Mercoledì 14 Novembre 2018
   
Text Size

Ispettori Volontari Ambientali: ecco i nomi

rifiuti contrada circito piccola

Cinque donne e quattro uomini e solo uno solo nato a Cassano. Sono i 9 Ispettori Ambientali Volontari che il Comune di Cassano metterà in campo, dai prossimi giorni, per combattere il fenomeno dell’abbandono indiscriminato dei rifiuti lungo le strade che costeggiano il paese e non solo.

Al termine del Corso di Formazione, sono risultati idonei:

Vera Baltieri (barese di nascita, 26enne);

Pasquale Chimienti (cassanese, 66 anni);

Silvia Cocola (barese, 36 anni); Maria Grazia Crudele (23enne barese);

Lucia Di Palo (nata a Gravina, 44 anni);

David Metastasio (svizzero, 38enne);

Nico Alessandro (barese, di 34 anni);

Rossella Trisolini (barese, 52 anni);

Daniele Valecce (barese, 33enne).

A sette mesi di distanza dal Bando promulgato dal Comune, dunque, entrano in servizio gli Ispettori, nominati con Decreto del sindaco Maria Pia Di Medio.

L’Ispettore dovrà occuparsi di vigilanza ambientale ma soprattutto di corretta gestione dei rifiuti ovvero raccolta e smaltimento degli stessi. Si tratta di una figura volontaria dunque non vi saranno compensi né rimborsi spese.

Nel corso della sua attività, l’Ispettore Volontario – che indosserà una pettorina fornita dal Comune e dovrà portare sempre con sé il tesserino di riconoscimento – dovrà rispettare le basilari regole civile e farsi guidare dal programma operativo redatto dal Comune. Constatato l’eventuale illecito, l’Ispettore dovrà redigere un verbale e consegnarlo al Comune che provvederà, tramite la Polizia Municipale, ad accertare la violazione e procedere come legge comanda.

Quanto al tempo da “prestare” al servizio, il Regolamento chiede che il volontario sia operativo per almeno 10 ore al mese; naturalmente più saranno i volontari meglio saranno distribuiti i turni dato che l’idea è di coprire l’intero arco del mese con le attività dell’Ispettore, in modo che non vi siano giorni scoperti.

Sarà cura del Comune, infine, stipulare assicurazione che copra il volontario dai rischi (infortunio, incidente, ecc.) nonché per la tutela legale.


 

Commenti  

 
#19 cittadino 2013-11-11 18:32
scusatemi...mi riferisco a qualche commento che veniva sollevoto in virtù della figura di ispettore ambientale.....voglio ricordare che a quanto pare loro rivestono la qualifica di pubblico ufficiale inerenti alle mansioni da loro rivestite, quindi mi guarderei da adottare atteggiamenti del tutto inappropriati o pagliatoni come avete detto...anche perchè c'è l'arresto.....la loro figura penso sia quella di vigilare ma soprattutto informare sulle procedure da adottare, sicuramente i trasgressori recidivi saranno sanzionati...
 
 
#18 E.Mantegazziani 2013-11-11 10:43
Cara Mina, io non sono qui per raccogliere consensi, tanto è vero che, più che affermazioni, facevo delle domande, visto che io, al contrario di te, non ho certezze.
Mi limito a guardare e a pensare col mio cervello.
Temo che tu, ad un certo punto, abbia semplicemente interrotto la lettura di quanto avevo scritto. Se avessi avuto la cortesia di continuare, avresti notato che io pure vedo delle stonature e delle cose migliorabili.
Se poi vuoi negare l'evidenza di un paese senza più cassonetti e senza più quella sorta di "terra di nessuno" che era diventata la Villa dei Caduti, ne hai tutto il diritto: ma non accusarmi di "essere fuori" o di bestemmiare solo perché vedo cose che tu, magari coi paraocchi di una fede politica, ti ostini a non vedere.
 
 
#17 gb x volavola 2013-11-11 07:52
Mi sembra simile a quella che nutre lei. Ricambio il saluto e....alla prossima!
 
 
#16 volavola 2013-11-10 19:36
Alla faccia della sincerità e della stima che ha per i nostri compaesani.Aggiungerei che parlano,parlano e parlano ma dei fatti altrui con edizioni rivedute e corrette.Un saluto.
 
 
#15 gb x volavola 2013-11-10 19:00
Cosa c'è da spiegare? E' solo una constatazione di fatto. Cosa volevo sottendere al ragionamento? Che i cittadini cassanesi (a volte me compreso, beninteso) parlano, parlano, parlano ma poi quando si tratta di lavorare....
 
 
#14 GIANFRANCO 2013-11-10 16:43
Per UKI: hai detto bene. Io ho fatto parte dei 14 frequentanti il corso di Ispettore Ambientale; purtroppo, nonostante fossimo solo in 14, anzichè ammetterci tutti dopo la frequenza, è stata eseguita una prova selettiva; io ed altri siamo stati esclusi per non aver dato le risposte giuste ad alcune domande a quiz
 
 
#13 Uki 2013-11-10 10:01
Mi spiego meglio: gli partecipanti al corso sono stati 14, un numero quasi soddisfacente alle esigenze previste. Tuttavia, si è ritenuto di dover procedere ad una selezione a quiz tra i partecipanti, col risultato di ridurre il numero a nove unità
 
 
#12 volavola 2013-11-10 09:37
Per G.B. Mi vuole spiegare,per cortesia ,il senso della sua frase "solo uno è nato a Cassano". Grazie.Un saluto e buona domenica.
 
 
#11 Red.ne x Uki 2013-11-10 09:04
Per la verità le domande presentate erano 25. Ma è ovvio che non tutti avevano i requsiti, altri hanno ritirato la candidatura per impegni sopravvenuti.
 
 
#10 Uki 2013-11-10 07:57
Buongiorno, ho saputo che gli aspiranti Ispettori Ambientali erano ben 14; tuttavia, nonostante c'era l'esigenza sul territorio ad averli tutti, si è provveduto ad effettuare una selezione, e quindi si sono ridotti a nove unità
 
 
#9 mapi 2013-11-09 21:34
il sabato e la domenica vengono a cassano i proprietari di seconde case (soprattutto ville), e purtroppo molti di questi sono incivili (di differenti fasce d'età) e la sera quando hanno terminato i loro bagordi chiudono i loro rifiuti in bustoni e li lasciano ovunque......penso sia quello il momento di controllare e multare.....
 
 
#8 1 cittadino 2013-11-09 18:04
gli incivili ci sono su via antonio di ceglie ce +++MODERATO+++ che fa di tutto lavono i bidoni e buttano l acqua fuori per la stradae non parliamo dei cartoni che lasciano a terra e 1 schifo e credo che i vigili vedono e fanno finta di niente dormonooooooooooooooo :zzz :zzz
 
 
#7 Mina 2013-11-09 17:20
Mantegazziani fino ad un certo punto quasi ero d'accordo con te... poi sono arrivato all'elegio "ora Cassano è più bella" e mi son detta "questo sta fuori".
Cassano è più bella di un mese fa, forse, ma restano profonde inefficienze accumulate da questa amministrazione.
La monnezza, caro mio, la stiamo nascondendo sotto il tappeto (e non mi riferisco ai selvaggi incivili...). Le strade restano sporche, l'erba alta, le rotonde sono inguardabili, molte strade sono groviere alcune buie anche totalmente con lampioni spenti da anni (manco da mesi). La fogna bianca non ha manutenzione (meglio non parlare del canalone), la manutenzione del verde è ridicola, il presidio delle forze dell'ordine agli incroci è inesistente (vedi i parcheggi selvaggi nei pressi dei bar), il centro storico è una latrina abbandonata,e il randagismo?... E tu mi dici che Cassano è più bella? Perdonami, stai bestemmiando!
 
 
#6 obiettivo 2013-11-09 16:55
Scusatemi ma mansione hanno questi??
 
 
#5 E.Mantegazziani 2013-11-09 11:49
Sono passati mesi dall'introduzione della raccolta porta-a-porta, e io ancora mi domando cosa possa spingere un individuo dotato di medie capacità intellettive a boicottarla. La scomodità e l'illegalità della cosa, il rischio di essere scoperti e additati alla condanna morale...nulla riesce a battere l'ostinata azione di questi soggetti. E' vero che in alcuni casi si tratta di extracomunitari che vivono clandestinamente in alloggi affittati in nero, non censiti, e quindi non serviti dalla raccolta; una volta avevo letto di uno sportello per l'accoglienza e l'integrazione...esiste davvero? E se esiste, perché non si fa carico di sensibilizzare queste persone, visto che tutti sanno benissimo DOVE e nelle case di CHI vivono?
Tuttavia non credo che le tante buste lasciate in giro nelle strade buie di periferia siano tutte da ascriversi a loro. Chi è allora questa gente? Sono persone scientemente intenzionate a creare un danno di immagine all'Amministrazione Comunale? Gente che vede in tali comportamenti una ripicca per torti subiti? Si tratta di semplice menefreghismo, di inciviltà inestirpabile, o c'è dell'altro?
Davvero vorrei che qualcuno mi aiutasse a capire.
Abbiamo per la prima volta dopo decenni un paese bello, pulito, senza bidoni traboccanti di immondizie, con un nuovo "salotto" sulla strada di ingresso per chi proviene da Bari...e tutto ciò è costato soldi e lavoro da parte di tanti.
Per carità: tutto è migliorabile e non tutto procede a regola d'arte, ma è indiscutibilmente un grosso passo in avanti.
Perché dunque questi atteggiamenti da incivili?
Posso capire le beghe politiche, per cui chi amministra sarà sempre sottoposto alle critiche di chi è amministrato, ma questo è un gioco che lascio a chi ancora si illude che cambiando le persone si possa ottenere l'Amministrazione Ideale, che, invece, non esiste, non è mai esistita e mai esisterà. Quello che non capisco è l'autolesionismo, lo sporcare in casa propria, la mancanza di senso civico.
 
 
#4 volavola 2013-11-09 09:49
Perdonatemi se son tardo,non ho compreso il senso della frase "solo uno è nato a Cassano",che si intende sottolineare.Anche se fossero stati anonimi il palliatone lo rischiano comunque da parte degli incivili delinguenti.Un saluto.
 
 
#3 Mina 2013-11-09 08:43
Ma che devono fare?
Poi con tanto di nomi e cognomi (genialata) rischiano pure il palliatone dall'idiota incivile di turno...
 
 
#2 ottimista 2013-11-08 19:03
Speriamo che funzioni perchè c'è molta spazzatura in giro nonostante la buona volonta' dei volontari che hanno pulito. Via san Gaetano è piena per non parlare della via di Mellitto vicino all'isola ecologica.Buon lavoro
 
 
#1 ral 2013-11-08 18:48
speriamo che servano quantomeno da deterrente. Spero che l'azione sia più incisiva soprattutto nelle aree perurbane del paese dove il fenomeno è dilagante. E' ovvio che ciò non dispensa gli organi preposti ad assolvere al compito per cui sono chiamati per legge.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI