Sabato 17 Novembre 2018
   
Text Size

Progetto "Lame": la "Advenco" non convince la piazza

panorama di Cassano

Nessuno dei dubbi, delle incongruenze, delle perplessità che il Progetto “Lame” ha suscitato in gran parte della popolazione cassanese è stato sciolto ieri sera, nel corso dell’incontro voluto dall’amministrazione comunale in piazza Moro con i tecnici della società nocese “Advenco”, progettista dell’opera che prevede la realizzazione di due vasche di accumulo e l’allargamento a valle del canale tombato.

L’amministratore della “Advenco”, l’ing. Conforti e suo fratello Paolo non hanno saputo affatto controbattere alle domande stringenti e puntuali del Comitato cittadino “Lamafutura” e a quelle di altri cittadini:

1)da dove nasce l'idea di realizzare i vasconi? quanta acqua intercetterà il vascone che si vorrebbe costruire a monte, nei pressi del curvone di via Santeramo?

2) Dove andrebbero a finire le acque provenienti dal bacino n. 4 e dal bacino delle cave, visto che il progetto non pe prende affatto in considerazione?

3) È vero o no che solo il 20% dell’acqua piovana che scorrerà dalle Murge di via Santeramo sarà contenuta nel vascone?

4) Come è possibile che il progetto dica in una parte una cosa per affermare il contrario in altra parte tanto da configurare come “falso” l’intero progetto?

5) L’impresa che vincerà l’appalto, quale progetto eseguirà, dato che vi sono incongruenze fra gli elaborati?

6) Dove finirà l'acqua accumulata nei vasconi? Evaporerà? Finirà in falda? E che succederà alla già precaria situazione idrogeologica di gran parte dell'abitato: si innalzerà il livello dell'acqua di falda finendo per far allagare case, piazze e strade del centro storico?

7) di quanto diminuirà il rischio idraulico nell'abitato?

Queste e tante altre le obiezioni sollevate dalla piazza a cui l’”Advenco” ha balbettato risposte senza senso o del tutto scontate (“Cassano si trova in una posizione per cui raccoglie l’acqua dalle colline circostanti”!!!!!!): per una società che ha vinto una gara pubblica di progettazione, pagata oltre 70mila euro e con il carattere “internazionale” che vanta di avere, una davvero pessima figura.

Ma d’altra parte già alle seplici sei domande del settimanale “La voce del paese” (leggi l’articolo), l’Advenco aveva preferito non rispondere, segno di una debolezza che lancia molte ombre su un opera “inutile, dannosa e pericolosa” come il Comitato va affermando da oltre un mese.

L'impressione che si è avuta è che i due amministratori nocesi e il loro staff di 50 professionisti abbiano realizzato un progetto sulla carta ma senza alcuna conoscenza del territorio cassanese, delle sue peculiarità e della sua storia.

E’ stato il sindaco Maria Pia Di Medio a calmare gli animi e ad aprire alle richieste della piazza: “fatemi avere entro brevissimo una qualche “carta” che dimostri la validità delle obiezioni e io la porterò prima all’Autorità di Bacino (ente principale per la concessione dei permessi, NdR) quindi, in una conferenza di servizi a tutti gli altri enti, dopo aver prorogato la gara d’appalto”, in scadenza il prossimo 15 luglio.

La Di Medio, che ha sempre tenuto aperta la porta del dialogo, ha tra l’altro fatto precise promesse: nessuna quercia secolare sarà abbattuta nella zona del “Costone di Bruno”; sarà fatta una manutenzione straordinaria del “Canalone”, con i soldi risparmiati dal ribasso d’asta; le opere saranno mitigate da piantumazione di alberi e piante e via di seguito.

Il sindaco ha poi messo in allerta il Comitato: "vi rendete conto che correte il rischio di essere manipolati da chi ha interessi politici?", facendo riferimento all'intervento dell'altra sera - nel corso della conferenza cittadina di "Lamafutura"- del capogruppo di "Nuova Ideadomani", Teodoro Santorsola (leggi l'articolo). Ovvero chi ha la responsabilità politica di aver costruito un vero "ecomostro" sul curvone di via Santeramo, cambiando da una sera all'altra la zonizzazione dell'area rispetto al PRG.

Non sono mancati, poi, momenti di tensione tra alcuni dei presenti, con scambi di accuse e volgarità gratuite di cui si sarebbe potuto fare a meno.

L'importante, comunque, resta il fatto che l'Amministrazione Comunale ora attende le richieste del Comitato per migliorare il progetto e rivederlo nelle sue parti essenziali, cosa che già nella prossima settimana potrebbe essere fatta e che dovrebbe procedere in parallelo con l'esposto-denuncia che "Lamafutura" ha predisposto per tutte le autorità competenti e con il ricorso al TAR Puglia perchè conceda la sospensiva alla gara d'appalto.

Commenti  

 
#47 1x3 2013-07-04 09:15
ancora confidate in legambiente? sveglia!
 
 
#46 ENOLA-GAY 2013-07-03 12:26
Ma legambiente non ha da dire niente????
 
 
#45 Alan 2013-07-02 21:47
Desidero dire la mia.
Desidero dire che credo nella buona fede del comitato, ma mi puzza l'intrusione a gamba tesa di personaggi come Santorsola. Autore della prima bozza dello scempio per poi dare addosso alla DiMedio per via della incombente campagna elettorale. Sono schifato da questa speculazione selvaggia:
- speculazione (edilizia) sul territorio della Murgia ove abitano i signori del cemento e della politica degli anni 80, 90 e 2000.
- speculazione (politica) sulla pelle dei cassanesi, imbrogliandoli con parole per confonderli sui fatti.

Se queste sono le premesse, io sono d'accordissimo con il commento #25 di Lillolillo. Se ne vadano tutti, liberino il campo dai loro meschini interesse, dalla loro volgare presenza, dalle cosche e dalle 'ndrine che inquinano il nostro territorio e che fanno danni quanto e più degli acquazzoni.
 
 
#44 Altruista 2013-07-02 21:21
x commenti #39 e 42 (monno p e Rarosel)

Ma quanti nuovi pseudonimi (ah, ah, ah) deve inventarsi la "cricca" Arganese per tirarsi la volata alle prossime amministrative?

Noi stiamo commentando l'ipotesi di un progetto di vitale importanza per la vita di Cassano mentre gli adepti (ma non sarà lui stesso che pubblica?) pensano a decantarne le lodi per ricoprire, addirittura, la carica di primo cittadino.

Il "re è nudo", si è astenuto nella votazione in consiglio comunale andando, di fatto, a "favorire" l'approvazione secondo i desiderata della Maggioranza Di Medio.

Riformulo la domanda per sciogliere il dubbio atroce che ancora mi assilla:
-se aveva capito appieno la 'portata' del progetto, e ne condivideva l'impostazione, perchè non ha votato A FAVORE?
-se, invece, aveva capito appieno la 'portata' del progetto, e NON ne condivideva l'impostazione, perchè non ha votato CONTRO?

Si è astenuto: che non abbia capito niente? Boh!?

Un vero cuor di leone che ci farebbe rimpiangere (udite, udite!) la leonessa Di Medio
 
 
#43 Divertito 2013-07-02 18:44
Sentite cosa scrive il "Teo" nazionale sul suo blog:"Sono trascorsi quasi quattro anni ma Di Medio & Co. sono sempre più arenati nelle sabbie mobili di un’opera strategica – nelle nobili intenzioni originarie – che ha subito rimaneggiamenti tanto da farla diventare pericolosa". Vi ricordate quando dicevano in merito ai rifiuti, che avrebbero fatto di Cassano la Merano del Sud? Adesso parla di "Lame". Una domanda: tutto tu capisci? Sappiamo che sei bravo a fare operazioni di pericolosissimi derivati, continua così, ci fidiamo di te! Continua a parlare....
 
 
#42 Rarosel 2013-07-02 16:43
Anche secondo me Arganese può essere degno di essere sindaco di cassano.....mi auguro solo che lui o persone come lui si mettano in gioco/politica e vincano.
 
 
#41 Redazione x confuso e felice 2013-07-01 22:47
E quale notizia sarebbe "scomparsa"?
 
 
#40 Confuso e felice 2013-07-01 15:10
Ma su questo sito le notizie appaiono e scompaiono a piacimento della redazione? O forse fate così per evitare il nubifragio di commenti che si sono abbattuti ??? Saluti
 
 
#39 monno p 2013-07-01 13:40
X altruista le sue sono solo allusioni derivanti dalla invidia e si capisce lontano migli. Non lo conosco ma credo che Arganese invece con la sua astensione sia più rispettoso della nostra intelligenza che tutti i politici e comitati messi insieme. L'opera deve farsi x mettere in sicurezza il nostro territorio e non rinunciare al finanziamento poi i proggettisti devono fare il loro lavoro. In questo paese si è buoni solo a criticare e nin fare nulla. A casa tutti e Arganese per me può essere la salvezza per noi cittadini.
 
 
#38 Raffaella 2013-07-01 11:59
Sig. Beppe Giustino ci illumini. Quali sono gli interessi privati?
 
 
#37 nonèlarai 2013-07-01 10:09
Se Tassielli e Company avevano tutte le conoscenze idriche, pluviali e idrologiche, fluviali di Cassano, perché non hanno partecipato alla gara per la progettazione?
 
 
#36 FALSA POLITICA 2013-07-01 09:05
Come al solito ci si schiera da una parte o dall'altra per appartenenza politca o per simpatia o ancor peggio per interessi.
Mi sorprende che ci sia ancora gente che si fida cosi' a cuor leggero della firma di questo o quel ente pubblico preposto
alle verifiche, che poi si scopre essere colluso con un sitema l'obbistico mafioso quando accadono le tragedie. E' inutile
stare qui ad elencare la miriade di opere pubbliche monumento allo spreco e all'inefficenza, oltre che allo scempio del
territorio, causa principale dell'abnorme debito pubblico. Chi e' quello sciagurato che per evitare l'allagamento del giardi-
no si fa costruire una vasca di accumulo dell'acqua piovana sul terrazzo di casa propria? Mi danno da pensare un manipolo di esperti, guarda caso all'opposizione dell'attuale maggioranza, il cui leader latita, che si accorge all'ultimo dello scempio che si stava compiendo e mi sorprende ancor di piu' l'atteggiamento accondiscendente ed ambiguo del sindaco. Mi viene il dubbio che il tutto sia frutto della solita regia occulta il cui unico interesse e' quello di continuare a mungere una vacca ormai esausta, con il bene placido dei poteri forti.
 
 
#35 Cassanese78 2013-06-30 16:45
Solo una domanda vorrei porvi, come mai non è stato fatto nessun comitato quando è stato approvato il nuovo PRG?
 
 
#34 giustino beppe 2013-06-30 16:03
Signor Massimo a me non interessa un sindaco che affronti la piazza (male a mio parere) a me serve come cittadino in questo momento un sindaco che affronti i seri problemi quotidiani (deliquenza, problemi sociali, lavoro ec.) e sia capace di progettare e pianificare le soluzioni e francamente in questi 4 anni mezzo non ho visto niente. Su questo le lame non c'entrano niente nel quale annoto solo interessi privati contro quelli pubblici. Nel 2014 per firtuna nostra avremo un nuovo sindaco senza tornare indietro pero a gentile e co.
 
 
#33 Altruista 2013-06-30 15:22
x Lillolillo

Condivido perfettamente il tuo commento al # 25. Non si può e non si deve aggiungere altro.

Una sola precisazione (anche per altri commenti precedenti): il PD, effettivamente, dorme a 4 cuscini (come si suol dire) ma Arganese gli occhi li tiene ben aperti quando si tratta di soldi: pur essendo all'opposizione si è semplicemente e spudoratamente "ASTENUTO".
Dei 2 l'uno: +++MODERATO+++
Propendo per TUTTI E DUE.
 
 
#32 lino f.ppo 2013-06-30 15:22
Pd cassanese narcolettico ??? Secondo invece fanno bene a non dire cavolate come gli altri Di Medio e Santorsola vedi. Una x inesperienza e l'altro x convenienza. Se questo è il paese il silenzio diventa d'oro. Grazie pd.
 
 
#31 umiltà 2013-06-30 14:54
l'incontro di venerdì è stato vergognoso solo il Sindaco ha dimostrato coraggio è stata capace di ascoltare tutte le parti. Il Comitato che si è costituito a sfavore del progetto perchè non ha presentato venerdì sera un alternativa progettuale valida si è limitato solo ad accusare l'Advenco di incapacità progettuale e loro oltre al Dr. Pellerano che ha messo sulla piazza di essere un docente universitario e l'altro Ingegnere che comptenze hanno nel loro interno? il Dr. Tassielli che competenze progettuali ha? quanti progetti ha firmato, quante volte si è messo in gioco come libero professionista visto che lavora in RAI? poi lo stesso Dr. Tassielli ha fatto riferimento al suo libro sull'idrologia del nostro paese, mi chiedo se i dati che ha raccoltro erano interessanti perchè non li ha pubblicati su una rivista scientifica? in questo modo il suo lavoro sarebbe stato esaminato da referee che avrebbero sancito la validità dei risultati ottenuti dal suo studo? mi chiedo gli Ingegneri dell'autorità di bacino sono tutti degli incompetenti? ripeto solo il Sindaco esce a testa alta dal confronto il resto come dice Toni servillo nel film la grande bellezza è solo bla bla bla
 
 
#30 rinaldoincampo 2013-06-30 14:48
Ma porca miseria,in questi tempi di crisi e di spread,presi per i fondelli dai tedeschi,dalla U.E. ecc...vediamo di acchiappare questi 4 milioni di euri, poi con qualche manfrina all'italiana aggiustiamo solo il canalone "trombato", cioè spendiamo solo un milione di euri ( ma forse anche meno ce ne vorrebbero) e con gli altri e tre ci facciamo prima una mangiata generale in tutte e due le piazze ( almeno una volta tanto mangiamo tutti)e la rimanenza la si restituisce come rimborso IMU prima casa. Meglio di così...alla faccia della Merkel e di Monti.
 
 
#29 Prof. Moisiello due 2013-06-30 14:43
Seconda parte -
Però per fortuna la soluzione, per chi deve decidere, c'è.
Non ricordiamo bene, ma forse esiste un articoletto proprio in quel codice che tanto Dimostra di Ricordare il progettista. Si, si. È proprio l'articolo. 132 del d.lgs 163 del. 2006 che alla lettera e) dice che la stazione appaltante può procedere ad una variante progettuale quando venga evidenziato un errore progettuale. Ma cosa ancor più bella dice anche che il progettista risponde delle sue cazzate e quindi l'amministrazione oltre a farsi ridare tutti i soldi indietro, se vi sono ulteriori Danni si fa pagare anche questi. Questo normalmente avviene ad appalto in corso. Ma qui siamo ancora più fortunati perché siamo prima Dell appalto. Insomma più fortunati di così.
In breve: non abbiamo bisogno di altri professori e ne di altri danni . Abbiamo bisogno solo che i problemi Vengano studiati per bene.
Si Consiglia a tutti La lettura del codice deontologico Dell ingegnere.
 
 
#28 Prof. Moisiello 2013-06-30 14:41
L'impressione che si ha, a seguire questa vicenda, è che nessuno o quasi, si legga sul serio le carte. È se poi qualcuno ci mette anche un timbro per esprimere il parere Dell'organo istituzionale che
rappresenta ...beh allora ė proprio certo che si dia tutto per scontato perché certamente sta tutto a posto. Capita però che a volte le " cazzate" che si scrivono sono grosse ed allora, come nel caso in questione, se si pretende che chi ha scritto queste cazzate, voglio anche troneggiare...allora no..no.non va proprio bene. Ma lasciamo le premesse e veniamo a noi
Quindi. Visto che i progettisti fanno tanto professori, e visto che i soldi per pagarli sono anche i nostri, ci permettiamo qualch breve riflessione. Giusto qualche cenno, sperando di essere abbastanza chiari e soprattuto di dare utile consiglio A chi deve , aimhe, decidere.
Dunque.
Un ingegnere mediamente preparato, e no siamo fra questi, che abbia solo studiato u po' il famoso progetto, si renderebbe cont di innumerevoli problemi irrisolti o addirittura creati. Ne riportiamo solo Alcun 1- esistono errori sul modello idraulico
( molto complesso nella sua elaborazione) in quanto falsato dai dati di ingresso dei bacini. Quindi sono sbagliate le portate e relative valutazioni sia ante che post intervento.
2-esistono errori sulla determinazione dell' altezza di pioggia. Basterebbe osservare, senza entrare nel merito degli Aspetti progettuali, Specialistici, che l'altezza di pioggia del 2005 è maggiore di quella assunta nel progetto. Questo, in sė non e un errore, ma se si deve parlare di Rischio idraulico e si trascura un evento Verificatos appena 8 anni fa. Insomma ingegneristicamente non si fa una bella figura. Forse qualche altro esame occorrev ( maledetta riforma della scuola!!)
3-non parliamo degli Aspetti paesaggistici. Un opzional. Ma è andata a bene a tutti gli enti. Vuol dire che allora va proprio tutto bene.
4- non esiste un solo straccio di disegno che chiarisca come tali opere si inseriscano nel contesto.
5-non si capisce quale sia l'effettiva portata del canale tombato e come funzioni nell'ambito della determinazione delle aree di Pericolosità ex post. Si dice tutto ed il contrario di tutto.
6-Gli impatti ambientali e paesaggistici. Un optional che però va bene a tutti gli enti.
È potremmo continuare.
- messaggio sdoppiato perché troppo lungo, continua dopo -
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI