Lunedì 12 Novembre 2018
   
Text Size

Progetto "Lame": il fronte della protesta si amplia

comitato lama futura

Fare fronte comune con le opposizioni consiliari, i movimenti civici e tutti i cittadini interessati alla sicurezza del territorio ma da realizzarsi con altre forme.

E’ la strategia che il Comitato Cittadino “Lamafutura” messa in campo sul Progetto “Lame”, il contestato disegno dell’amministrazione comunale per proteggere l’abitato di Cassano dalle piogge torrenziali.

Nei giorni scorsi, infatti, i membri del  Comitato si sono incontrati presso la propria sede, in via Miani, in due diversi momenti con i gruppi di minoranza in Consiglio Comunale: “Nuova Ideadomani” capeggiato da Teodoro Santorsola e “ViviCassano-PD” con il capogruppo Quirico Arganese ed al segretario politico Davide Pignatale.

“L'idea – spiega uno dei membri di Lamafutura, Paolo Racano - è quella di fare un fronte vasto e comune e, a quanto pare la cosa è fattibilissima. Le "visioni" finora riscontrate con i due gruppi politici sono comuni e molto fattive. Stiamo mettendo a punto strategie sinergiche già tracciate. Nei prossimi giorni ci saranno nuovi riscontri”.

Sia a NID che al Pd, i membri di “Lamafutura” hanno chiesto prese di posizioni nette sia dentro che fuori del Consiglio Comunale: basta politichese, insomma; si dica da che parte si sta e si agisca di conseguenza.

Questo anche alla luce de nuovo documento di cui CassanoWeb ha rivelato l’esistenza (leggi l’articolo) e di cui il Comitato non sapeva nulla: quella dell’ex “Genio Civile”, a firma dell’ing. Di Lauro, che boccia la costruzione del vascone n.1. Una presa di posizione molto dura, la prima per la verità visto che finora il “Genio” aveva posto al Comune ed ai progettisti una serie di interrogativi e perplessità, senza mai entrare nel merito delle scelte progettuali.

Stavolta è diverso e anche “Lamafutura” è rimasta sorpresa da ciò. Ma non soddisfatta.

Spiega ancora Racano: “Pur avendo delle parole forti e determinate nei confronti del "progetto lame" e del pressapochismo con cui è stato portato avanti. Pur mettendo dei chiari limiti al proseguo dell'operazione definita dall'organo competente PERICOLOSA. Pur dando delle direttive e facendo delle palesi accuse alla scelleratezza dell'operazione, Noi di LAMAFUTURA e dei Gruppi che appoggiano il dissenso, non siamo soddisfatti. I vasconi sono pericolosi ambedue, e il secondo, per la vastità del bacino di raccolta e per l'esigua barriera, inutile e nociva, lo è ancora di più. La visione del Comitato è portare avanti il progetto che ha fatto ottenere il finanziamento o rispolverare quelli presentati nella gara e troppo frettolosamente o opportunamente scartati; ridare vita e servizio effettivo al canalone eliminando, come suggerito dall'ex G.C. gli scellerati "tappi" e soprattutto farlo velocemente per non perdere il finanziamento!”.

Ancor più determinata e circostanziata la lettura della relazione della Di Lauro da parte di un altro membro di “Lamafutura”, Lorenzo Fiore che in una lettera inviata ai giornali, afferma:

“La recente nota del Genio Civile (del 19 novembre scorso), di cui si è venuti a conoscenza solo qualche giorno fa, ha in sostanza bocciato in toto il c.d. Progetto Lame dell’Amministrazione di Medio.

Detta nota, a firma dell’Ing. Di Lauro, conclude dicendo che al progetto presentato si impone la seguente variante:

1-    eliminazione della vasca 1 posizionata a ridosso dell’abitato;

2-    messa in sicurezza dell’intero canale esistente (c.d. ‘Canalone’);

3-    adeguamento della sezione nel tratto in cui il canale subisce un drastico restringimento, causa delle inondazioni.

Concludere ‘impegnando’ la Maggioranza nei termini sopra descritti significa, per un verso, che il Genio Civile ha imposto diverse priorità ai lavori per la messa in sicurezza del centro abitato, e per l’altro, ha dichiarato smaccatamente ‘inutile’ il Vascone n. 1.

Nulla però si dice circa il Vascone n. 2 e questo, ad avviso di chi scrive, se non è una grave dimenticanza, costituisce una grave sottovalutazione dei rischi ad esso connessi che, a prima vista, appaiono ben più elevati dell’altro invaso.

            E veniamo al capolavoro del Vascone n. 2, da costruire in zona ‘Grotta del Lupo (peraltro area sottoposta a vincolo idrogeologico).

Una cementificazione insultante per l’ambiente, della capienza di ben 10 mila metri cubi di acqua, che dovrebbe accogliere le piogge da un’area di raccolta (il cosiddetto bacino imbrifero) vastissima, nella Lama ‘Località Cisterna Santiquando’ estesa ben 3,38 Kmq !

Sapete quanta acqua svilupperebbe quel bacino con appena 100 mm di pioggia nelle 24 ore (143 mm nel week-end di fine novembre)? Oltre 300 mila metri cubi !!!

E sapete quanta acqua al massimo ne accoglierebbe il Vascone n. 2? Appena 10mila metri cubi, nemmeno un trentesimo del necessario!

Si è detto: si, ma parte delle acque verrà trattenute dal terreno murgiano! E quanta? Se calcoliamo, con un eccesso di ottimismo, che il 50% delle acque venga assorbito o drenato dal terreno, come può un bacino da 10mila metri cubi contenerne 150mila ?

Quel vascone sarebbe ‘condannato a tracimare ab origine, tragicamente, alla prima pioggia appena abbondante, rischiando di causare una valanga di acqua e fango che distruggerebbe tutto sul suo cammino.

Ancora, il Vascone n. 2 è pericoloso anche in situazione di normale piovosità, in quanto sprovvisto di alcun meccanismo di ‘c.d. troppo pieno’. Il suo svuotamento, infatti, è previsto con incompetenza per ‘percolazione’, cioè assorbimento e drenaggio da parte del terreno sul fondo del vascone.

Nessuno degli appaltatori e appaltanti si è fatto venire in mente che le acque piovane defluenti dalla Murgia si caricano di detriti, di fango, di parti minerali, poichè la roccia carbonatica è porosa e friabile. Ne consegue che al primo acquazzone il fondo del vascone si coprirebbe di fango impermeabilizzandosi quasi totalmente, quindi vanificando o rendendo lentissima la dispersione d’acqua nel terreno sottostante.

Insomma dopo una normalissima pioggia, il Vascone n. 2 incomincierebbe comunque a tracimare, anche in assenza di eventi straordinari!

Sembra la promessa di un guaio annunciato!”.

 

Commenti  

 
#6 realtà 2014-01-05 15:43
invece di parlare sempre del progetto lame perchè non iniziate a parlare della circonvalazione che vedere quei camion passare nel nostro paese fanno veramente paura cassanesi svegliatevi altro chè i vasconi.
 
 
#5 Realista64 2013-12-20 16:14
Xmil
Prima di sparare fesserie guardati il proggetto ADVENCO .

xSavero C
Perchè ,lei che è intelligente , non la fa lei una proposta alternativa così rompiamo questa monotonia .
 
 
#4 gg puo 2013-12-18 12:13
caro paolo vip il fatto che Arganese voglia capire le ragioni della Lama Futura mi fa venire dei dubbi sulle ragioni della stessa Associazione.
 
 
#3 paolo vip 2013-12-17 22:58
Mo basta avete rotto co sti vasconi ... Arganese dice che vuole capire e fino a prova contraria non e cons igliere e non puo vedere le carte o non vuole? e mo ti svegli ? Pero alla campania elettorale ci pensa. Ma andate tutti a lavorare che e meglio.
 
 
#2 mil 2013-12-17 12:11
forse non si è capito a cosa servono i vasconi?
Solo a qualcuno,ma, solo a qualcuno va detto che i vasconi servono a ridurre l'impeto delle acque,a rallentare la corsa ma non ad utilizzare i vasconi come bacino di contenimento o raccoglitore,vengono(i vasconi) utilizzati per rallentare la corsa delle acque a valle.Se poi a qualcuno ma solo a qualcuno, non ,vuole capire e magari cavalcare qualche libera interpretazione di terrorismo psicologico e magari dietro ci sono i propri interessi magari anche politici io a queste persone darei le spalle perchè questo è il mio punto di vista e mi scuso se la penso così non vorrei accusare o calunniare qualcuno,il mio è un libero pensiero come è libero di esprimersi chiunque senza esasperare gli animi perchè cosi si erge il muro del non ascoltare e magari cambiare idea.
Buon Natale
 
 
#1 Savero c. 2013-12-16 18:42
Dove sono le proposte alternative? Sete monotoni e patetici.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI