Venerdì 16 Novembre 2018
   
Text Size

Nuovo calo della raccolta differenziata: siamo al 58%

Differenziata a Cassano

Nuovo calo della raccolta differenziata dei rifiuti che nel mese di ottobre 2014 a Cassano ha segnato il 58,4%, oltre due punti percentuali in meno rispetto al settembre dello stesso anno (quando fu del 60,6%).

I dati sono stati diffusi quest’oggi dal Servizio Regionale.

Per ritrovare un dato così basso (a parte lo scorso agosto quando la percentuale attestò al 53,2%, per un mese da sempre difficile per la raccolta differenziata) occorre risalire al luglio del 2013 (51%) quando, però, il nuovo servizio di raccolta “porta-a-porta” stava andando a regime.

Quello di ottobre, dunque, è il dato più basso della raccolta da un anno a questa parte.

Altra nota dolente dei dati diffusi dalla Regione relativi al nostro Comune è l’aumento della “indifferenziata” che tocca le 217 tonnellate (erano 214 nel mese di settembre e “solo” 130 nel febbraio 2014, quando si toccò il punto più basso dell’anno): si tratta, ovviamente, di una diretta conseguenza del calo della differenziata ma anche di una scarsa propensione dei cassanesi a produrre meno rifiuti. Tant’è che la produzione pro capite degli stessi è passata nel giro di pochi mesi dai 33kg. di febbraio ai 40 di maggio ai quasi 42 kg. di ottobre.

Al momento, la percentuale annuale del 2014 della raccolta è del 61,14: se i dati dei mesi di novembre e dicembre non invertiranno la tendenza, saremo sotto il 65% di raccolta minima come prescritto dalla legge, con la conseguenza (come scrivevamo già il mese scorso) di dover pagare una salata “ecotassa” regionale.

 

Commenti  

 
#35 volavola 2015-01-13 11:22
Sig. gvill27,mi ricorda qualcuno che solitamente affermava che chi non era con lui era contro.Suvvia, non faccia il dispotico,si apra al dialogo.Un saluto.
 
 
#34 Psyco Killer 2015-01-13 10:04
xCiccio A.
Ricordo che prima dell'inizio della raccolta porta a porta la quantità della parte differenziata era pari allo 0%(la Redazione corregga se il dato non è giusto). Eppure i bidoni di plastica, vetro e carta erano sempre stracolmi perchè c'erano tante persone ,come me, che differenziavano i propri rifiuti.
Anche Lei dovrebbe sapere i motivi che portavano ad avere lo 0% nella raccolta differenziata . Perciò alle 4 cause da Lei elencate ci aggiunga una quinta .

La Redazione

No, non era lo 0: nell'aprile 2013 (il mese precedente all'avvio della raccolta porta a porta) la percentuale di differenziata era del 7,6% ma mediamente, nell'anno, non superava il 6%.
 
 
#33 cittadino cassanese 2015-01-13 00:37
Concordo con il ragionamento di Ciccio A.
E aggiungo che, statisticamente, un aumento di rifiuti pro capite da 33 a 42 kg è un'enormità!
Un aumento tale di un valore (che alla fine è una media) non è giustificabile solo con le "abitudini" del singolo piccolo cittadino! Forse sulla media influisce qualche utente "pesante"?!
Insomma, mai come ora serve più chiarezza!
Non credo che chi mette in moto una giostra così complessa non possa dare maggiore dettagli su numeri e motivazioni...
 
 
#32 FALSA POLITICA 2015-01-12 21:27
Signori, c'è poco da fidarsi dei monnezzari e di chi agisce da dietro le quinte. Fate il confronto tra quanto vi è costata la raccolta rifiuti nel 2013 e quanto, in meno, nel 2014. Eppure, in tanti, sostengono di aver pagato di più nel 2014. Su questo fronte credo che l'attuale compagine amministrativa si stia giocando la propria sussistenza e spero mostrino gli attributi per evitare di perdere quella esigua credibilità' che, per pieta', gli viene ancora riconosciuta, anche per evitare lo spettro del recente passato.
 
 
#31 gvill27 2015-01-12 19:43
X Redazione
per il commento #25 non le rispondo in quanto ho tanta educazione che non riesco ad essere maleducato nei suoi confronti.Inoltre ,considerando che lei non mi conosce la prego di non scrivere o attribuire gratuitamente pensieri del genere. Grazie
 
 
#30 gvill27 2015-01-12 19:27
X sig. volavola
so bene dove si trova il regolamento e gradirei che lo legga anche lei,e attentamente.Inoltre le preciso che, non è lei che deve dirmi cosa fare,dire o scrivere e non è lei che deve attribuire se è una polemica inutile,e la invito in futuro a partecipare ad argomenti che riguardano la comunita' e non argomenti tra la mia persona e la redazione. Spero di essere stato chiaro.
 
 
#29 Antonio P. 2015-01-12 16:36
Anche secondo me i conti non tornano, qualcuno li sbaglia ... o li sbagliava!
 
 
#28 no comment 2015-01-11 20:47
....preferisco commentare la questione del maiuscolo che quella dei rifiuti talmente sono senza parole.

X gvill: leggo spesso i tuoi messaggi e spesso concordo con te; la questione del maiuscolo è una consuetudine su tutti i social network perchè scritti interamente in maiuscolo risultano illeggibili graficamente oltre che significa urlare. Quindi non è un imposizione ma solo una regola di leggibilità; una parola ci puo anche stare.
 
 
#27 Ciccio A. 2015-01-11 17:43
Torno a riflettere sulla faccenda della quantità di rifuti.
Dai numeri citati nell'articolo sembrerebbe che il passaggio da 33kg a 42kg (+27%) debba essere riferito a tutto il conferito, dal momento che il solo indifferenziato è passato complessivamente da 214t a 217t (+1,4%).
Per spiegare questo fortissimo aumento dei rifiuti a me vengono in mente solo queste cause:
1) Un aumento di pari percentuale della popolazione
2) Un aumento di pari percentuale dei consumi dei cittadini
3) I cittadini in passato smaltivano i propri rifiuti tramite "altri canali"
4) I dati venivano/vengono rilevati/comunicati/elaborati in modo erroneo o incoerente.
Dal momento che i primi 2 punti non mi risultano, basta chiedere ai commercianti, sembrerebbero rimanere in piedi solo le ultime due ipotesi.
Spero che qualcuno si sbrighi a fare chiarezza ed a mettere ordine, visto qui si sta parlando di SOLDI CHE USCIRANNO DALLE NOSTRE TASCHE.
 
 
#26 Ciccio A. 2015-01-11 17:24
Si facciano i controlli sul serio, ad iniziare dal corretto conferimento fatto dai cittadini, per finire on la corretta gestione del raccolto fatto dalla ditta appaltatrice.
La cosa da chiarire è l'aumento della produzione di rifiuti procapite, qui la redazione dovrebbe illuminarci. Se le quantità citate nell'articolo si riferiscono al SOLO INDIFFERENZIATO, allora il dato sarebbe coerente, ma se si riferiscono A TUTTO IL CONFERITO (differenziata + indifferenziata), allora i CONTI NON TORNEREBBERO perchè un così rapido aumento dei rifiuti in pochi mesi non sarebbe giustificato.
 
 
#25 Red.ne x Pino 2015-01-11 17:03
Esiste una legge che obbliga a dire buongiorno e buonasera? No: è solo buona educazione (per chi ce l'ha). Stessa cosa dicasi per la scrittura minuscolo/maiuscolo: questione di educazione da quando esiste internet.
 
 
#24 pINO X REDAZIone 2015-01-11 12:11
e se tutti cominciassimo a scrivere in MAIUSCOLO? che fa non pubblica più i commenti? che fine farebbe questo giornale senza i commenti perderebbe il 70% della sua valenza... Mi può indicare la normativa che mi vieta di scrivere MAIUSCOLO?
 
 
#23 volavola 2015-01-10 17:23
Signor gvill27 non faccia polemica inutile il regolamento si trova in fondo pagina,se Lei non lo condivide può fare a meno di intervenire.La libertà di espressione non le viene tolta se scrive minuscolo in quanto l'essenziale è scrivere in modo chiaro ed in italiano.Un saluto.
 
 
#22 gvill27 2015-01-10 09:38
X Redazione
Le Regole sono quelle di non usare un linguaggio scurrile nell'esprimere un pensiero ma non quello di vietare per una volta il carattere maiuscolo.Comunque non è difficile adeguarmi ma mi sono difficili le IMPOSIZIONI considerando che siamo in un paese dove (forse non per tutti) regna la democrazia e la liberta di pensiero.
 
 
#21 E. Mantegazziani 2015-01-10 08:58
Il male della nostra civiltà: confondere il diritto di espressione con la non osservanza delle regole.
 
 
#20 Red.ne x gvill27 2015-01-10 08:44
La regola dello scrivere in minuscolo commenti, interventi, post, ecc. esiste da quando c'è Internet. Le è così difficile adeguarsi? Nessuno mette in dubbio il suo diritto ad esprimersi ma, se permette, esiste anche un suo dovere nel rispettare le regole.
 
 
#19 gvill27 2015-01-10 08:28
X Redazione
Vi ricordo comunque che :

La libertà di espressione è un diritto umano
 
 
#18 gvill27 2015-01-10 08:21
X Redazione
Credo comunque che la vostra sia solo una presa di posizione ,xchè se fosse vero cio' che affermate non dovrebbe esserci la possibilita' di utilizzare il grasseto in MAIUSCOLO.
Il tutto non fa che confermare che non c'è liberta' di stampa e di parola su questo web.
Grazie (sperando che sia pubblicato )
 
 
#17 cittadino cassanese 2015-01-10 00:37
Faccio la raccolta differenziata e sono contento che il comune abbia "imboccato la strada della raccolta porta a porta".

Ciò premesso, ritengo di conoscere abbastanza i miei concittadini e le persone in generale per affermare che:

1) un sistema "PENALIZZANTE" (differenzia, altrimenti ti mettono una tassa) è molto meno efficace di uno "INCENTIVANTE" (differenzia, così ti danno dei buoni sconto)
2) una volta pagata l'ecotassa, purtroppo, molta gente avrà ancora meno voglia di differenziare
3) all'inizio della raccolta differenziata, alcuni giovani facevano il giro delle case per spiegare come farla. Ogni tanto, una volta l'anno diciamo, molta gente ha bisogno del giovane che venga a rinfrescarti la memoria sul da farsi, la gente ha bisogno di essere spronata continuativamente.

Sono solo mie riflessioni, la polemiche sugli schieramenti politici servono a ben poco, come scrive Essenziale nel commento nr.15
 
 
#16 gvill27 2015-01-09 22:21
X redazione
non mi è stato mai spiegato cio' che dite. Comunque lo scrivere in maiuscolo è una forma piu' marcata di protesta e non vedo cosa ci sia di male.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI