Sabato 16 Dicembre 2017
   
Text Size

Doposcuola e attività educative: il Comune lancia un Bando

enza battista

Non solo un aiuto nel fare i compiti, ma anche una attività educativa a tutto tondo, accompagnata da un servizio di supporto alle famiglie.

Sono queste le nuove coordinate dell’attività di doposcuola per minori che frequentano la Scuola Primaria e Secondaria di Primo Grado, che il Comune intende realizzare anche quest’anno. Un intervento per bambini e ragazzi che vivono una condizione di disagio e che pertanto sono più esposti al rischio della dispersione e dell’abbandono scolastico.

«La promozione dei diritti, la qualità della vita, lo sviluppo, la realizzazione individuale e la socializzazione dell'infanzia e dell'adolescenza – dichiara l’assessore Enza Battista – continuano ad essere delle priorità per l’azione della nostra amministrazione comunale. È per questo che abbiamo deciso di rinnovare, ampliandola, l’attività di doposcuola, cercando di aggiungere al sostegno scolastico, un’azione educativa nei confronti dei minori e una di supporto alle famiglie di provenienza». «La linea sulla quale da oggi intendiamo muoverci – continua l’assessore – infatti è quella di un intervento sul minore nel contesto del suo nucleo familiare, cercando di evitare, laddove possibile, l’istituzionalizzazione: una soluzione per i “casi difficili” non sempre soddisfacente.

Occorre invece rimettere al centro la famiglia – naturale, adottiva o affidataria – e cioè l’ambiente più confacente alle esigenze dei minori, attivando, come in questo caso specifico del doposcuola, anche delle azioni di supporto rivolte ai familiari dei minori coinvolti. Senza dimenticare – conclude l’assessore - che la “deistituzionalizzazione” comporta anche una sensibile riduzione della spesa del Comune, essendo l’intervento educativo-formativo e di sostegno all’interno delle mura domestiche o attraverso l’inserimento in centri diurni, decisamente più economico».

Il Comune, pertanto, ha indetto una selezione finalizzata all’individuazione di una organizzazione del privato sociale – operante nell’ambito dei servizi sociali e che promuova attraverso opportuni interventi l’inclusione sociale, in possesso delle autorizzazioni per operare in tale campo - cui affidare la realizzazione del doposcuola e delle altre attività socio-educative.

Le proposte delle organizzazioni interessate dovranno pervenire entro le ore 12.00 del giorno 18 febbraio 2016 nelle modalità previste dall’avviso. L’avviso è disponibile nella sezione "Albo Pretorio" del sito del Comune all’indirizzo www.comune.cassanodellemurge.ba.it

 

Commenti  

 
#19 cittadina 2016-02-20 15:17
Giulio e Lucio, avete espresso bene il mio pensiero sulla scuola senza zaino (e aggiungerei senza Cultura). Da persona che lavora nel campo educativo, ho potuto notare quanti sistemi educativi vengono partoriti da menti che pensano di essere brillanti ma sono diaboliche. In realtà nessuno di questi metodi nuovi arriva in soccorso del bambino e soprattutto dei bambini con difficoltà di apprendimento: metodi che di bello hanno solo il nome (o forse l'intenzione) ma che non producono null'altro che interessi speculativi di aziende che producono questo o quel dispositivo per contare, programmi per computer, libri, materiale didattico vario, addirittura (nel caso della scuola senza zaino) la classe costruita e pensata ad hoc. Il risultato è che i Disturbi dell'Apprendimento (DSA) stanno crescendo a vista d'occhio e i problemi reali della scuola (scuole fatiscenti, insegnanti senza esperienza, demotivati e stanchi) rimangono senza soluzione e i bambini sempre più ignoranti. La verità è che la disabilità porta soldi, conviene a molti, perciò nessuno si sogna di creare soluzioni per ridurla, ma al contrario si cerca in tutti i modi di cronicizzare i problemi dei bambini, perchè così grazie ai loro problemi mangiano tante persone. Che schifo! E che schifo ancora di più l'insegnante che crede in queste cose e fa di tutto per promuoverle. Mi manca la vecchia maestra unica e il suo metodo di insegnamento efficace...
 
 
#18 Serio1969 2016-02-18 18:31
Doposcuola a fine febbraio????
Aspettate un altro po', magari a maggio.
 
 
#17 sveglio 2016-02-16 21:07
x Giulio io non mi permetto di discettare su argomenti che non conosco ovvero l'educazione scolastica.
Di una cosa sono certo però: se l'esempio non arriva in casa è difficile che poi da due perfetti idioti possa crescere un novello Einstein. E tu non sei Einstein.
 
 
#16 m.carucci-acquaviva 2016-02-16 20:51
La corruzione al potere richiede cittadini asini e superficiali. A Cassano si sta operando coerentemente in questa prospettiva, ma anche nei comuni viciniori non si scherza....
 
 
#15 oliver 2016-02-16 18:29
Amministrazione inconcludente e incapace
 
 
#14 Giulio 2016-02-15 12:37
A quanto pare è un "aborto" che piace, visto il seguito e l'alone che aleggia intorno al senza zaino. Dei risultati pochi si preoccupano: l'essenziale è seguire la moda del momento , che poi non sappiano leggere, scrivere, contare, capire, ascoltare, decifrare, ragionare, seguire i Programmi della Scuola italiana e fare quello che fanno tutti gli altri alunni... è secondario e di nessuna importanza! Doposcuola a volontà!!!
 
 
#13 Depuriamolapolitica 2016-02-14 12:37
Ottimo lavoro assessore. Dopo tre anni è riuscita finalmente a partorire una idea.
Soprattutto come ha già sottolineato qualcuno è ottima l'idea di un doposcuola ad Aprile!!!!
Ma poi non è che niente niente farà come per la mensa, trai!!! Si paga!!!
 
 
#12 007 cassanese 2016-02-14 11:36
bando già affidato a cooperativa rossa ?
o a parente stretta ?
vedremo.
 
 
#11 lucio 2016-02-14 10:40
La scuola senza zaino un aborto dell'Inetto
e della Dirigente per farsi pubblicità il primo e per farsi curriculum la seconda. Quanto è costato alle casse comunali chiedetelo a Lionetti che ha dovuto aumentare tutte le tariffe per questo sogno vuoto di contenuti.
 
 
#10 stanco 2016-02-14 09:29
Battista belle parole (copiate sicuramente)ma chi volete confondere, un doposcuola che parte a marzo cosa intende risolvere? Negli uffici e in giunta dormite ed ogni tanto partorite delle BUFALE, ma chi pensate di illudere, cambiate dirigenti in continuazione (vedi segretari) ma rovinate sempre più quello che di buono si faceva in passato. Non siete neanche capace di copiare quello che semplicemente veniva fatto prima di voi. Con Voi il vuoto assoluto.
 
 
#9 genitore 2016-02-13 17:12
e la scuola senza zaino continua a casa ?O finalmente questi bambini impareranno a fare un dettato o un riassunto?
 
 
#8 tutto tutto 2016-02-12 22:36
X mamma mia. Lei è un altro parente ?
Ritiratevi a casa.
Inconcludenti
 
 
#7 Genitore 2016-02-12 21:13
Il problema che finché si conclude arriva marzo... e così recuperi i bambini. Sempre che si affidi.
Non Sì poteva iniziare prima come in passato. Tanto difficile era ....bastava copiare.
 
 
#6 noiano 2016-02-12 20:23
avete bisogno prima voi di un doposcuola di PUBBLICA AMMINISTRAZIONE...e poi vediamo cosa riuscite ad apprendere...
...sempre se siete capaci di apprendere...
 
 
#5 Mamma mia 2016-02-12 18:03
Per commento 2 e commento 4 prima di scrivere sapete la differenza tra una bando è un avviso pubblico?
 
 
#4 b4444 2016-02-12 16:40
Ma quale complimento! !! Ma buona politica sei un parente stretto.
Leggete il bando .
Buona notte
 
 
#3 Per commento 1 2016-02-12 14:22
Taci che è meglio!!!
 
 
#2 Stanlio 2016-02-12 14:21
scusi assessore, mi va bene l'iniziativa, ma non ritiene che pubblicare oggi un bando con scadenza giovedì prossimo sia una cosa un po difficile?
se togliamo di mezzo oggi, giorno della pubblicazione, rimangono 3 giorni e mezzo lavorativi ... speriamo bene, ma la vedo difficile
 
 
#1 BUONA POLITICA 2016-02-12 12:17
Finalmente la buona politica di sinistra un grosso complimento all'assessore Battista che in 2 anni ha fatto di più lei che l'ex assessore alle politiche sociali
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI