Mercoledì 14 Novembre 2018
   
Text Size

Raccolta differenziata: a settembre è al 60%

raccolta-differenziata

Ancora conferme per la raccolta differenziata a Cassano: a settembre il “porta-a-porta” ha raggiunto il 60% secondo dati non ancora ufficiali ma attendibilissimi.

Un miglioramento, rispetto al mese di agosto (leggi l’articolo) di sei punti percentuali.

Si è, dunque, quasi alla fatidica soglia del 65% ovvero la percentuale prevista dalla legge nazionale in materia di raccolta differenziata, risultato ragguardevole che i cittadini cassanesi hanno raggiunto in appena quattro mesi con il nuovo servizio di raccolta.

Altro dato incoraggiante proveniente dagli uffici regionali è l’ulteriore calo della raccolta indifferenziata (quella parte dei rifiuti, cioè, che viene conferita nelle discariche) che passa dalle 228 tonnellate di agosto alle 185 tonnellate di settembre dunque un calo di ben 43 tonnellate in tutto il territorio cassanese.

Lo sforzo che la popolazione sta facendo comincia a far “guadagnare” qualcosa al Comune che stando ai primissimi dati relativi al conferimento del vetro, incasserà dal Consorzio di conferimento quasi 2.500 euro per le 63 tonnellate finora conferite; in corso di quantificazione quelle relative al legno e alla carta.

Certo si tratta di piccolissime cifre ma significative poiché danno finalmente il senso che anche dal punto di vista strettamente economico – oltreché ambientale – fare la differenziata è vantaggioso anche per le casse del Comune e in definitiva per quelle dei cittadini. Se l’andamento dovesse essere sempre più confermato, infatti, il risparmio in bolletta potrebbe essere presto una realtà.

Fin qui, le notizie positive che abbiamo raccolto dagli Uffici preposti. Ma non mancano quelle negative e che riguardano, ad esempio, l’indice di impurità per quel che riguarda la raccolta della plastica.

Premettendo che il Consorzio a cui il Comune di Cassano conferisce la plastica considera tale solo gli imballaggi – secondo le vigenti disposizioni legislative – stando alle ultime analisi effettuate a campione l’indice di impurità per Cassano si attesta fra il 15% e il 18%, troppo alto per aspirare ad ottenere sostanziosi “guadagni” dalla vendita della nostra plastica.

Quel che molti fanno fatica a comprendere, infatti, è che non tutta la plastica che utilizziamo in casa è riciclabile ma solo quella, appunto, considerata imballaggio.

Cosa inserire, dunque: bottiglie, barattoli, flaconi, sacchetti, buste, pellicole trasparenti, piatti.

Cosa non inserire e dunque non considerare plastica: giocattoli, secchielli, palette, ciabatte, canotti, salvagente, palloni, occhiali, biro, pennarelli e tutti gli altri oggetti che non sono imballaggi. Questi vanno messi nei contenitori della raccolta indifferenziata.

Più si terranno presenti queste semplicissime regole, migliore sarà la “purezza” della plastica riciclata, con vantaggi per la filiera e per gli incassi del Comune.

 

Commenti  

 
#30 pippo1 2013-10-19 08:50
Si pipp, sono in accordo con te, certamente! Pero' uno sforzo in piu' e lavare proprio dove vi erano i bidoni? E dai che non costerebbe molto......
 
 
#29 Pipp 2013-10-19 08:26
ueh sid, falli tu due conti! La produzione di rifiuti ad acquaviva tra l'anno scorso e quest'anno, è aumentata o diminuita?
 
 
#28 sid 2013-10-18 22:16
pipp guarda non è difficile fare due conti. Basta fare la somma dei quintali di monnezza raccolta differenziata e confrontarla con i dati precedenti.
i cassanesi "civili" che vanno neio paesi limitrofi son pochi... ma son tanti i cassanesi, e non, che buttano la monnezza in campagna e sempre negli stessi posti.
 
 
#27 gvill27 2013-10-18 20:41
X Pipp
E' chiaro che nei paesi limitrofi la differenziata non la fanno ,perchè sono costretti ad assimilare quella di cassano,e forse l'amministrazione comunalle dei suddetti paesi non hanno le menti eccelse della differenziata che ci sono a cassano. Forse la stanno studiando in maniera civile e sensata.
 
 
#26 Pipp 2013-10-18 18:56
Sid sei simpatico. Ma quanti sono i cassanesi che sono andati ad acquaviva a buttare 1 busta di immondizia?
5? 10? 20? 50? 100? E gli altri 15000?
Siamo seri.
 
 
#25 Pipp 2013-10-18 16:20
x Pippo: sono d'accordo con te, ma non dimenticare la puzza che facevano, quei bidoni strapieni di immondizia, specie d'estate, con cani e gatti che andavano a mangiare. Quando adesso andiamo ad Acquaviva o Santeramo e vedo un bidone dell'immondizia, sono orgoglioso che a Cassano non ci sono più! Sei d'accordo con me?
 
 
#24 sid 2013-10-18 06:05
Caro pipp, se la continueranno a sognare se tanti cassanesi andranno a buttare la loro monnezza da loro.
 
 
#23 pippo1 2013-10-17 19:16
PIPP, quello he dici potrebbe pure essere vero ed io lo spero, sai cosa effettivamente ci fa arrabbiare? Da quando non vi sono cassonetti le strade sono sempre sporche, ma non ti parlo solo di spazzatura ma , es rementi di piccioni, strade nere....ogni tanto devono lavarle! Ma tutte le strade, stradine, vicoli e viuzze....non solo la piazza principale e le arterie principali!
 
 
#22 PIPP 2013-10-17 17:19
Nei paesi limitrofi le percentuali di raccolta differenziata che si è raggiunta a Cassano, se la sognano!!
 
 
#21 x Mina 2013-10-14 19:05
Mina allora fai finta di essere terra terra, anzi si "assai specializzata" quasi quasi, mi sembra di conoscerti già!
 
 
#20 Mina 2013-10-14 13:11
Terra Terra?
Tantissimi cittadini non capiranno mai la differenziazione delle plastiche e soprattutto il perché.
Pago la TARES a tutti sapientoni della monnezza se portate il vostro bidone della plastica e superate l'esame del "100% pura".
E' una idiozia legislativa che devono pagare i cittadini. La plastica in tutte le sue forme è riciclabile (di più o di meno a seconda della tipologia).
I centri di raccolta non vogliono certe plastiche semplicemente perché non hanno i contributi per riciclarla…
Cassano pagherà la TARES più alta, vedrete…
 
 
#19 ORCHIDEA SELVAGGIA 2013-10-14 01:21
Concordo con JOHN.
X MINA lei è una "contestatrice" +++MODERATO+++ oltre ad essere ignorante,abbiamo capito che lei è molto "terra terra"ops...volevo dire terrena,non ha feeling con ciò che concerne lo spazio.
Se la legge prevede la cernita delle varie tipologie di plastica,perchè dobbiamo contestare,non ci vuole la laurea x dividere i rifiuti e,poi smettiamola di puntare il dito contro i baresi o altri ogni volta che c'è una busta di rifiuti gettata in mezzo alla strada,L'INCIVILE,IL CAPRONE,ù'LURD potrebbe essere anche tra noi cassanesi,perchè no?
 
 
#18 Mina 2013-10-13 20:02
Risparmiare? Ah ah ah
 
 
#17 gvill27 2013-10-13 18:04
Queste Percentuali è solo fumo negli occhi,tanto è vero che la quantita' di rifiuti nel comune di acquaviva è aumentato a dismisura e il sindaco del paese si è lamentato!!!! altro che 60%!!!!
 
 
#16 volavola 2013-10-13 17:50
X Mina.Nel prossimo semestre le percentuali aumenteranno per il semplice motivo che diminuiranno i villeggianti i quali ,non per colpa loro ma a causa dell mancanza di informazione ed aggiungerei anche organizzazione non sanno come gestire i rifiuti.Alcuni hanno trovato la soluzione gettandoli nella piazzola di sosta ,andando verso Bari,dopo Sannicandro dove la strada diventa a quattro corsie.Un saluto.
 
 
#15 x Verità 2013-10-13 15:57
Ma sei connesso??
I rifiuti per strada sono sempre stati buttati dai "villeggianti baresi" che vengono a Cassano. Ieri come oggi! Sarà aumentata? Come si fa a quantificarla? Vengono raccolti i dati della raccolta differenziata, perché sono quelli che domani ci permetteranno di risparmiare qualcosa per lo smaltimento rifiuti.
 
 
#14 verità 2013-10-12 12:03
x Mina
Credo che tu sei una di quelle che evade le tasse e che da sporcacciona butti la spazzatura per strade.
 
 
#13 Verità 2013-10-12 11:11
Perché non dite anche la percentuale di rifiuti che si buttano x strada da quando è partita la differenziata?????
 
 
#12 x Mina 2013-10-12 09:05
Mina hai il veleno addosso?
Forse questo natale pagherai qualcosa in più. Ma i prossimi molto meno di quanto pagheresti se vivessi a Santeramo(raccolta differenziata 18%) , Acquaviva(raccolta differenziata 15%) , Sannicandro etc (raccolta differenziata 12%)
 
 
#11 Mina 2013-10-12 07:45
Vedremo nei prossimi sei mesi. TUtto questo trionfalismo è ridicolo considerato che i cassanesi civili non hanno scelta. Ed ancor più ridicolo se pensiamo che costa praticamente il doppio di prima il servizio. A Natale i cassanesi avranno delle sorprese.

PS: Antelmi e BRiano non fatevi vedere in giro a NAtale. ZUllo tu vai sulla luna con NEspoli.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI