Affitto: le famiglie cassanesi dovranno attendere ancora

Contributi-affitto

Dovranno ancora pazientare – e non si sa neppure per quanto – le 96 famiglie che il Comune di Cassano ha riconosciuto come bisognose di sostegno all’affitto per le abitazioni dove vivono.

La Regione Puglia, infatti, non ha ancora versato  nelle casse comunali le somme stanziate (22.442 euro in totale) e dunque il Comune non può liquidare il contributo previsto per l’anno 2012. Alcuni Comuni  - come Bari – hanno anticipato dai propri fondi le risorse necessarie a far fronte alle necessità di queste famiglie, tutte con reddito che non supera i 14mila euro, ma quasi tutti i comuni pugliesi sono ancora in attesa.

“Telefoniamo in Regione ogni giorno – spiegano all’Ufficio Servizi Sociali del Comune di Cassano – e inviamo lettere e solleciti anche via fax ma la risposta dagli uffici regionali è sempre la solita: dovete attendere”.

L’ente regionale, infatti, è alle prese con una difficile gestione del Patto di Stabilità che rischia di andare gambe all’aria anche per via dei tagli alla spesa sociale e dunque cerca di spostare sempre più in là il momento di pagare, probabilmente per arrivare al 2015.

Il problema è che queste famiglie attendo quei soldi da quasi due anni visto che si riferiscono al 2012 e già da febbraio sono entrati nelle graduatorie degli aventi diritti: molto spesso si tratta di nuclei familiari numerosi e monoreddito che fanno i salti mortali per tenere buoni i proprietari delle case in attesa di ricevere il contributo del Comune.