Mercoledì 14 Novembre 2018
   
Text Size

"Parco dei Briganti", riparte l'avventura al bosco di Mesola

parco briganti

Con la bella stagione riapre il Parco dei Briganti. Il Parco è situato nella Murgia Barese in un Bosco un tempo utilizzato come rifugio dai Briganti, compreso fra i comuni di Cassano delle Murge, Acquaviva delle Fonti e Santeramo in Colle.

Il parco è collocato su una vasta superficie boscata caratterizzato da un paesaggio naturale con lievi pendii su cui si snodano una serie di sentieri percorribili a piedi, in mountain bike e a cavallo.

Negli ultimi mesi sono state stipulate importanti convenzioni, vantaggiose per i clienti, con diversi operatori specializzati tra cui: parksmania, viviparchi, selecard.

Alle attività già presenti si aggiungono le novità della stagione 2014.

In partneship con Apulia Dogs di Andrea Sergio Petrone, esperto istruttore cinofilo, iniziano le attività per gli amici a quattro zampe: sguinzagliamento ed attività educative ed addestrative realizzate su campo attrezzato.

In partneship con l'associazione sportiva "ASD Murgiaquad" di Leonardo Paciolla si offre un nuovo modo di scoprire le bellezze della murgia. Alla guida di scattanti quad si proverà l'entusiasmante sensazione di percorrere le strade non asfaltate su itinerari diversificati per lunghezza e difficoltà.

All'area soft air dedicata a chi già pratica questo sport si aggiunge, da quest'anno, la possibilità di provare l'ebbrezza del gioco anche per chi non lo ha mai praticato noleggiando tutto l'equipaggiamento necessario sotto la guida esperta di un istruttore.

Le novità 2014 presentate dal parco dei Briganti realizzano la convinzione che in questo particolarissimo momento occorre fare rete con tutti gli operatori presenti sul nostro territorio per rilanciarlo valorizzando le risorse naturali presenti.

Per maggiori informazioni: www.parcodeibriganti.it

 

Commenti  

 
#2 pasquale 2014-05-27 08:36
perché mantenerlo questo parco, oltre ad averlo attivato, qualcuno pensa che sia a costo zero? certo non si è obbligati ad andarci, ma nel deserto delle possibilità di svago dei nostri luoghi, le oasi è giusto che siano segnalate perché se ne possa fruir. poi ognuno lo fa in base alle proprie possibilità economiche...ma il braccino per favore, no!
 
 
#1 obiettivo 2014-05-23 08:37
Ma chi deve andare in questo parco ma vi rendete conto che e' a pagamento???
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI