Sabato 17 Novembre 2018
   
Text Size

Festa Patronale, le novità di quest'anno

damiano baldassarre piccola

Inizia questa sera, 23 luglio, il cammino di preparazione e preghiera per la Festa della Protettrice di Cassano, la Madonna degli Angeli.

La “novena” comincerà presso il Convento e sarà guidata dal priore padre Ermanno; il tema scelto quest’anno è “Lo splendore della speranza”.

Alle ore 18.00 comincerà il Vespro; alle 18.20 il Rosario meditato e alle 19.00 la Santa Messa cui seguirà il Pellegrinaggio nella Grotta con la preghiera conclusiva.

Il Comitato Festa patronale ha messo a disposizione un autobus che partirà dall’inizio di via Convento alle ore 18.00: la corsa è gratuita.

Ma quali sono le novità di quest’anno della “Festa Grann” che Cassano celebrerà dal 1 al 4 agosto prossimi?

Ne abbiamo parlato con il presidente delegato Damiano Baldassarre (nella foto): questo è l’anno della sua piena responsabilità, visto che nel 2013, con la prematura scomparsa del presidente Saverio Viapiano, a maggio, Baldassarre dovette salire su un carro in corsa.

“Il programma viene sostanzialmente confermato – spiega Baldassarre – e non può essere altrimenti. Parliamo di una Festa dalla grande tradizione, soprattutto religiosa, profondamente sentita dai cassanesi, siano residenti in paese che fuori, ma anche da coloro che hanno deciso di vivere a Cassano. Dunque massimo rispetto per quelli che sono i sentimenti religiosi e civili che ci hanno portato, fra le tante difficoltà di natura economica ma non solo, a confermare il programma degli altri anni e che in questi giorni viene distribuito nelle case dei cassanesi”.

La novità più rilevante, dunque, riguarda il giorno 4 agosto.

Al contrario degli altri anni, la Festa non si concluderà con la processione della Madonna degli Angeli che torna a casa sua, al Convento ma proseguirà in piazza Moro, con le luminarie accese e la Banda di Cassano che eseguirà sulla Cassa Armonica alcuni brani della tradizione musicale.  Al termine, a mezzanotte in punto, i fuochi d’artificio della ditta gioiese “cav. Martino De Carlo” a chiudere il tutto.

“Ci era sembrato molto triste – spiega il presidente delegato – spegnere tutto e lasciare che la festa finisca così…quasi a mezz’aria e dunque abbiamo pensato, in accordo con tutti, di concludere in piazza, ascoltando la nostra brava banda cassanese e poi con i fuochi, a mezzanotte, lasciandoci con il vecchio e beneaugurante detto “chù maggiore all’uann ce vene….”.

Per quel che riguarda la Processione, invece, l’auspicio è per una partecipazione sempre più calorosa, massiccia soprattutto da parte delle comunità parrocchiali, delle Confraternite, delle organizzazioni ecclesiali.

I sacerdoti – don Nunzio, don Nicola e i padri agostiniani del Convento – su impulso del Comitato e del suo presidente delegato, hanno chiesto a tutti uno sforzo maggiore: ad esempio, alle Terziarie della Madonna degli Angeli di non “lasciare” all’inizio di via Convento l’immagine della Madonna, il giorno 2 ma di accompagnarla lungo tutta la processione, aderendo alle nuove disposizione statutarie e mettendo la parte le vecchie usanze.

Alla comunità delle due parrocchie, poi, è stato chiesto di partecipare dall’inizio alla fine alla processione del 3 agosto e non a spezzoni. Più comunità che accoglie Maria, insomma e meno particolarismi parrocchiali. Il Comitato, d’altra parte, è venuto incontro tagliando in parte il percorso della processione del giorno 3, rendendolo più breve.

Aggiunge Baldassarre: “vorrei che tornassero alla processione anche i bambini che quest’anno hanno vissuto la Prima Comunione e le catechiste di tutte e due le parrocchie si stanno già attivando; colgo poi l’occasione per invitare i genitori delle bambine che volessero far vivere la processione sul Carro Trionfale, che occorre iscriverle presso il Comitato Festa, in piazza Moro. Non si paga nulla, ma ci sono solo otto posti dunque in caso di sovrannumero si procederà ad una estrazione. Un fatto è certo: la Madonna sarà davvero accompagnata da questi angioletti….!”

Domanda finale: dove andranno le giostre? E la Fiera?

“Già deciso – risponde il presidente – ovvero tutto come l’anno scorso: le giostre alla rotonda del quartiere “Sacro Cuore” (abbiamo chiesto, a spese del Comitato, di ripulire e mettere in sicurezza anche quella zona finora non utilizzata e comunque nella disponibilità del Comune) mentre la Fiera si snoderà per via Gramsci, via Cadorna, piazza Garibaldi forse fino ad arrivare in piazza Merloni, se ce ne dovesse essere bisogno…ma è il Comune che decide, così come per le bancarelle e i furgoni dei fast-food….”.

Ricordiamo, infine, che in preparazione alla Festa mercoledì 30 luglio alle ore 20.30 presso la Chiesa Madre l’associazione cassanese “Quarta Eccedente” ha organizzato un concerto sul tema “Ave Maria in Concerto – le più belle “Ave Maria” del repertorio lirico” unite ad un momento di riflessione e catechesi comunitaria guidata da don Nunzio Marinelli.

Commenti  

 
#51 Finalmente 2014-07-31 14:30
Vedo che dopo le lamentele presentate in quanto la ditta Artlux aveva nelle sue foto sul suo sito facebook il nostro prospetto montato con le 2 torri alte e dopo avele fatte vedere di persona a lui vedo che stamattina hanno provveduto a sistemare il nostro alzando le torri. Svegliatevi comitato che qui si vengono a riposare tutti.
 
 
#50 locorriere giuseppe 2014-07-30 11:45
non mi appassiona francamente questa discussione e tanto meno "la festa" ,ma trovare gente che si dedica e mette a disposizione il suo tempo in modo disinteressato e senza oneri come ha fatto il compianto Saverio e oggi Damiano, ma presumibilmente solo per fede è già per questo di grande ammirazione.....,sono anche convinto che chi decide di diventare persona pubblica mette in conto anche di sopportare i soliti ciarlatani capaci solo di dar fiato ai denti e spesso senza collegare la bocca al cervello....chi ha idee ,proposte,consigli,suggerimenti non doveva che nei tempi giusti,considerando che questo evento è di natura sistematica, rivolgersi al comitato interessato e partecipare gratis e sottoporsi al giudizio della gente......come fa Damiano.
 
 
#49 Vitox 2014-07-30 10:21
Damiano presidente degno ti questa festa, dobbiamo solo ringraziarlo per ciò che fa per il paese, non è facile organizzare una festa, inoltre è stato coraggioso ad apportare delle modifiche sostanziali quest'anno, spero che un domani ci siano ragazzi che possano continuare a far vivere le tradizioni del nostro paese
 
 
#48 1x2 2014-07-28 19:34
Anche se sono cassanese deve ammettere che siamo un popolo di me... Da bravi solo a criticare!!! Che schifo!lk
 
 
#47 Maria1 2014-07-28 18:41
Caro Damiano, non si lasci scoraggiare dalle critiche, soprattutto se distruttive! Non dimentichiamo la finalità che è quella di onorare la nostra Patrona. Grazie del suo impegno e buon lavoro!
 
 
#46 Lino Manfredi 2014-07-28 15:42
E' un po' che non vivo più a Cassano, ma a leggere questi commenti mi si riempie il cuore......grazie a Dio i miei concittadini sono rimasti sempre gli stessi. Si susseguono le generazioni ma i DNA non si modifica. Critiche e solo critiche e sempre a posteriori, oggi più che mai, nascondendosi dietro una tastiera di PC sotto pseudo. abbiate almeno la decenza di firmarvi e metterci la faccia, se non capaci di dare un contributo attivo impegnandovi stando dentro. Alla fine la festa sarà un po' cosi, che scontenta i più ma, grazie infinite dell'impegno DAMIANO.
P.S.
Davide è una battaglia inutile!!
 
 
#45 Davide Balda 2014-07-28 13:52
Allora va bene assorbo e faccio mie le critiche,le riporto a mio padre e magari ne discuto insieme.
Resta il grande rammarico che come ogni anno ci si riduce a cose fatte nelle proposte, nelle critiche e nelle osservazioni e sopratutto Anonime.
Mi chiedo quante persone, se mio padre facesse un incontro pubblico parteciperebbero e quanti di voi, che non si firmano ci metterebbero la faccia.
Io per esperienza personale vi dico che al massimo 4,5 persone prenderebbero la parola, però mai dire mai:)
 
 
#44 nuovo presidente 2014-07-28 12:04
a Cassano ce' un ragazzo che potrà far rinascere la nostra festa patronale con tanto amore che organizza una grande festa in inverno con tanto amore ma non lo conosco di persona. Coinvolgetelo
 
 
#43 per Davide 2014-07-28 11:41
Ma secondo te perchè la gente va via da questo paese e lo fa soprattutto nei giorni di festa???
Invece di arrabbiarti e "mandare la gente al comitato",assorbi le critiche e fanne tesoro... e magari, vista la "vicinanza", le suggerirei ai presidenti del comitato ;)
 
 
#42 sacro e profano 2014-07-28 09:29
io piu che preoccuparmi di dove si svolgerà la festa,farei una bella pulizia eliminando certa gente che portando a spalla la santissima,vive di protagonismo allo stato puro solo perchè contribuisce piu degli altri.questi avrebbero bisogno di una grande lezione di umiltà!!
 
 
#41 x davide baldassarre 2014-07-28 09:26
è troppo facile organizzare facendo decidere ai cittadini,comunque le lamentele ci saranno ugualmente,tanto vale bisogna osare ,tentare di cambiare in meglio e non rimanere sempre allo stesso punto solo per non farsi nemici!!!
 
 
#40 a davide baldassarre 2014-07-28 09:22
il male di chi organizza è che non si impone nelle proprie decisioni senza farsi condizionare da nessuno. è ovvio che ci sarà sempre il malcontento ma ciò non deve influire sul risultato finale. se la festa sarebbe piu bella in via convento,che quei quattro abitanti si lamentino pure ma non devono essere loro a cambiare il tutto!!!
 
 
#39 X Arduino 2014-07-27 22:25
Invece di dire che organizzare una festa patronale è semplice, perché non dai una mano al comitato e prima di tutto ti rendi conto delle difficoltà ed in più puoi proporre qualcosa di nuovo!!! Commentare è facile, farlo in questa maniera lo è ancora di più fidati!!!
 
 
#38 Davide Balda 2014-07-27 09:42
Io non sono irritato, solo che ogni volta tutti si lamentano, tutti chiedono quando ormai è tutto deciso, e nessuno dico nessuno ci mette la faccia quando c'è da parlare, tutto qui.
 
 
#37 Arduino 2014-07-27 09:14
Davide stai calmo, nelle tue risposte finali si percepisce uno stato d'animo irritato....ripeti in più righe le stesse cose.
Il firmarsi non cambia la sostanza dei miei commenti in cui ho voluto proporre nuove idee valutate dopo aver anche ascoltato molti miei conoscenti che hanno espresso le mie stesse considerazioni! A questo punto vi chiedo, perchè non fate lo stesso.....ascoltate anche voi la cittadinanza per una migliore riuscita della festa? In fondo questi articoli vengono pubblicati dando la possibilità a noi compaesani di leggere altresì commentare.
Non c'è bisogno di andare al comitato o chiedere a tuo padre le cose come stanno: in via convento ci saranno due o tre personaggi che la festa o le bancarelle davanti a casa loro non le vogliono. Se mi fossi trovato io gli avrei risposto.....la festa lungo via convento "così è deciso". punto e basta
 
 
#36 Davide Balda 2014-07-26 18:30
Per arduino specialmente firmati nome e cognome e magari se hai tempo chiedi a mio padre il perché di tali scelte.
Vai nel comitato e chiedi il perché si fanno determinate scelte.
Davide Baldassarre
 
 
#35 Davide Balda 2014-07-26 18:28
Perché non vi firmare come faccio io?
I vostri interventi avrebbero più senso.
Ripeto entrate nel comitato feste e cambiate da Dentro le cose, parlate e cercate di cambiare da dentro le cose.
La curia ha delle direttive in cui si dice che oltre alle bande non ci possono essere altri tipi di musica.
Informatevi, leggete e criticate con i vostri NOMI E COGNOMI.
A me hanno insegnato a mettere la faccia, sempre e comunque e forse quando lo capirete sarà sempre tardi
 
 
#34 olaola 2014-07-26 14:52
Davide ma bisogna anche cambiare bande, luminarie, fuochi dillo a papà e non che viene sempre il solito rappresentante ci guadagna 5ooo€ e gli fotocopia la festa di anno in anno e daiiiiiiiii e poi guardate le luminarie dietro la chiesa dai gli archi sono spariti , 4 rosoni e vai...... dai basta ora......per non parlare dell'arco sulla strada che porta in piazza dalla villa dei caduti SPARITO da anni......daiii modernizziamoci.
 
 
#33 Arduino 2014-07-26 10:25
L'essenziale è valutare e magari l'anno successivo cambiare.
Invece la fiera si svilupperà di nuovo tra le solite vie che non c'azzeccano con la festa e Via Convento "un mortorio" (quando invece bisognerebbe valorizzarla per quella che è, la strada principale della festa, dovrebbe essere illuminata di tutto gusto, dove ce l'hanno una strada così bella, dritta che sale fino al convento, uno spettacolo oscurato grazie a voi)......le giostre di nuovo li tra polvere e pietriccio dove te lo sogni di andare con scapre aperte, ci vogliono quelle da trekking e per finire le gangs sui muretti che ti squadrano mentre passi........quindi tutte le lamentele sono fondate.
Non puoi fare lo stesso errore due volte. La seconda volta che lo fai, non è più errore ma è una scelta.

Davide B. ma che sarà mai organizzare una festa.....se è la stessa dell'anno scorso cosa hanno fatto di nuovo? nud, al max scrivi quello che hai scritto quando vedremo qualcosa di nuovo!
 
 
#32 t.n. 2014-07-26 08:58
Concordo pienamente con Davide, augurandomi a augurando a Cassano che ci sia sempre qualcuno disposto ad accollarsi la responsabilità di organizzare un evento come la festa patronale.
E a costo di sembrare ripetitiva mi unisco allo sdegno di coloro che vedono i propri concittadini apprezzare lo sforzo di altri paesi nella conservazione di tradizioni popolari e contemporaneamente criticano la propria città di essere all'antica.
Ciò che invece piace di più ai cassanesi è avere a disposizione, occasioni come quella di cassanoweb dove poter continuamente vomitare critiche su tutto e tutti indipendentemente dalle persone e dagli argomenti, per il semplice gusto di stare alla finestra a cogliere in fallo qualcuno.
Per anni ho sempre pensato che qualcosa sarebbe cambiato, non ci ho mai voluto credere che si potesse essere così cattivi nei confronti del paese che ci ha visti nascere e crescere,
ma purtroppo a quel paese noi non vogliamo bene e anzi ci fa quasi paura vederlo rinascere, come se poi ad un certo punto potessero mancare gli argomenti di discussione.
Ricordatevi che gli eventi, le sagre ,le feste non le fanno i soldi o le bande o i concerti...le fanno le persone di buona volontà.
E basta un po ' di buona volontà per restare con i propri amici a popolare quelle piazze e quelle vie che ora ci sembrano deserte...e di conseguenza il bar potrà organizzare il concertino, l'associazione organizzerà l'evento, i panificatori organizzerannola sagra, il negozietto organizzerà la sfilata...e via discorrendo.
Sono anni che non vado fuori paese la sera tranne che in rarissime occasioni e sinceramente in quelle occasioni non vedo nulla di più di quanto in passato non si sia già fatto a Cassano,
ma per molti tutto fuori dalle nostre mura sembra più bello.
Ma io continuo a restare qui e a godermi il mio splendido paese con la speranza che un giorno torni ad essere apprezzato dai propri figli.
Come una volta diceva qualcuno:il vero coraggio non è scappare ma restare.
t.n.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI