Giovedì 15 Novembre 2018
   
Text Size

Alla "Casa dell'acqua" da oggi servizio a pagamento

pagamento acqua

Da oggi l’erogazione idrica presso la “Casa dell'acqua”, il distributore di acqua potabile posizionato sul piazzale Clelia Merloni, su richiesta del gestore sarà interamente a pagamento.

L’iniziativa che mira alla riduzione degli imballaggi in vetro e plastica e all’incentivazione dell’uso dell’acqua pubblica è stata positivamente accolta dalla nuova giunta, che intende dare continuità a questo utile intervento di politica ambientale.

«L’accordo – afferma l’assessore all’Ambiente Maria Luisa Marazia - tra la precedente amministrazione e l’azienda ANYAQUAE SRL, che gestisce l’impianto, prevedeva che se quest’ultima avesse reperito delle sponsorizzazioni a livello locale, l'acqua naturale refrigerata e microfiltrata sarebbe stata erogata gratuitamente, mentre per la frizzante il prezzo di vendita al litro sarebbe stato di 5 centesimi. Purtroppo – dichiara l’assessore - così non è stato. Infatti l'azienda ci ha comunicato di non aver trovato a Cassano imprese o esercizi commerciali disposti a sostenere l’iniziativa, coprendone in parte i costi. Di conseguenza il responsabile della ANYAQUAE SRL ha chiesto una rimodulazione dei prezzi per continuare ad offrire il servizio, stabilendo la vendita dell'acqua naturale refrigerata e microfiltrata a 5 centesimi per litro, mentre quella frizzante a 6 centesimi per litro».

«La richiesta del gestore – continua l’assessore - è dovuta anche all'uso improprio del distributore (utilizzato per lavarsi le mani o per i tradizionali “gavettoni”) e agli sprechi di coloro che pur sapendo che l'erogazione è di un litro per volta, si recano a prelevare bicchieri da 200 ml, con la rimanente parte che si perde negli scarichi. Insomma, è ancora una volta lo scarso senso civico di taluni che penalizza un lodevole iniziativa in favore dell’ambiente e delle tasche dei cittadini».

Da oggi il rifornimento dell’acqua sarà possibile attraverso schede prepagate che si potranno acquistare presso il negozio Nuova Elettra di Roppo Giuseppe, partner del gestore, posto nelle immediate vicinanze del distributore.

La scheda – su indicazione dell’ ANYAQUAE SRL - ha un prezzo di 10 euro, di cui 5 come credito per l'acquisto di acqua e 5 per l'acquisto della scheda stessa. Le ricariche successive non avranno costi aggiuntivi.

Gli introiti della vendita dell’acqua andranno direttamente al gestore dell’impianto. Al Comune, come da accordi stabiliti dalla precedente amministrazione, spetterà un corrispettivo per l’occupazione del suolo pubblico.

L’attuale assessore all’Ambiente, Maria Luisa Marazia, ha invece ottenuto che 1 euro sulla vendita di ogni scheda venga dato al Comune.

Le entrate che giungeranno nelle casse comunali con la vendita delle schede prepagate saranno interamente destinate ad ulteriori interventi in campo ambientale che l’assessorato porrà in essere in futuro.

 

 

Commenti  

 
#22 pechino 2014-11-03 20:24
io non ricarico più visto che non abbiamo il servizio andate a pascolare le pecore in questo paese non sanno fare gnente fanno come un film di totò armiamoci e partite vergognaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa
 
 
#21 fab 2014-11-03 09:40
E' scandaloso che siano passate tre settimane ed il servizio è malfunzionante. Non esce più acqua frizzante, la si paga comunque 6 cent ma è naturale, nessun avviso, nessuna manutenzione, al numero verde non risponde mai nessuno. Caro sindaco, se i servizi per il cittadino sono questi...
 
 
#20 Franco 2014-07-10 08:14
Io pago già le tasse! Cosa mi offre il comune dai miei soldi? Assolutamente nessun servizio, privare poi la gente anche dell'acqua refrigerata e micro filtrata che bisogna c'era quando hanno messo le fontane?
 
 
#19 tip top 2014-07-09 18:54
signor franco ti ripeto se non vuoi pagare l acqua vai a riempire le bottiglie dalla fontana della via zip zip nessuno ti obbliga a berla fresca i servizi si pagano mettitelo in testaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa
 
 
#18 che commenti... 2014-07-09 16:33
Ma di che stiamo a parlare? va bene tutto ma si è capito che non è acqua della fontana? Quello che il comune promuove è un servizio offerto da un azienda PRIVATA: acqua filtrata, refrigerata e resa frizzante. Pretenderla gratuita, visto anche l'inciviltà delle persone, mi sembra troppo.
 
 
#17 @franco 2014-07-09 14:17
l'articolo parla di acqua naturale refrigerata e microfiltrata che è diversa dall'acqua che fuoriesce dalle fontane pubbliche. Ricorda caro amico farnco che i servizi si pagano poichè ci sono costi che bisogna coprire.
 
 
#16 cittadino 2014-07-09 13:25
Sindaco da oggi bevila tu l'acqua della casa dell'acqua visto che hai deliberato la vendita dell'acqua in favore dell'anyacque. Poi voglio capire l'acqua che viene prelevata dalla rete idrica è a carico di noi cittadini???? PERCHE' DEVO PAGARLA??
 
 
#15 Franco 2014-07-09 13:14
caro tip top non è giusto sprecare l'acqua per giocare, serve buonsenso, cosi come non è giusto riempire dalle fontane acqua per irrigare i campi. Dobbiamo imporre anche ai ragazzi una mentalità di rispetto verso il bene pubblico, non risolvere facendo pagare l'acqua, perchè cosi facendo non si raggiunge una società civile
 
 
#14 volavola 2014-07-09 12:38
Avevo ragione,si sono date troppe carote e poche bastonate,adesso è tardi per porvi rimedio. Sig. Franco è vero che l'acqua è di tutti però non è detto che debbano servirla fresca e frizzante.Un saluto.
 
 
#13 in coscienza 2014-07-09 09:29
Il fatto che ci sia gente che spreca l'acqua non significa che bisogna farla pagare!
C'è un enorme differenza di valori e senso del denaro tra la generazione che disseminò il paese di sacrosante fontane pubbliche GRATUITE e la nostra generazione!
Questo bisogna riconoscerlo!
 
 
#12 tip top 2014-07-09 07:26
scusa franco per caso tu 6 1 di quelli che sprecano 1 litro di acqua per 1 bicchiere o sei 1 forestiero che ti piace avere l acqua gratis :lol:
 
 
#11 tip top 2014-07-09 07:18
franco è vero che l acqua è 1 bene di tutti proprio per questo bisogna pagarla perchè c è gente incivile che la spreca per lavarsi la faccia o farsi i gavettoni se non la vuoi pagare nessuno ti obbliga a farlo vai a riempire l acqua dalle fontane che è di tutti o ti piace averla già fresca
 
 
#10 Franco 2014-07-08 14:01
Non si può sentire l'acqua a pagamento! L'acqua e un bene comune non si deve pagare, il cittadino già paga le tasse! Che servizi sono offerti al cittadino? Nulla neanche l'acqua da bere, che schifo! Non esiste il senso della comunità
 
 
#9 obiettivo 2014-07-06 23:34
E questo il compito dell'ass.Marazita?
 
 
#8 x tiptop 2014-07-06 17:20
"fregate 1 euro": che eleganza.

PS: fossi in giunta per fari rispettare ti rimanderei a scuola
 
 
#7 tip top 2014-07-06 09:43
ma si può sapere quando inzia il servizio di pagamentoil la scheda l ho fatta da 4 oggi è 6 ed è ancora gratis e viene gente da fuori per esempio acquaviva a riempirsi le damigiane da 5 litri faremo la fine delle fontane che non esistono piu maria luisa vi fregate pure 1 euro a scheda prciò fai il tuo dovere iniziamo bene con la nuova giunta ma cassano si vuol fare rispettare come fanno gli altri paesi ho cassano e diventata la città di pulcinellaspero che arriva subito 1 risposta
 
 
#6 volavola 2014-07-05 15:54
Signor "non nostalgico"attualmente le case anche se blindate non si possono lasciare neppure chiuse.Grazie compagni, amici e fratelli di tutti.Qualcuno comincerà a parlare di discriminazioni,disparità di ceti,dell'acqua che è un bene di tutti e quindi di libero godimento,bla ,bla ,bla e bla.Ben venga la fruizione a pagamento,verrà meno lo schifo al quale si assisteva nei giorni scorsi.Ormai ci siamo troppo abituati alla carota dimenticandoci del bastone.Un saluto e buona domenica.
 
 
#5 Cassanese D.O.C. 2014-07-05 14:39
Almeno i ragazzini che andavano a lavarsi le mani con un litro d’acqua non ci saranno più...
P.S. Usate le fontanine pubbliche per riempire l’acqua!
 
 
#4 volavolavola 2014-07-05 09:52
e fu così che nessuno più si avvicinò alla casa dell'acqua
 
 
#3 ops 2014-07-04 23:03
E' una buona idea, visto che a volte ho assistito a scene tipo gente con 10 - 12 bottiglie da riempire gratuitamente, mentre altri dovevano aspettare un buon quarto d'ora per prendere una bottiglia d'acqua fresca. Quann je gratis - iungm tuutt!!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI