Lunedì 19 Novembre 2018
   
Text Size

Iniziativa per i diversamente abili dell'associazione "NovaVita"

mare diversamente

Tra gli interventi riabilitativi innovativi che nei recenti anni sono stati formulati per stimolare ed esaltare le doti dei singoli nell'ambito del disagio fisico, psichico e sociale, la pratica del mare ha dimostrato, per l'entusiastica risposta di chi ha potuto sperimentarla, di essere un'alternativa valida, promuovendo un incremento della qualità della vita dei soggetti coinvolti. Infatti non è nuova l'intuizione dell'importanza di un forte coinvolgimento della persona disabile o socialmente svantaggiata in una stimolante attività di gruppo.

Nel caso della crociera, l’associazione “NOVAVITA” onlus immagina che si vada ben oltre la semplice partecipazione ad una routine quotidiana ed al coinvolgimento emozionale, in realtà la gratificazione ed il senso di autostima del disabile appariranno senz'altro amplificati.

La sfida è portare la persona disabile o socialmente svantaggiata a vivere la concretezza di un viaggio per mare, apparentemente "impegnativa" anche per i cosiddetti "normodotati", come un'esperienza da condividere insieme ai compagni e ai familiari, in un clima di arricchimento personale enorme e non riproducibile.

L’obiettivo principale del progetto è quello di mettere insieme momenti di socializzazione, terapie riabilitative, svago e contestualmente dare sollievo alle famiglie che si fanno carico giornaliero dei propri cari.

I programmi didattici e le uscite saranno strutturate tenendo conto delle esigenze di persone con diverse tipologie di disabilità.

La partenza della crociera è prevista dal porto di Bari il 9 giugno 2014, avrà la durata di 7 giorni e toccherà le isole greche.

L’associazione NOVAVITA onlus, si farà carico delle spese di 5 disabili e relativi accompagnatori e garantirà la presenza durante tutto l’arco del viaggio di un fisioterapista che opererà trattamenti giornalieri di chinesiterapia/educazione motoria, di due assistenti che si occuperanno dei fabbisogni dei portatori di handicap, della figura di una psicologa e la presenza di un medico.

Concludendo, l’associazione NOVAVITA onlus, in questo contesto di turismo sociale, intravede la vacanza come occasione di arricchimento culturale, di promozione, di sollievo alle famiglie e di valorizzazione delle risorse umane.

Il presidente dell'associazione "NovaVita"
Giuseppe Fraccalvieri

 

 

Commenti  

 
#12 per fraccalvieri 2014-06-09 20:46
Io credo che l'aiuto degli altri sia importantissimo l'importante che non vada a sostituirsi con quello diretto perché gli ammalati si sentono comunque abbandonati da i loro cari.
 
 
#11 per matteo 2014-06-08 13:54
Mi scusi matteo ma il massaggio e' per luisa lei non c'entra. Grazie
 
 
#10 per matteo 2014-06-08 13:51
Che la contursi abbia fatto tutti quei progetti lo so benissimo.... ma lei inserendo quei link, che per fortuna la redazione a tolto fa credere alla gente altro. Le ripeto stia zitta e magari parli quando sarà ccapace di non confondere politica, progetti e umiltà. Spero anche che sia solo un cittadino qualunque perché se dietro il suo anonimato si nasconde un politico poveri noi. La prego anche di non replicare perché ha già rovinato abbastanza i sogni di mio figlio.
 
 
#9 vedrai vedrai 2014-06-08 13:39
vedrai che tra non molto qualcuno rimpiangerà la contursi e l' amministrazione Di Medio... poveri noi
anzi poveri Voi che avete voluto cambiare...
 
 
#8 mamma di 1 disabile 2014-06-08 09:53
ma hanno fatto 1 comunicato io non sapevo gnentecome al solito i diretti interessati sono gli ultimi a saperlo :eek:
 
 
#7 Pino Fraccalvieri 2014-06-08 09:12
Leggendo i vari commenti, con dispiacere, noto che si creano sempre inutili polemiche. Secondo il mio punto di vista, il passato è passato. Forse negli anni scorsi si poteva fare di più, forse i fondi a disposizione non erano sufficienti, forse c’erano altre priorità, no lo so, ormai non importa più. Guardiamo avanti e speriamo che la nuova amministrazione sia più sensibile ai problemi legati alla disabilità e alle famiglie che tutti i giorni devono prendersi cura dei propri cari. Per quanto riguarda il lavoro svolto negli anni precedenti dalla sig.ra Contursi: evidentemente non è riuscita ad accontentare tutte le nostre esigenze ma sicuramente è stata sempre disponibile e presente.
 
 
#6 matteo 2014-06-07 22:46
Per luisa.
Guarda che questi progetti sono vecchi e fatti tutti dalla contursi.
La prego non dorma...... legga meglio.
 
 
#5 mamma 2014-06-07 22:44
Per luisa.
Ho passato tutto il pomeriggio a cercare sui siti che lei mi ha scritto. Poi venerdi ho chiesto al comune e mi hanno detto che attualmente non c'è nulla. Si vergogni di prendwre in giro la gente che ha bisogno di queste piccole cose. La pregherei di stare almeno zitta. Spero che il sindaco abbia la stessa umiltà e cuore della contursi e pensi anche a noi .
 
 
#4 x commento 2 2014-06-07 14:13
Guarda che la Contursi non è a casa, ma nel consiglio comunale a pieno titolo.
 
 
#3 x Luisa 2014-06-07 13:11
Sul perchè lei si "spenda" a favore di costei avrei un perchè. Ma non si pò scrivere.
 
 
#2 x mamma 2014-06-07 08:49
La Contursi è a casa, grazie a Dio!!!
 
 
#1 mamma 2014-06-06 21:30
Meno male che ci avete pensato voi, visto che il comune dorme. Dov'è il progetto dei disabili, dov'è la contursi. Poveri noi.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI