un Piano Commercio nel rispetto della legge regionale. Questo vuol dire tutto. L'attenzione che questa amministrazione ha sul tema commercio è pari a "0" nella sostanza. Tutto il resto sono fantasie di erotismo elettorale! ma se abbiamo un mercato settimanale abusivo a cassano, come si può pensare a tutto il resto? Piani di sviluppo, Piani di miglioramento, Piani di esenzione delle tasse per chi avvia nuove attività, e altro ancora. Questi signori sappiamo come la pensano (copiare e incollare) siccome per fare un piano di sviluppo del commercio bisogna studiare e lavorare, ciò non sarà possibile. mettetevi l'anima in pace. L'unico rimedio è quello di aspettare una nuova compagine di amministratori dotati di capacità e soprattutto di umiltà.
 
 
#17 Valerio 2016-07-02 19:15
Ma lo sapete che voi nei commenti fate schifo?
L'amministrazione fa tutto il possibile e quindi dovete stare zitti e non vi lamentate.
Perché la gente si é scocciata di sopportare bambini della menna come voi. E con questo chiudo.
 
 
#16 Vergogna 2016-07-02 18:17
Cosa è che dobbiamo fare, la Martina Franca della Murgia? È uno scherzo vero? Ma Cassano non era la Porta del Parco dell'Alta murgia? Facciamo cosi: chiudiamo la porta, cambiamo nome al paese in Martina Franca della Murgia oppure, se abiti ai borghi da otto anni, continua a stare li perchè questo paese si chiama Cassano delle Murge e visto che sei assessore dovresti saperlo. Mai una gioia!
 
 
#15 FALSA POLITICA 2016-07-02 17:35
Io credo che si stia esagerando. Sembra quasi che ogni male discenda dalla cattiva e scellerata gestione della cosa pubblica da parte dell'attuale compagine amministrativa.Condivido molte delle critiche che vengono elevate verso la giunta, ma artigiani e commercianti forse è bene che si facciano un esame di coscienza e,se la critica è orientata a legittimare chi stava prima di questi, non credo abbia a cuore il bene della collettività.
 
 
#14 Alba78 2016-07-02 16:08
x commento 13. Hai ragione su tutto o quasi, anche se la colpa non è di Brunelli. Io sono commerciante, mio marito artigiano e conosciamo la realtà. Fare impresa a Cassano è difficile quanto farla in Africa. Soprattutto perchè manca un piano organico di valorizzazione della città. Il numero di negozi e di atttività che hanno chiuso a Cassano in questi ultimi dieci anni, ma soprattutto negli ultimi due anni in cui le chiusure si sono moltiplicate ogni giorno, non sono solo effetto della crisi ma di un'incapacità di spingere sulla via del miglioramento, dell'abbellimento della città, della sicurezza delle strade, dell'asfalto ormai a pezzi dappertutto, ... Insomma, Cassano sembra abbia perduto la sua bellezza e, come cantava Pino Daniele "sembra 'na carta sporca, e nisciuno se n'importa". Le vicende poi di massarosa, ma anche quella della delibera pro-maiullaro per la sagra della focaccia hanno scavalcato i confini cittadini, e fanno ridere i paesi circostanti. Una volta Cassano era una città di persone laboriose, amministrata da persone serie.
 
 
#13 artigiano cassano 2016-07-02 14:12
brunelli tu difendi troppo questa giunta, gli fai troppa pubblicità sulle cose che annunciano. Perchè non cominci a girare nei negozi e nelle botteghe a far sentire la voce di chi lavora nel commercio e nell'artigianato? altro che maiullaro! quelli sanno solo stare sul palco come se fossero dei cardinali e tu stai sempre a fare articoli su questi fanfaroni che con le parole nascondono solo i soldi che si girano tra di loro in giunta come i 7ooo euro della sagra della focaccia dell'anno scorso. E noi che siamo i fessi che nessuno ci da nulla? se poi ti girano qualche cosa pure a te e tu gli devi per forza fare l'articolo allora è un altro fatto

RISPONDE G. BRUNELLI

Sì, in effetti la richiesta l'ho fatta....ma non mi hanno accontentato. Zero euro.... Comincerò a fare come dice lei: mi lasci l'indirizzo, così vengo a trovarla e mi dice quel che non va.
 
 
#12 a brunelli 2016-07-02 13:42
e per quanto riguarda l'organizzazione delle feste religiose se nè parlato in questa riunione? Come mai tutti tacciono ancora e oramai i periodi delle nostre tradizioni sono arrivati e qui mi sa che le stiamo perdendo da quest'anno e non si apre ancora un argomento comunitario? Grazie.

RISPONDE G. BRUNELLI

No, non se ne è parlato.
 
 
#11 x cittadino 2016-07-02 13:39
la pro loco è sempre chiusa perchè la ex presidente ha partorito e quindi impegnata e poi non ce ne sono sacre adesso per sperperare soldini e poi le feste religiose bo se si faranno quindi Cassano è MORTAAAAAAA
 
 
#10 Strunscos 2016-07-02 13:17
Che cosa è????
Il giorno dopo la morte
 
 
#9 Mercante in fiera 2016-07-02 09:34
oltre due anni di giunta lionetti con del re e maiullaro, e questo è tutto quello che abbiamo?
dobbiamo scordarci tutto quello che non avete fatto finora? dobbbiamo scordarci tutte le porcate fatte finora? ma si può gestire la cosa pubblica con tanto disdoro e tanta disorganizzazione?
 
 
#8 Cittadino 2016-07-02 09:33
Sig. Brunelli a proposito della Pro Loco devo chiederle sa come mai da quando è sempre chiusa? L'altro giorno ho assistito ad una scena incredibile: turisti tedeschi si sono recati alla pro Loco e a dare informazioni era una sig.ra addetta alle pulizie della biblioteca che non conosceva la lingua ed ha dovuto chiamare i ragazzi che stavano studiando in biblioteca per farsi tradurre l'inglese e dare informazioni. Non le sembra una follia? Perché la pro Loco, punto anche di informazioni turistiche é chiusa? Il comune che ha concesso i locali cosa dice in proposito?
Grazie.

RISPONDE G. BRUNELLI

La Pro Loco cassanese ha rinnovato la dirigenza lo scorso gennaio: è da allora che si sta aspettando un Comunicato ufficiale sui nominativi e sulle linee programmatiche. Pare, infatti, che i soci abbiano il tassativo divieto di parlare con la stampa locale. Non mi chieda il perchè. E' anche vero che la Pro Loco ha una convenzione con il Comune per la gestione dell'Ufficio Turistico di via Miani ma non so dirle perchè questo è sempre chiuso, pur essendo l'estate cominciata da un bel pò. La competenza di tutto ciò è dell'Assessore De Grandi ma se la interpelliamo sicuramente ci dirà che "sono nostre fantasie....non è vero niente" come oramai ama ripetere per giustificare il suo immobilismo.
 
 
#7 ... 2016-07-02 09:14
linetto stai brancolando nel buio creato da te stesso - ritirati come disse gigino al grande teodoro
 
 
#6 cittadino_4 2016-07-02 08:34
Lionetti non è più il tempo delle feste e sagrette in piazza di quando eri assessore. Continui a non capire quali sono i problemi di cassano e non saranno certo io a dirtelo per farti fare bella figura, siamo sempre sulla scia del copia e incolla rubare l'ingegno degli altri. Se non sei capace devi lasciare spazio ad altri. Una cosa è certa cassano sta regredendo.
 
 
#5 egregio 2016-07-02 06:57
egregio comandante a quanto pare lei è del parere che "rispettare le regole conviene a tutti". Bene! E questo il SUO SINDACO lo sa? Inizi a farle rispettare al mercato abusivo!
Ma mi faccia il piacere vada a raccontarle ad altri le sue +++
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI