Mercoledì 14 Novembre 2018
   
Text Size

Inaugurata la “casa dell’acqua” in piazza Merloni

casa dellacqua

 Una cerimonia sobria e senza fronzoli (come prescrivono le regole elettorali della par condicio) ha inaugurato alla presenza del sindaco Maria Pia Di Medio e dell’assessore all’ambiente Carmelo Briano una nuova stazione idrica nel territorio del nostro comune.

E’ stata chiamata la “casa dell’acqua” e sarà sicuramente il più moderno e attrezzato punto di rifornimento idrico su Cassano. Nata da un progetto di collaborazione tra il Comune di Cassano e la Anyquae srl, azienda che, come recita il suo sito internet, è “da oltre trent’anni punto di riferimento nel settore della potabilizzazione delle acque”, la “casa dell’acqua” si aggancerà alle reti dell’acquedotto pubblico per rifornire di acqua quanti ne abbiano bisogno.

Di innovativo e particolare rispetto alle solite e comuni fontane, questo nuovo polo mostra sicuramente la struttura ma anche il prodotto offerto. Sarà possibile, infatti, attingervi sia acqua naturale che acqua minerale. Per i prossimi quindici giorni il servizio sarà gratuito; basterà, infatti, recarsi presso piazza Merloni con delle proprie bottiglie e rifornirsi direttamente dall’erogatore della quantità di acqua desiderata.

Tra due settimane, invece, l’acqua naturale rimarrà sempre gratuitamente a disposizione dei cittadini mentre per ottenere dell’acqua minerale sarà sufficiente acquistare una tessera prepagata presso le tabaccherie di Cassano e attingere un litro di acqua al costo di cinque centesimi. L’intera area della stazione di rifornimento idrico è stata munita di videocamere per potere, appunto, salvaguardare la nuova installazione da possibili azioni di vandalismo.

L’intera iniziativa è stata presa dal Comune per ridurre maggiormente l’acquisto e il consumo di bottiglie in vetro e in plastica con conseguenti positive ricadute anche sulla produzione di rifiuti.

Unica pecca durante la manifestazione i loghi affissi ai lati della struttura e affiancanti la dicitura “Comune di Cassano delle Murge” che, in realtà, rappresentavano lo stemma di un comune in provincia di Roma. Il piccolo inghippo è stato subito risolto con la rimozione degli adesivi sbagliati.

Commenti  

 
#7 albert van den bosh 2014-05-28 13:26
quando ero a milano anni fa gia stavano quei distributori ,spero quello che hanno messo a cassano non sia preda di vandali e ragazzini sfasciatutto
 
 
#6 mittel 2014-05-27 12:37
bella iniziativa...le differenze con le altre tradizionali fontane consistono in 1. si paga 2. oltre all'acqua fontis, la fontana eroga anche acqua naturale e acqua minerale..
 
 
#5 CassaneseD.O.C. 2014-05-26 19:26
Dimenticavo...cè si scrive così: c’è! Prima di dare dell’ignorante a qualcuno...pensateci un po’ (sì, si scrive proprio così e non pò) perché potreste fare una figura migliore. Ma tanto, se sei ignorante, come fai a sapere quello che dici? Lo ignori...
 
 
#4 CassaneseD.O.C. 2014-05-26 16:19
Ma risparmio di cosa? Quante persone vanno in giro con la bottiglia da 1L e quanti con quella da 1/2L? Beh, l’altro mezzo litro (anche refrigerato) è perso... Dove c’è il risparmio? In cosa? docdoc...IGNORI un po’ di cose.......
 
 
#3 cassanesedocdoc 2014-05-25 19:26
bella idea,almeno cè risparmio.zitti ignoranti
 
 
#2 CassaneseD.O.C. 2014-05-24 13:40
Hanno fatto la scoperta dell’acqua fresca! BRAVI! E anche leggermente gasata e gasata! P.S. L’acqua che non entra nella bottiglietta da mezzo litro e continua a scorrere...dove va? Chi paga per refrigerare l’acqua e renderla gasata?
 
 
#1 yoyo 2014-05-23 18:58
Viva la politica. Ci hanno messo in mutande ma ci danno almeno l'acqua...senza pane.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI