Domenica 18 Novembre 2018
   
Text Size

Polisportivo ancora senza corrente elettrica

polisportivo

E' ancora senza corrente elettrica il Polisportivo Comunale di via Grumo, a più di due settimane dal cambio di gestione.

E i disagi non mancano: sia per gli atleti che vogliono allenarsi nelle ore serali sia per le Associazioni che stanno gestendo l'impianto e che si vedono costretti a rinunciare ad una serie di richieste (con relativi introiti) da parte di chi vuole usufruire dei campi, in particolar modo di quello di calcetto. Al calar del sole, infatti, tutto il Polisportivo è completamente al buio, fra l'altro mettendo a repentaglio anche la sicurezza di chi è costretto a rimanere fino all'ultimo per la chiusura dell'impianto.

A restare illuminato è solo il "PalAngelillo" dove si svolgono gli allenamenti dei calciatori dell'Atletico Cassano, sia la squadra maggiore che l'under 21: grazie ad un potente generatore portatile si possono svolgere le sedute in vista dell'esordio in Campionato di C1 della squadra biancazzurra, sabato 19 settembre proprio in casa.  La società si è assunta l'onere di procurarsi il generatore, di alimentarlo (a gasolio) e anche di sostituire a proprie spese le vecchie lampade alogene del Palazzetto dove si svolgono gli incontri di futsal, dato che erano quasi tutte inservibili o fuori uso. 

Dal Comune di Cassano - cui compete il cambio di contratto - scaricano le colpe sia sul vecchio gestore, la "Servizi Integrati" che sull'Enel: ai primi viene rimproverato l'aver chiesto la disattivazione del contratto lo scorso 31 agosto ma senza che il Comune ne fosse a conoscenza perchè altrimenti sarebbe stata inoltrata all'Enel, contemporaneamente,  la voltura del contratto e non la sua cessazione.

Il fatto è che da almeno un mese si sa che la "Servizi Integrati" avrebbe cessato la gestione il 31 agosto: di cosa avrebbe dovuto avvisare il Comune? Di un atto che lo stesso Comune ha redatto e reso ufficiale e pubblico?

Quanto all'Enel, i tempi sembrano davvero lunghi per ripristinare la corrente elettrica a meno che la società chieda di sostituire il contatore, con un aggravio di costi finora non preventivato. 

Commenti  

 
#4 Niko 2015-09-16 19:53
Enel? Cambio contatore?...ma cosa dite?
L'enel è controllata dall'autorità per l'energia ed il gas ed ha tempi stabiliti per evadere le richieste dei clienti.
 
 
#3 IN bocca al lupo 2015-09-16 18:15
La situazione è delicata (vedasi la ben più grave situazione di Palo del Colle). Un grosso in bocca al lupo alle associazioni che si sono fatte carico della situazione.
 
 
#2 DAVIDE BALDA 2015-09-16 11:32
Situazione RIDICOLA e paradossale.
Senza parole
 
 
#1 renato t. 2015-09-16 10:25
Campa cavallo che l'erba cresce.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI