Lunedì 12 Novembre 2018
   
Text Size

Banca dei capelli: anche Cassano ne avrà una

banca dei capelli

Nasce anche nel nostro paese la “banca dei capelli”, l’iniziativa messa in campo dal vicino Comune di Acquaviva in segno di solidarietà e vicinanza ai malati oncologici.

Lo comunica in  una nota il Comune di Cassano.

La “banca”, si legge nel comunicato,  permette di donare qualche ciocca dei propri capelli per la creazione di alcune parrucche da offrire ai pazienti sottoposti a chemio, i quali, nella maggior parte dei casi, perdono i capelli proprio a causa della terapia.

Le ciocche raccolte vengono consegnate ad un'azienda di Bari, specialista del settore, che in cambio dei capelli donati consegna parrucche inorganiche, che vengono poi offerte gratuitamente ai pazienti.

La campagna ha già riscosso un notevole successo, con contributi anche da Roma, Firenze e altre località d'Italia.

«Una iniziativa – dichiara Enza Battista, assessore alle Politiche Sociali del Comune di Cassano - semplice, originale, a costo zero, per stare accanto ai malati di tumore».

Alcuni coiffeur di Cassano fanno già la raccolta dei capelli, per questo l’Amministrazione comunale - su iniziativa dell’assessore Battista - ha deciso di unirsi al Comune di Acquaviva per strutturare l’intervento e far realizzare parrucche anche per i malati di Cassano che le richiederanno. Una donazione assolutamente anonima e fatta nella più totale riservatezza, salvo diversa volontà del malato.

L’iniziativa cassanese, dal titolo “Mettici la testa", organizzata in collaborazione con la "Susan G. Komen Italia", che opera dal 2000 nella lotta ai tumori del seno, verrà presentata in un incontro pubblico che si terrà in sala consiliare lunedì 6 ottobre, a partire dalle ore 18.00

Parteciperanno alla presentazione Donato Pentassuglia, assessore regionale alla Sanità, Vito Lionetti, sindaco di Cassano, Enza Battista, assessore alle Politiche Sociali del Comune di Cassano, Annamaria Vavalle, assessore ai Servizi Sociali del Comune di Acquaviva, Giacomo Lucarelli, medico oncologo dell'Ospedale Miulli di Acquaviva.

Al termine dell’incontro, sotto il gazebo che sarà installato in piazza Rossani, i parrucchieri di Cassano che già partecipano alla raccolta accoglieranno i cittadini che vorranno donare da subito i propri capelli (le ciocche dovranno essere lunghe almeno 25 centimetri – al di sotto di questa lunghezza non è possibile infatti lavorare i capelli – e dovranno essere dello stesso colore).

La raccolta continuerà durante l'anno presso tutti i parrucchieri del nostro paese che vorranno aderire al progetto.

 

 

Commenti  

 
#8 MIMMA ATTISANi 2014-10-02 20:55
x adeus.....intanto io non sono qualcuno...il mio nome e cognome e' scritto bene in chiaro.l'iniziativa e' lodevole e di sicuro interesse.Da come scrive forse non sa che le ONLUS per mandare avanti le iniziative hanno bisogno di fondi.I fondi si reperiscono attraverso varie manifestazioni e si reperiscono attraverso SPONSOR PICCOLI O GRANDI.Comunque non sarebbero stati 2 manifesti come lei dice....e' inutile che mi dilunghi nello scrivere che cosa era stato previsto.Mi spiace che a lei qualcosa non quadri,credo che in questa faccenda, l'unica chiarezza venga proprio da me.Per sua informazione visiti i vari siti delle onlus AMOPUGLIA----AIMAC--PETER PAN.....Secondo lei come possono dare un servizio se non reperiscono i fondi...BOMBONIERE-ARANCE-PIANTINE-PANETTONI-OLIO-ECC.ECC.Ultima domanda mia x lei......PERCHE' CASSANO NON DOVREBBE AVERE UNA ASSOCIAZIONE CHE ASSISTE I MALATI ONCOLOGICI GRATUITAMENTE?Qui ci sono anche 2 bambini se lei non sa.Non sminuite le mie rimostranze e non le collocate come INVIDIA -RANCORE-O INTERESSE ECONOMICO PERSONALE ..Quest'ultima SUA ILLAZIONE e' quella che mi offende di piu'.Comunque ringrazio
 
 
#7 adeus 2014-10-02 07:31
Ma com'è che ogni bella iniziativa deve sempre essere rovinata da qualcuno che con evidenza serba rancore a qualcun altro? Scusate ma se l'iniziativa è a costo zero anche x i coiffers perché questi avrebbero dovuto pagare 20-30€ all'amopuglia x partecipare? Solo x fare due manifesti e pubblicità? Effettivamente c'è qualcosa che non quadra nelle parole della responsabile di amopuglia che richiede chiarezza.
 
 
#6 MIMMA ATTISANi 2014-10-01 21:45
xMINO_M Sicuramente cerchero' i modi piu' ampi possibili per informare A CHI INTERESSA di come siano andate le cose.NON ERA, E NON E' mia intenzione OSCURARE qualsiasi iniziativa che possa portare un valore aggiunto a Cassano, sempre che il tutto sia fatto con trasparenza e lealta'.Posso solo dire che da giugno Cassano ha la sua delegazione di AMOPUGLIAonlus ASSISTENZA DOMICILIARE GRATUITA A MALATI ONCOLOGICI.A questa realta' il solo che ne ha dato risalto e' stato il sig.BRUNELLI sulla VOCE DEL PAESE DEL 29 AGOSTO c.a.Eppure i vari assessori ne erano stati AMPIAMENTE INFORMATI...Per il momento tragga lei le conclusioni.Grazie dell'attenzione
 
 
#5 Mino_M 2014-10-01 17:37
Signora Mimma, mi scusi l'intervento, ma non crede che la notizia in questione non meriti questi suoi commenti oscurando una delicata e lodevole iniziativa? Faccia un comunicato alla redazione e spieghi i motivi per cui lei sia rimasta delusa dal comportamento di assessori cosicchè il/la diretto/a interessato/a possa replicare e dare modo di conoscere i dettagli di tanta diatriba, anche perchè noi cittadini vorremmo che sia tutto chiaro e soprattutto equo.
P.S. Noto in lei tanta forza, tanta volontà e determinazione in quello che sostiene...non MOLLI. Con stima
 
 
#4 MIMMA ATTISANi 2014-10-01 16:25
xMARIA 1 E PER ? Chiedo scusa per non essere stata chiara nell'esposizione,ma l'impeto nel rispondere a una INGIUSTIZIA, mi ha fatto un brutto scherzo.Saro' ben felice di essere piu' chiara se la redazione me ne dara'LA POSSIBILITA' e se gli interrogativi mi saranno posti da persone che si firmano cosi' come faccio io SEMPRE.Vorrei precisare le mie rimostranze sono solo dettate dalla volonta' di dare un imput maggiore ai problemi del sociale,che credo che CASSANO SIANO CARENTI.Per conoscenza di tutti NON MI INTERESSANO LE APPARTENENZE POLITICHE.
 
 
#3 Maria1 2014-10-01 15:56
Signora Mimma, non si capisce niente di quello che ha scritto.
 
 
#2 ? 2014-10-01 15:32
Signora Attisani,sinceramente non ho capito nulla di quello che ha detto. Potrebbe spiegare meglio come sono andati i fatti? Grazie!
 
 
#1 MIMMA ATTISANi 2014-10-01 12:52
La vera VERGOGNA dell'assesore ENZA BATTISTA.Iniziativa per essere vicini ai malati di tumore.VERA STRUMENTALIZZAZIONE per avere CONTRIBUTI DA ROMA FIRENZE ecc.ecc.AMOPUGLIAonlus ha aperto a CASSANO la delegazione per l'assistenza domiciliare GRATUITA.Alla quale non solo non e' stato dato ALCUN CONTRIBUTO,ma c'e' un vero e proprio BOICOTTAGGIO DA PARTE DEL COMUNE.L'assessore sottolinea a costo zero, perche' quando ho chiesto io la partecipazione a questo evento, che si sarebbe tenuto il 21 di settemvbre , avevo anche chiesto un CONTRIBUTO DA PARTE DEI PARTECIPANTI PER L'INSERIMENTO NEI MANIFESTI, che sarebbe servito anche da pubblicita,per la loro attivita'.DENARO CHE ,TOLTE LE SPESE DI TIPOGRAFIA ,SAREBBE ANDATO A AMOPUGLIA.Costo zero, vedremo il prossimo albo pretorio.ALLA LUCE DI TUTTO QUESTO EGR. Assessore ENZA BATTISTA VISTO CHE IO NON SONO IL SUO TRAVET, visto che ho messo la FACCIA nel chiedere i contributi...provveda lei a far pervenire 30euro al parucchiere Enzo e 20 euro al parucchiere Grazia.Stia serena il 6 ottobre non saro' presente, per mia dignita'non amo confondermi con certi personaggi.I MALATI DI CANCRO DI AMOPUGLIAonlus....RINGRAZIANO
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI