Venerdì 16 Novembre 2018
   
Text Size

Raccolta differenziata: ad agosto solo il 54%

raccolta differenziata simbolo

Flessione della raccolta differenziata dei rifiuti, il secondo nell’arco dell’ultimo trimestre.

Ad agosto, infatti, la percentuale si è “fermata” al 54,35% (oltre 7 punti in meno rispetto a luglio) e con, per dipiù, un aumento della “indifferenziata” a 255.960 kg. (+28.410 kg. rispetto al mese precedente).

E’ vero che tradizionalmente ad agosto – con l’arrivo di numerosi “villeggianti” che abitano nei fine settimana o per quindici giorni le villette nei borghi – la raccolta differenziata era sempre calata, ma quando non c’era il porta-a-porta né il nuovo regime di raccolta.

Nel 2013, invece, secondo i dati forniti dal servizio regionale di “Rifiuti&Bonifica”, agosto segnò il 54,07%, in aumento rispetto al mese di luglio che segnò il 51,06% dunque oltre 3 punti percentuali e facendo registrare addirittura un calo della “indifferenziata” di oltre 32mila kg.

Si producevano meno rifiuti, dunque, e si differenziava di più.

Quest’anno, invece, sembra che l’estate sia andata davvero male: da maggio ad agosto si sono persi oltre 7 punti percentuali, facendo registrare solo nel mese di luglio un incremento a 61,58%, quasi in linea con i mesi precedenti, per poi cadere al 54,35%.

Nell’ultimo Consiglio Comunale l’ex assessore all’ambiente Carmelo Briano ha chiesto spiegazioni al Sindaco e all’Assessore Marazia di come stesse andando la differenziata, tramite una interpellanza a cui l’amministrazione risponderà per iscritto prossimamente. Briano, considerando il calo già registrato a giugno e ipotizzando quello di agosto, chiedeva conto delle iniziative che il Comune intendeva intraprendere per riavviare il circolo virtuoso che ha portato Cassano a raggiungere punte del 68,51% (febbraio 2014).

Il Consigliere di minoranza, infatti, ricordava come i controlli, le multe e le sanzioni di coloro che sversano indiscriminatamente l’immondizia nelle campagne e in periferia sono sì importanti ma costituiscono la minima parte di quello che i cassanesi producono: “le cause reali – spiegava nell’interpellanza Briano – sono da ricercare nella mancanza di una adeguata, puntuale e incisiva azione di controllo riguardante le attrezzature della frazione indifferenziata in tutte le utenze, borghi compresi, da condurre a campione, poiché al loro interno si annidano le frazioni valorizzabili che non concorrono ad elevare la percentuale di raccolta differenziata”.

Si attende ora la risposta del Comune alla interpellanza ed i dati di settembre sulla raccolta, sperando che il brutta “stop” di agosto sia una parentesi e non divenga strutturale.

 

Commenti  

 
#27 traguardo 2014-09-19 22:44
Forse è l'ora di porre ai cittadini un obbiettivo chiaro! Mi spiego: da mesi ormai i cassanesi fanno raccolta differenziata, è ora di dar loro un traguardo, raggiunto il quale deve essere evidente ed effettiva la riduzione delle tasse sui rifiuti! Se ciò non accadrà, la gente comincerà a chiedersi:"ma perché continuare?!?!"
 
 
#26 Deluso e arrabbiato 2014-09-19 19:54
A settembre sarà ancora più bassa dal momento che oggi venerdì 19/09/2014 non è stato ritirato l'umido in via Netti e in via Raffaello ... Probabilmente la Tradeco si starà adeguando al trend? Come si possono dimenticare due strade vicinissime al mercato settimanale?
 
 
#25 x proposta 2014-09-19 16:06
A Cassano, come in tutte le località turistiche, si assiste puntualmente al calo della raccolta differenziata nei periodi estivi. Non si vuole offendere nessuno, ma di fatto se un cittadino nel paese in cui vive per 335 giorni all'anno conferisce nei bidoni classici, ha difficoltà a fare la raccolta differenziata per 30 giorni all'anno. Si tratta soltanto di buone o cattive abitudini. Si tratta soltanto di trovare la soluzione per quanti passano il periodo estivo nei borghi di Cassano. BUON LAVORO.
 
 
#24 Proposta 2014-09-19 08:34
Invito “volavola” (commento 22) a leggere il mio intervento (commento 19), con più calma e maggiore attenzione.
Se le può essere d’aiuto, semplifico il concetto dicendo che è troppo facile puntare il dito contro il “morbo” Borghi Residenziali, mentre bisognerebbe essere più onesti con se stessi.
Tanto più che il “morbo” Borghi Residenziali, contribuisce in maniera sostanziosa nelle economie del Comune (es. IMU seconde case, Tassa Rifiuti pagata per intero) per i soli 15 giorni che poi vi risiedono realmente.
Piuttosto, per buona pace degli animalisti, quanto costa al mese sostenere il randagismo e, di contro, quanto i “randagi” versano nelle casse del Comune (?); ovvero, quanto rappresenta il costo del randagismo in proporzione a quello che si spende per assistenza anziani e bambini con disagio (?).

Qualche tempo fa’ ho letto un articolo sul tema Rifiuti nei Borghi su un’altra testata giornalistica, al limite della denuncia nei confronti dell’autore per il taglio infamante dato, volto a condizionare l’opinione pubblica. Tant’è che diventa solito leggere quanto riportato nel Commento 17 (cito testualmente): “si ritiene, come molti ritengono, fra cui anche pubblici amministratori comunali, che ai borghi non si fa differenziata”.
Non è più corretto ritenere che ad Agosto si rimane un po’ più a casa (studenti, ferie estive) e ci si dedica di più ad attività di hobby, magari liberandosi di qualche rifiuto ingombrante e, quindi, si produca maggiore indifferenziato ?!?

Termino con alcune considerazioni.
Era meglio prima, quando i rifiuti venivano conferiti in bidoni tenuti in spazi identificati, o adesso quando in tutte le ore del giorno ed ovunque sono disseminati bidoncini in ordine sparso ed alla rinfusa, in balìa di randagi, vicini di casa dispettosi, coinquilini invidiosi, ruscellamenti acqua piovana, folate di vento ?
E se si conferissero solo ed esclusivamente nei “Punti di Raccolta” aperto ad ogni ora (risparmiando sui costi dei mezzi di raccolta), dove tra l’altro diventerebbe più facile stabilire quanto ognuno di noi produce, ovvero pagare per quello che si produce effettivamente ?
 
 
#23 ecologo 2014-09-18 20:57
Briano, Assessore subito!!!
 
 
#22 volavola 2014-09-18 18:45
Signor Proposta si rende conto delle eresie che va profferendo,ha mai sentito parlare di interruzione di pubblico servizio?Non credo.Si documenti così in seguito non farà magre figure.A meno che Lei non possegga una discarica nella quale i villeggianti e non residenti verrebbero a gettare l'immondizia .Un saluto.
 
 
#21 mah... 2014-09-18 16:54
il calo di agosto, mette in evidenza che, che ci sono più forestieri che stanno a Cassano, non abituati a fare la raccolta differenziata. Dove vanno i forestieri? Nei borghi sopra tutto. Quindi è ai borghi che le cose non vanno! E li che bisogna lavorare!
 
 
#20 F. Antelmi 2014-09-18 10:36
Caro aristro-tele, anche tu come tutti i commentatori anonimi, non sai di cosa parli.
Abbiamo dimostrato, e non a chiacchiere come le tue, ma con delibere ufficiale, che il costo del servizio di raccolta rifiuti a Cassano “E' IL PIU' BASSO IN ASSOLUTO”. Quindi, cercate di non dire stupidaggini se vuoi le delibere delle tariffe di tutti i comuni della provincia, sono disponibile a mostrartele.
Ma so per certo, che a te, come a tanti altri, non interessa la verità ma solo ed esclusivamente falsi proclami, purchè siano contro l’Amministrazione precedente.
Per il resto, ti commenti da solo.
Saluti.
 
 
#19 Proposta 2014-09-18 10:35
Dopo aver letto il punto 3. del commento/disamina di “Gb” ed altri articoli sull’argomento (mi riferisco in particolare ad un’altra testata), propongo una soluzione.

Interrompere la Raccolta Rifiuti nei Borghi, con conseguente interruzione delle tasse che gli stessi versano al Comune (IMU seconde case, TARI, TASI, ecc.)… chi ci guadagna e chi ci perde?

Nel processo decisionale, magari ci può essere di aiuto ciò che i più saggi sostengono: “non giustificare le proprie mancanze, negli errori altrui”.
 
 
#18 aristotele 2014-09-18 10:11
Per la redazione:
1. Il 22 luglio cominciò nell'ultima zona di Cassano rimasta scoperta delle tre individuate, compresi i borghi. Per 21 giorni a luglio la raccolta è stata effettuata in poco più di mezza Cassano praticamente.
2. Ad agosto 2013 ed agosto 2014 il dato è praticamente identico e soprattutto è il primo dato utile con la raccolta effettuata su tutto il territorio per un mese completo. Che da luglio 2013 a luglio 2014 sia aumentata è ovvio visto che a luglio dell'anno scorso il dato è completo solo per 10 giorni. Il perché ad agosto si abbia un calo drastico non lo so ma c'è da registrare sia la minor presenza di chi la raccolta differenziata la fa (cassanesi in vacanza), sia la maggior presenza di chi la raccolta non la fa (e dunque i villeggianti) perché insensibile e non educato a farlo. Ma per fortuna a Bari ed in altri comuni è partita… Dunque un po' di idioti saranno civilizzati.
3. Ma è una sua opinione. La matematica dice che ad agosto non è mai aumentata.
4. Aspettiamo i dati di settembre per avere la certezza che sia un calo estivo e dunque avanzare idee e proposte per le prossime estati.
 
 
#17 Gb x aristotele 2014-09-18 09:21
Alcune precisazioni alle sue accuse:
1) la raccolta nei borghi, l'anno scorso, iniziò il 22 luglio e non ad agosto (10 giorni in più fanno una enorme differenza sui conteggi finali);
2) luglio 2013: 51,06%; luglio 2014: 61,58%. Da un anno all'altro aumenta (a luglio). E perchè ad agosto diminuisce?
3) se si ritiene, come molti ritengono, fra cui anche pubblici amministratori comunali, che ai borghi non si fa differenziata, perchè l'anno scorso la percentuale aumentò?
4) quello di agosto è il terzo calo del trimestre: giugno ha registrato 59,37% (2,14% in meno che a maggio). Come lo spiega questo dato?

Quanto alle altre considerazioni, se vuole risponderà il consigliere citato.
 
 
#16 FALSA POLITICA 2014-09-18 09:07
E se sia una cosa voluta? studiata a tavolino per mettere in evidenza l'incopetenza dell'attuale compagine amministrativa?
 
 
#15 mah... 2014-09-18 09:06
Non è facile ripetere ciò che ha fatto Briano, ma è anche vero che un calo di raccolta differenziata in un mese ci può stare. Attenzione per il futuro.
 
 
#14 aristotele 2014-09-18 08:36
In questo articolo la verità è falsata dal momento che lo scorso anno agosto è stato il primo mese in cui la raccolta differenziata si faceva su tutto il territorio comunale dunque è OVVIO che da luglio ad agosto salì il dato. Basti vedere il dato di luglio dello scorso anno e quello di quest'anno per rendersi conto.
Far apparire Briano come un buon assessore è un operazione goliardica. Mia opinione è che è stato un pessimo assessore che ha fatto un pessimo capitolato di appalto, soprattutto costosissimo e, guardacaso, ignorato in fase di gara dalla maggiorparte delle aziende del settore: ora i limiti di quel capitolato stanno venendo fuori col paradosso che i cittadini fanno la raccolta differenziata, i costi sono aumentati ed i benefici non sono visibili soprattutto perché sono ridicoli...
 
 
#13 eco 2014-09-18 07:29
E se per ipotesi ad un certo punto 4107 residenti cassanesi iniziassero a non fare più la differenziata?
:-?
 
 
#12 nostalgia 2014-09-18 07:28
libero1
ci dici chi assessore o amministratore in realtà sei???? o quale burattinaio sei????
 
 
#11 ops 2014-09-17 23:34
Articolo su Cassanoweb del 22.1.2014

" Comincia oggi l’avventura degli Ispettori Ambientali Volontari - voluti dal Comune di Cassano e in particolare dall’assessore all’ecologia Carmelo Briano - per sorvegliare il buon andamento del conferimento dei rifiuti e della raccolta differenziata ma soprattutto per stanare gli irriducibili del “sacchetto selvaggio”, coloro, cioè, che non si rassegnano al nuovo sistema “porta-a-porta” e continuano a sversare in campagna e in periferia i propri rifiuti."

Che fine ha fatto baby Jane' Cioè che fine hanno fatto gli ispettori ambientali? E' loro la colpa se la differenziata funziona male?
O forse la gente si comincia a rilassare e non è più attenta come nei primi periodi e pensa che la poca attenzione in fondo non produce danno...MA NON E' COSI'....FATELA BENE QUESTA DIFFERENZIATA ..
 
 
#10 libero1 2014-09-17 19:54
mi fai schifo brunelli, quanto sei falso
 
 
#9 Disperato 2014-09-17 19:31
Ma come si fa!?!!diminuisce la raccolta aumenta la tasi, aumenta la tassa sull immondizia...aumenta tutto.. Pure la gente marcia!!!in campagna elettorale dite una cosa, una volta insediati al comune nn vi ricordate più nulla??? Svegliateviiiii!!! Cara ex sindaco dimedio...faccia qualcs!!!!!
 
 
#8 tisci 2014-09-17 18:10
Sono dilettanti allo sbaraglio! Non mi stupirei se aumentasse anche la tari. Ma chi c.......... vi ha votati?
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI