Lunedì 18 Dicembre 2017
   
Text Size

Concesso al "Leonardo" un nuovo indirizzo di studio

liceo scientifico picnik

Nuovo indirizzo di studio al liceo “Leonardo da Vinci” di Cassano: allo Scientifico e al Classico, infatti, si affiancherà, dall’anno scolastico 2016/2017, anche il Tecnico-Tecnologico con l’articolazione energia-meccanica-meccatronica.

Lo ha deciso la Giunta Regionale della Puglia su proposta dell’Istituto cassanese che nei mesi scorsi aveva avanzato la proposta all’Ufficio regionale per ampliare l’offerta formativa della scuola cassanese. Una scelta contestata da circa la metà dei docenti dell’Istituto e passata poi a maggioranza in Consiglio d’Istituto, con il voto contrario di alcune componenti che temono uno snaturamento dell’identità della scuola cassanese e della sua vocazione “scientifica”.

Per la dirigente Daniela Caponio, supportata da larga parte dei docenti e dalla maggioranza del Consiglio, il nuovo indirizzo si affiancherà a quelli già presenti, esaltandone le potenzialità dato che si tratta di una articolazione molto richiesta dal mercato del lavoro e che consente agevolmente di proseguire negli studi universitari in tutti gli indirizzi tecnico-scientifici.

Una scelta, dunque, ardita ma probabilmente necessaria anche per far tornare l’istituto cassanese polo di attrazione fra le scuole del territorio dato che i margini che consentono allo stesso di restare autonomo e indipendente si sono ridotti al minimo.

La dotazione di laboratori, spazi e strumenti che il Liceo cassanese possiede dovrebbe consentire a coloro che in questi giorni (e fino al 22 febbraio) stanno decidendo a quale scuola iscriversi per il prossimo anno, di avere una scelta in più sul territorio e sfruttare l’occasione per una ampia finestra sul futuro mondo del lavoro.

 

Commenti  

 
#15 ex studente 2016-02-02 15:01
La questione è semplice: il nostro liceo, paragonato ad altri, è un ottimo istituto (le numerose conoscenze avvalorano questa mia affermazione). Il problema è che un istituto, per diventare più attrattivo (ed aumentare le sue iscrizioni), deve migliorarsi e sapersi innovare, non stravolgere la propria natura. Allargare l'offerta formativa in questo modo non porterà a nulla, se non ad uno stravolgimento che il Liceo non saprà gestire, purtroppo.
Rispondendo poi a chi parla di "UN SALTO INDIETRO" rispetto alla scuola media, mi spiace smentirvi: purtroppo gli studenti che frequentano la scuola media di Cassano sono quelli che presentano le maggiori carenze e le maggiori difficoltà al Liceo.
Inoltre, per chi parla di inutilizzo dei laboratori, io personalmente svolgevo attività nel laboratorio di chimica per non meno di 1/2 lezioni a settimana; stessa cosa per il laboratorio di informatica.
Alla luce di questo, prego informatevi con più attenzione la prossima volta...
 
 
#14 io e la fisica 2016-01-31 15:04
Sono fuori dal liceo da pochissimo e questa ve la devo raccontare, l'anonimato serve perchè dentro c'è ancora qualcuno a me vicino :-* , ma i miei compagni di classe mi riconosceranno subito (ciaooo raga :P ) e pure qualche professore (mi raccomando prof, non mi faccia trovare nei casini :lol: ) +++MODERATO+++

Allora dicevo la fisica, una valanga di formule e di passaggi, ma è come la matematica :sigh: Ha voglia mia madre a dire, ma a noi sembrava uguale, stesse formule, stessi simboli, stessi .. voti :sad: tranne i soliti due (ciao secchie, come state?? vvb), per noi comuni mortali mettere insieme il secchio che galleggia o la scatola sul sedile della macchina con la formula relativa era roba esoterica, gli unici sacerdoti che ci riuscivano (sempre quelli), bontà loro, passavano gli esercizi e di solito la si faceva franca, ma non sempre bastava o funzionava ed i risultati finali .... lasciamo perdere :sad: e quante mazziate!
Insomma io e la fisica stavamo in due emisferi diversi e con me quasi tutta la classe, poi all'improvviso la svolta, giusto in extremis: potenziali, correnti, generatori ... manco a parlarne fino a quando quasi per caso qualcuno mi mette in mano una batteria, una manciata di fili e di resistenze, un tester e la piastra della Clementoni, si quella dei bambini :D (perdonami cucciolo
 
 
#13 Angela Lorusso 2016-01-31 11:15
Da mamma non interessata (i miei figli sono piccoli) vedo che le critiche sono più o meno coerenti.
Mi piace l'intervento di Mamma perché chiede concretezza, ma da quello che si legge e si ßente credo che tutte le scuole siano tutte sullò stesso piano probabilmente perché è la categoria dei docenti che ė screditata.
Forse la distinzione ė da fare tra quelle scuole che provano a migliorarsi e quelle che invece preferiscono campare di rendita. Per i miei figli spero che le prime siano sempre di più.
 
 
#12 Mamma 2016-01-31 01:34
PROPOSTE?

Ne avete? Oltre che critiche?
Un esempio di scuola che "funziona "?
Fate i nomi degli istituti...
 
 
#11 Padre di alunna 2016-01-30 09:34
Secondo me ė una questione di aspettative. Quello che vedo é che questo é lo stesso liceo che frequentavo io negli anni 80. Ė vero quello che ho letto, i ragazzi di laboratori ne vedono pochi quanto niente ma da ciò che mi viene detto da mia figlia, forse ė meglio così perché quando ci vanno perdono solo tempo, forse perché i professori non sanno o non vogliono prepararsi prima le cose da fare..
Molti dei professori lavorano come i lavoravano i miei, spiegazioni, esercizi, interrogazioni e compiti. Se vi aspettate qualcosa di diverso allora lasciate perdere. Se vostro figlio é abituato a questo sistema o pensate che possa reggerlo, probabilmente la scelta é quella giusta.
Auguri.
 
 
#10 Mitico 2016-01-29 14:40
Non sarà degradante x un liceale frequentare un corso di studi paragonabile ad perito indusriale , anche se poi non sanno fare una O neanche con un bicchiere? Però hanno studiato Platone ma non sanno cambiare nemmeno una lampadina.Però si mettono il mantello x andare alle processioni.
 
 
#9 Mamma Gina 2016-01-29 12:20
Futuro, te l hanno gia scritto, fai quello che io non ho fatto l anno scorso, chiedi in giro e vedi cosa ti dicono.
Certo che ci sono scuole peggiori, ma le aspettative dei ragazzi erano altre e questo non va bene.
 
 
#8 futuro 2016-01-29 10:10
per comm.7 GRAZIE
 
 
#7 genitore serio 2016-01-29 09:35
Per commento #6 E' facile sapere come stanno le cose, basta chiedere a chi il liceo già lo frequenta.
Io e mio figlio giriamo le scuole da dicembre, abbiamo iniziato da quelle che meno lo interessavano e ti assicuro che dopo 2 o 3 abbiamo imparato a riconoscere i bluff. Adesso che siamo alla stretta finale farò un salto di mattina per vedere realmente cosa succede: i laboratori sono frequentati? le LIM sono usate? che clima c'è? e via dicendo. Al liceo non sarà necessario perchè il parere degli alunni che lo frequentano da anni e delle loro famiglie vale più di una visita.
Una cosa importante mi hanno detto e confermato tutti: se avete dubbi non fate l'iscrizione. Iscriversi in ritardo (anche in estate o oltre) è sempre possibile, cambiare un'iscrizione già fatta è molto difficile.
 
 
#6 futuro 2016-01-28 20:14
Poiche' dovrei iscrivere mio figlio al liceo vorrei sapere SERIAMENTE la situazione della scuola(paragonata anche ad altre per chi ha avuto esperienze),perchè dai commenti-se sono veri-mi sono cadute le braccia.Grazie.
 
 
#5 bomba o non bomba 2016-01-28 15:52
Da genitore registro una forte differenza tra la scuola media ed il liceo, per mio figlio il salto all'indietro non é stato semplice. O la scuola media é troppo avanti o il liceo é troppo indietro.
Secondo me il liceo é rimasto ancorato ad un tipo di scuola che andava bene 30 anni fa, nel frattempo però il mondo é cambiato. I nostri figli devono prepararsi ad un mondo che cambierá ancora, continuo a chiedermi se una scuola sempre uguale a se stessa sarå in grado di prepararli a quello che li aspetta.
Non sará un indirizzo in più o in meno a cambiare le cose, é l'impostazione complessiva che conta e quello che ho visto al liceo in questi primi 5 mesi non mi ha convinto affatto. Come si fa ad insegnare a ragazzi nati nel 2001 allo stesso modo in cui insegnavano a noi nati negli anni 60? É semplicemente anacronistico, rischiano di non cavarne niente. Spero sinceramente di essere smentito dal tempo.
 
 
#4 Mamma Gina 2016-01-28 12:56
Pippucc ma che dici? Mio figlio fa il primo anno ed è andato molto nei laboratori del liceo .... l'anno scorso!
Parlando seriamente, credere alle cose che vengono raccontate durante le visite e gli opendey è come credere alla befana, certo che a noi del 1^ anno l'anno fatta proprio sporca promettendoci digitale, laboratori, mari e monti. I professori sono saputi, se ne fregano dei ragazzi che non vanno bene, mio figlio torna a casa e racconta di spiegazioni lunghissime e quelli che non capiscono la colpa è la loro.
 
 
#3 genitore 2016-01-28 12:00
chiacchiere
 
 
#2 Mah!! 2016-01-28 08:51
Questi sono stati incapaci di affrontare la sfida delle classi digitali, che da sole avrebbero risolto il problema delle iscrizioni, figuriamoci se ora saranno in grado di affrontare l'avvio di un tipo di scuola lontano anni luce da quello che hanno sempre fatto nel loro liceo di provincia.
Vedremo.
 
 
#1 Pippucc 2016-01-27 14:00
Ma una nuova "capa" ai professori l'hanno data? Mia figlia in 5 anni non é mai entrata in un laboratorio di fisica o di informatica, li tengono solo per farli vedere ai ragazzini di 3 media quando fanno l'orientamento.
L'istituto tecnico lo faranno come il liceo: solo in classe!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI