Venerdì 20 Ottobre 2017
   
Text Size

Comune: presto in funzione il nuovo depuratore

depuratore di Cassano piccola

 

Il centro abitato di Cassano presto sarà finalmente servito dal nuovo depuratore, spiega una nota del Comune di Cassano.

"Si tratta - si legge nel Comunicato - di una fondamentale opera pubblica iniziata negli anni Novanta, costata diversi milioni di euro, ma mai entrata in funzione.

Negli anni 2000 l'impianto veniva adeguato alle nuove norme ambientali e nel 2007 veniva redatto un nuovo progetto, la cui elaborazione coinvolgeva diversi enti: il Commissario Delegato per l’Emergenza Ambientale in Puglia, la Regione, il Consorzio di Bonifica, l'Acquedotto, l'Autorità Idrica e l'Autorità di Bacino.

«L’entrata in funzione di quest’opera - dichiara il sindaco Vito Lionetti - è attesa da molto tempo. E’ un importantissimo tassello che si aggiunge agli altri che dal giorno del nostro insediamento, costituiscono la nostra politica in difesa e per la valorizzazione dell’ambiente. Il nuovo impianto di depurazione sostituirà quello attualmente in uso, ormai da tempo insufficiente ed inadeguato».

Negli scorsi anni l'impianto è stato vandalizzato più volte.  Inoltre mancava la realizzazione della linea di trattamento dei fanghi e la sistemazione del letto della Lama Badessa. Oggi questi lavori sono stati ultimati dopo le sollecitazioni del Comune e grazie all'utilizzo dei fondi europei.

“Dopo molti anni - dichiara il Vice Sindaco con delega ai Lavori pubblici, Davide Del Re - finalmente metteremo in funzione il nuovo depuratore. Anche questo è un tema su cui, in religioso silenzio, ci siamo impegnati molto. Era luglio 2014, infatti, quando, ad un mese dal nostro insediamento, siamo stati all’Acquedotto per affrontare i diversi problemi di quest’opera, la cui risoluzione abbiamo perseguito con tenacia. Ora arrivano i risultati. A breve l’impianto entrerà in esercizio: è stata avanzata, infatti, la richiesta di autorizzazione allo scarico e, nei prossimi giorni, inizierà la fase di verifica finale sui lavori completati. E’ una bella soddisfazione! Ma questo è solo il primo passo. Vogliamo realizzare un impianto di affinamento delle acque reflue depurate, così da non disperdere la risorsa idrica ma impiegarla in agricoltura. Stiamo cercando, inoltre, di far riattivare il pozzo artesiano di proprietà regionale sito in contrada Laudati, perché sappiamo quanto le campagne cassanesi ne abbiano bisogno”.

Per questi due ulteriori progetti ci sono già stati incontri e tavoli tecnici in Regione e il progetto per riutilizzare i reflui è stato inserito nel Programma dei Lavori Pubblici da realizzare". 

 

Commenti  

 
#3 Depuriamolapolitica 2016-02-09 19:28
Genitilissimo Ing. Del Re, giusto una domanda:
avete quantificato anche i costi di gestione e manutenzione?
Perché è facile dire l'abbiamo rimesso in funzione, ma avete idea dei costi necessari a mantenerlo efficiente, soprattutto come dice lei gonfiandosi il petto per utilizzare i reflui per l'agricoltura!!!
Non è che niente niente alzate le tasse?
Lo sa perché, anche la sua collega Battista una volta ha detto che crebbe ripristinato tanti servizi per po ritrovarsi con le belle sorpresine.
P.S. Come vi piace fare i comunicati solo per le cose che via piacciono!!!!
P.S. Ma la Polisportiva???
 
 
#2 renato t. 2016-02-09 12:10
Si si...proprio in religioso silenzio.
Ma se vi fate fotografare anche per il posizionamento di un cestino gettacarte! Chi conosce la storia del depuratore sa benissimo come sono andate le cose. Non avete nessun merito, altro che storie. Come anche su tutte le altre opere che si stanno realizzando. Solo propaganda abusiva.....
 
 
#1 davide d. 2016-02-09 11:48
Tutte chiacchiere e distintivo.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI