Venerdì 16 Novembre 2018
   
Text Size

Cassano aderisce alla campagna "Eternit Free"

legambiente puglia

La Regione Puglia lancia un censimento dell’amianto, primo passo verso l’ambizioso progetto di un territorio Eternit Free. Una regione libera dall’amianto, questo l’obiettivo di Puglia Eternit Free la campagna lanciata negli scorsi giorni da Legambiente Puglia, con il patrocinio dell’Assessorato alla Qualità dell’Ambiente della Regione Puglia e con la collaborazione del partner tecnico Teorema Spa. Primo passo di questa operazione sarà la rilevazione statistica dell’amianto nelle aree urbane, industriali ed agricole, così com’è stato disposto dalla legge n. 257/92 e dal Piano Regionale Amianto della Regione Puglia che prevede l’obbligatorietà del censimento. Fornire ai cittadini gli strumenti per difendersi dalla fibra killer ed eliminare il pericolo amianto avviando un percorso virtuoso a tutela della salute. È questo l’obiettivo di ‘Puglia Eternit Free’, la prima campagna regionale di informazione sul rischio amianto.

 “Nel nostro Paese a distanza di 22 anni dall’entrata in vigore della legge n. 257/92 che metteva al bando la fibra killer – commenta Francesco Tarantini, presidente di Legambiente Puglia – poco è stato fatto sul fronte del risanamento ambientale e dello smaltimento dei materiali contenenti amianto per arginare l’impatto sanitario provocato dall’esposizione alla fibra killer che causa ogni anno 4mila vittime”.

Legambiente, nell’ambito dell’iniziativa, ha attivato il numero verde 800 131 026 a cui cittadini ed enti potranno rivolgersi per richiedere un sopralluogo tecnico gratuito al fine di censire l’eventuale presenza di materiali e/o manufatti contenenti amianto. In caso di esito positivo, quanti ne faranno richiesta saranno affiancati nella compilazione della scheda di autonotifica al fine di procedere al censimento previsto per legge.

Alla campagna regionale di Legambiente Puglia hanno già aderito 10 Comuni pugliesi tra cui Cassano delle Murge.

In passato Legambiente ha ottenuto buoni risultati nella lotta contro l’amianto grazie alla campagna di sensibilizzazione Provincia Eternit Free, a cui aderirono ben tre province pugliesi: Lecce, Bari e Bat. L’iniziativa, grazie all’extra incentivo previsto dal quarto conto energia e destinato a chi sostituiva le coperture in eternit con pannelli fotovoltaici, ha permesso la bonifica di migliaia di metri quadrati di superficie in amianto.

“Chiediamo alla Regione Puglia – aggiunge Tarantini – di approvare definitivamente il Piano Regionale Amianto e di stanziare le risorse economiche necessarie per garantire la rimozione e la bonifica delle strutture contaminate dalla fibra killer. È imprescindibile inoltre la realizzazione di un’impiantistica regionale di trattamento e smaltimento a supporto delle auspicabili operazioni di bonifica”.

 “Il futuro ci appartiene - conclude Giovanni Milano, direttore tecnico di Teorema Spa di Acquaviva delle Fonti - e per tale ragione abbiamo la consapevolezza di sensibilizzare le coscienze, poiché siamo tutti chiamati ad un gesto di responsabilità: quello, appunto, di tutelare la nostra salute. Noi ci crediamo”.

 

Commenti  

 
#7 claudio 2015-01-14 11:04
Mi chiedo a cosa servono queste campagne di sensibilizzazione; la sensibilità verso le problematiche uno o ce l'ha o non ce l'ha. Bisognerebbe, invece, raccogliere le denunce di presenza amianto ed intervenire coattivamente per la relativa rimozione perchè
sono tantissimi gli immobili a Cassano con coperture di amianto (immobili disabitati, abbandonati, ecc.) i cui proprietari sono assolutamente disinteressati verso il problema.
Ma come al solito nessuno si prende la "patata bollente" e si fanno solo operazioni mediatiche.
 
 
#6 aiutoo!!!! 2015-01-07 20:02
Ma è iniziata la campagna Puglia eternit free oppure la campagna elettorale?QUESTA gente sta sempre seduta in poltrona e non conosce il mondo reale.Basti girare per le campagne di Cassano(queste conosco io) che sono strapiene di amianto e la forestale,polizia provinciale,vigili ecc. ci passano da sopra.Altro che chiacchiere.E poi il problema è il solito contributi per smaltimenti privati,magari gli facciamo anche una tinteggiatura oltre al tetto?
 
 
#5 gheorg 2015-01-07 14:42
cominciate ad andare nelle murge e nelle campagne e zone periferiche di quanti eternit sono gettati
 
 
#4 Noamianto 2015-01-07 13:55
volevo segnale l'ufficio postale di cassano delle murge....é completamente fatto di amianto. L'ufficio in oltre é anche molto vecchio. Grazie per l'attenzione
 
 
#3 Eternit? 2015-01-07 13:11
Basta vedere la posta italiana, i muri sono fatti di eternit!
 
 
#2 lello labarile 2015-01-07 11:53
ma scusate volete raccogliere l'eternit e non sapete dove metterlo ? prima create la struttura e lo smaltimento e poi raccogliete l'amianto se no è solo un trasferimento ( magari all'aperto) del danno
 
 
#1 asbesto free 2015-01-07 09:28
una domanda vorrei rivolgere al sign. Milano , dove smaltisce le lastre di cemento-amianto la Teorema? C'è qualcuno che sorveglia la Teorema? Aprite le porte dei vostri capannoni non abbiate paura ,se non avete da nascondere nulla.
Teorema off-limits.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI