Domenica 18 Novembre 2018
   
Text Size

Il Natale di solidarietà della Cantina Sociale “Luca Gentile”

cantina sociale 1 copy

Non sempre tutto ciò che è antico deve essere buttato, distrutto o nel migliore dei casi ridotto a ‘reperto archeologico’. Esiste una possibilità diversa che consiste nel riutilizzare, ripristinare e ridestinare; questa possibilità vuol dire dare nuova vita agli oggetti e ai luoghi, mantenendo vivo quel sacro legame tra vecchio e nuovo che attraverso la memoria costruisce la coscienza di sé.

È in quest’ottica che la Cantina Sociale "Luca Gentile’, attiva da più di mezzo secolo sul nostro territorio, ha deciso di rivalutare un vecchio vaso vinario presente nella struttura dell’azienda, trasformandolo in uno spazio aperto, da Natale a giugno, all’accoglienza di quanti, visitatori, privati cittadini e associazioni, vogliano fruirne come location per eventi di vario tipo.   

Il vaso vinario in questione, costruito in cemento armato secondo un brevetto del celebre enologo di Casteggio Emilio Sernagiotto, risale agli anni ’50 del secolo scorso. Era uno degli strumenti di lavoro che hanno fatto la storia della Cantina Gentile, una cooperativa che in più di cinquant’anni di attività, attraverso una collaborazione sempre più estesa, ha riunito più di 400 soci viticoltori e 16 qualità di viti distribuite nelle province di Bari, Taranto e Matera. Una storia produttiva che è cresciuta tanto da estendere la diffusione dei propri vini oltre che nel nord Italia anche nel nord dell’Europa, e che ha consentito alla cooperativa di raggiungere riconoscimenti nazionali (Slow Food, Vinitaly, Douja D’or) e internazionali (a Bordeaux, Londra e Parigi).

cantina gentile 2

Oggi questo stesso luogo rivive, nella sua rinnovata e accogliente forma circolare, e ospita nel proprio mezzo uno spazio per la degustazione di prodotti enogastronomici, attorno al quale sono state disposte delle cantinette in acciaio in cui è esposta tutta la produzione vinicola della Cantina.

Nella serata di sabato 21 dicembre questo spazio, ristrutturato e rivivificato, ha accolto il suo primo evento realizzato con l’AIRC (Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro) di Bari e con la diramazione cassanese dell'associazione "Essere Donna"; una serata all’insegna della degustazione di prodotti enogastronomici locali il cui ricavato sarà devoluto in beneficenza alla sede cassanese e a quella barese dell’associazione. Un’iniziativa benefica lodevole e inserita pienamente nell’ottica della collaborazione e della solidarietà che da sempre contraddistingue la Cantina Sociale "Luca Gentile", consapevoli della forza che questi valori  hanno avuto nella storia della loro attività.

cantina sociale 3

Non ci resta che ammettere come il vecchio caro Ovidio che “il vino dispone l’animo all’amore e lo rende pronto alla passione” (Vina parant animos faciuntque caloribus aptos), non solo una passione ebbra e sensuale, ma una passione memore degli oggetti e dei luoghi del proprio mestiere, una passione per gli altri e per il loro valore, una passione per la collaborazione e la condivisione.

 

 

 

 

 

 

 

 

Commenti  

 
#1 Cittadina cassanese 2013-12-26 16:45
Un dieci e lode alla cantina Gentile per la loro organizzazione e solidarietà che offrono al nostro paese
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI