Mercoledì 14 Novembre 2018
   
Text Size

Raccolta differenziata, sfondata la soglia del 65%

raccolta-differenziata

Per la prima volta da quando è entrato a regime il nuovo servizio della raccolta differenziata dei rifiuti porta-a-porta (luglio 2013) è stata infranta la “soglia psicologica” (nonché un obbligo di legge) del 65% di rifiuti differenziati sul territorio cassanese.

Stando ai dati forniti dal servizio “Rifiuti e bonifiche” della Regione Puglia, che raccoglie e certifica la raccolta dei rifiuti su tutto il territorio regionale, Cassano ha raggiunto il 63,58% nel mese di settembre 2013, del 62,61%; nel mese di ottobre e del 66,78%; nel mese di novembre raggiungendo, dunque, il picco della raccolta. In calo, invece, Dicembre 2013 che ha segnato 59,68%.

Come già abbiamo avuto modo di spiegare in altri articoli, con questi dati il Comune di Cassano, grazie all’impegno dei cittadini, potrebbe evitare il pagamento dell’ecotassa per l’anno 2014.

A questo dato deve poi affiancarsi anche un secondo indicatore importante ovvero la produzione della “indifferenziata” (i rifiuti, cioè, che vanno direttamente in discarica): si è passati dai 547mila kg. del maggio 2013 (all’inizio del nuovo servizio) ai 168mila kg. del dicembre scorso ovvero quasi un quarto in soli 7 mesi.

Nell’ambito dell’ATO Ba/4 (l’Ambito Territoriale Ottimale quello cui appartiene Cassano assieme ad Altamura, Gravina, Poggiorsini, Grumo Appula, Toritto e Santeramo in Colle, Minervino, Spinazzola), Cassano è sicuramente il Comune più virtuoso in termini di differenziata: solo Grumo e Spinazzola possono vantare, infatti, percentuali che, oltrepassano il 50% di raccolta media mentre tutti gli altri paesi sono lungamente distanziati.

Ora non resta che consolidare  questo andamento con reali ricadute per le tasche dei cittadini: quei circa 37mila euro “guadagnati” con la differenziata fra carta e plastica devono essere reinvestiti per abbassare la tassa rifiuti.

 

Commenti  

 
#9 Arturo Comincini 2014-02-13 11:16
Il lavoro e i risultati della differenziata a Cassano sono davvero soddisfacenti ma... una soluzione per ripulire tutto il Palazzo no?... Ma chi governa a Cassano?
 
 
#8 Cittadino 2014-02-13 09:46
L'acredine verso questa amministrazione fa perdere evidentemente di vista l'utilità della raccolta differenziata. Il rispetto dell'ambiente e un futuro maggiormente eco-sostenibile paga da solo lo "sforzo" alla differenziata. In via incidentale speriamo in un risparmio che possa agevolarci. Questo non toglie nulla alle critiche verso il servizio di raccolta per molti aspetti gestito male e comunicato anche peggio, ma correlare la necessità di differenziare ad un mero risparmio economico e' fuorviante.
 
 
#7 sempre piu deluso 2014-02-13 07:40
tutto questo deve (e dico deve) fortemente contribuire alla riduzione della tarsu del 2014. vedremo vedremo :eek:
 
 
#6 Gb x gvill27 2014-02-11 20:59
Gent.mo gvill27, si riferisce all'autore quando parla di "numeri a sproposito"?

Quanto ai rifiuti per le strade, rientrano nella "indifferenziata" visto che una volta raccolti, vengono portati direttamente in discarica senza alcuna (impossibile) selezione. La quantità sarebbe stata certamente inferiore, senza i "furbetti" del sacchetto selvaggio.

Attendo sue.
 
 
#5 gvill27 2014-02-11 19:18
Le elezioni comunali si avvicinano e si danno numeri a sproposito!!! A proposito e la percentuale di rifiuti riversati lungo le strade qual'è ?? Che menti eccelse !!!!
 
 
#4 Vito A. Smaldino 2014-02-11 18:58
Bene anzi ottimo. Adesso però voglio veder ripagata la presenza in casa di ben 7 (si, proprio sette) contenitori per i rifiuti.
 
 
#3 commento 2014-02-11 15:53
Chi arriva da fuori non fa la raccolta differenziata perché non è abituato. Più controlli ambientali presso i vari residence di Cassano!
 
 
#2 volavola 2014-02-11 09:35
Come volevasi dimostrare,non appena si presentano "i pellegrini".leggasi villeggianti,la percentuale scende.Quindi è in quel senso che bisogna migliorare il servizio e controlli.Un saluto.
 
 
#1 Mr Alluminio 2014-02-11 09:11
La tassa non verrà mai abbassata perché gli sforzi dei cittadini saranno sempre vanificati dai sonanti aumenti contrattuali della società appaltatrice…

Chi ci guadagna sono poche persone. E non sono certo i dipendenti pagati sistematicamente con enorme ritardo.

Grazie Briano, grazie sempre. E grazie a Zullo, padre di questa grande porcheria………….
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI