Lunedì 19 Novembre 2018
   
Text Size

Warning: getimagesize(images/stories/incontro_lame_26_6_2013.jpg) [function.getimagesize]: failed to open stream: No such file or directory in /home/cassanoweb/public_html/plugins/content/contentoptimizer.php on line 189

Warning: filesize() [function.filesize]: stat failed for images/stories/incontro_lame_26_6_2013.jpg in /home/cassanoweb/public_html/plugins/content/contentoptimizer.php on line 196

Progetto "Lame": il Comitato spiega i motivi della protesta

incontro lame 26 6 2013

Due vasconi in cemento armato, con mura alte 7 metri che potranno contenere fino a 8 milioni di litri d’acqua e (considerato che potrebbero mischiarsi al terreno e diventare fango), sviluppare fino a 12milioni di chili posizionati sulla testa dei cassanesi.

Scenario da incubo, quello disegnato questa sera – nel corso del primo incontro pubblico in piazza Moro organizzato dal Comitato Cittadino “Lamafutura” – del Progetto “Lame”, l’opera che vorrebbe proteggere l’abitato dalle alluvioni, progettato dalla società nocese “Advenco”

Nella migliore delle ipotesi – hanno spiegato i tecnici sul palco: il geologo Marco Tassielli e gli ingegneri Mavellia e Pellerano – ci troveremo di fronte a enormi piscine vuote, che non si riempiranno mai, monumenti allo spreco di soldi pubblici, ennesimo stupro al paesaggio murgiano.

Uno scenario che “Lamafutura” vorrebbe rigettare per la sua inutilità, pericolosità e dannosità, sia per le abitazioni e per le persone che vivono nella zona che per tutta la cittadinanza. Ad ascoltare i tecnici, il portavoce del Comitato Paolo Racano e il giornalista del sito di informazione Cassanolive, Gianni Spina una piazza interessata a saperne di più su un progetto e sulle sue conseguenze: per Racano “è stato strategicamente voluto che la comunità non ne sapesse nulla” visto che pur dibattuto da anni, i particolari erano sfuggenti; scenario subito smentito dal leader di “Nuova Ideadomani”, Teodoro Santorsola (unico politico a prendere la parola): ha riferito che sin dal 2012, nel primo esposto, NID parlava di “inutilità delle vasche di cemento armato, sia come soluzione tecnica che come scempio del territorio”.

In Comune, dunque, in tanti  (maggioranza e opposizione) conoscevano il progetto, le devastanti soluzioni adottate ma hanno preferito scrivere lettere ed esposti o fare riunioni con i progettisti, piuttosto che chiamare a raccolta la cittadinanza e informarla con dovizia di particolari, per quel che riguardava i pro e i contro.

Salvo cavalcare la protesta – come oggi avviene – con chiari intendimenti politici ai quali non tutti i membri del Comitato sembrano sapersi sottrarre per far sì che emerga chiara che si vuol salvare Cassano da un assurdo progetto, non dare fiato ad una parte politica....

Cosa accadrà, adesso?

Nessuno vuol perdere e far perdere al paese quei 4 milioni di euro di fondi europei – hanno spiegato i componenti del Comitato – ma occorre che quei soldi vengano spesi bene, in funzione davvero della protezione dell’abitato ad esempio facendo manutenzione (dopo decenni dalla costruzione) del “Canalone” che in più parti (all’interno e all’esterno) mostra segni di cedimento. Più manutenzione dell’esistente, dunque, e soprattutto una revisione completa del progetto proposto dalla Advenco e approvato dall’Amministrazione Comunale.

Tutte proposte che il Comitato vorrebbe esporre nell’incontro di venerdì previsto in Comune, dinanzi ai tecnici-progettisti e che poi confluiranno in un esposto-denuncia alle autorità competenti e in un ricorso al TAR Puglia per cercare di sospendere prima e annullare dopo la gara d’appalto, in dirittura d’arrivo il prossimo 15 luglio.

All’incontro era stata invitata anche il sindaco Maria Pia Di Medio ma la sedia sul palco a lei riservata è rimasta vuota.

 

Scarica qui tutti i documenti del Progetto “Lame”

Per tenersi aggiornati sulle attività del Comitato: clicca qui

Per firmare la Petizione on-line: clicca qui

 

Commenti  

 
#31 io mi salvo 2013-07-02 11:44
Tanto abito in collina c... vostri
 
 
#30 X VAN 2013-06-30 20:37
Bisogna chiamare STRISCIA LA NOTIZIA O LE IENE NON è ACCETTABILE TUTTO QUESTO!!!!!!! AIUTATECIIIIIII
 
 
#29 X comm 24 e 25 2013-06-28 09:32
Concordo perfettamente. La nostra politica ambientale non può e deve essere ad intermittenza. Ho letto parole bellissime e alti ideali. Mi sono chiesto però dove fossero queste persone mentre si rilasciavano autorizzazioni ad edificare nelle lame deviando il "canalone" o con veri "ecomostri" in quella zona. Indubbiamente quelle concessioni erano rispettose delle leggi, ma erano etiche? In caso di alluvione potrebbero essere potenzialmente pericolose?
 
 
#28 X comm 25 e 26 2013-06-28 09:25
Mi spiego (comm. 22). Credo che non sia solo giusto, ma doveroso difendere i propri interessi. SONO CONTRARIO alla realizzazione di questa opera che ritengo dannosa e pericolosa. Detto questo però non è giusto contrabbandare interessi personali con neo-ambientalismi posticci. Sono contrario alle partigianerie che non portano da nessuna parte e speranzoso verso un dialogo costruttivo nell’interesse collettivo. Nei comunicati e nei commenti del comitato, nei toni usati, riscontro strumentalizzazioni poco distensive. La POLITICA, nel senso partitico, stia FUORI da questa vicenda. Non stiamo giocando al più forte, ma a garantire la migliore soluzione nell’interesse di tutte le parti in causa. Spero di aver chiarito.
 
 
#27 Ovvio 2013-06-28 08:19
per commento 26
si vede che fai fatica a capire o al non voler capire, nel tuo scritto non si comprende qual'è la domanda.
 
 
#26 chiccofritto 2013-06-27 22:20
commento n. 22 e 23 ..faccio fatica a seguirvi,e come me tanti altri...giocate a carte scoperte, ora dovete dire le cose come stanno..è chiaro che ognuno dirà la sua versione...ma se ci sono menti più illuminate accendete quelle famose lampadine...la storia dei palazzi sulla curva di via Santeramo ricordo che fu denunciata da una personalità dell'allora opposizione, dopo che l'ecomostro era stato già partorito, ...non vi dovete opporre a cose fatte ...ma prima...molto prima........
 
 
#25 nik 2013-06-27 19:47
caro commento 22... a me sembra più che normale DIFENDERE anche gli interessi privati. Siamo un paesello, non una metropoli. A metterci a cercare coincidenze ci vuole pochissimo.
A pensare in malafede quando c'è magari buonafede... altrettanto.

io ho solo una domanda: se si ripetesse l'identico alluvione di 8 anni fa e ci fossero i vasconi... cosa succederebbe?
la risposta è semplice: stesse dinamiche e stessi effetti. magari anche qualche morto in più.
 
 
#24 volavola 2013-06-27 17:34
A commento 22. Visto che Lei afferma di conoscere i retroscena che ai più sono oscuri ci delucidi in merito.Chi bisogna cliccare su Facebook per conoscere gli interessati?Un saluto.
 
 
#23 Ovvio 2013-06-27 15:13
x commento 22
Hai fatto centro, complimenti.
Non ci voleva molto a sgamarli, amministratori fatene buon uso di questa informazione (commento 22) e domani fatelo sapere alla gente di chi sono quei suoli e chi ha effettivamente interesse a bloccare l'opera, è una vergogna, altro che lamadomani, latafrnesc.
 
 
#22 x cittadino deluso 2013-06-27 08:18
Non solo. Tutti parlano di Via Santeramo e nessuno o quasi del secondo vascone.
Capisco che c'è un'attività commerciale, ma nel bilanciamento di interessi non so quanto prevalga l'ambientalismo rispetto al pur legittimo interesse privato.
Vai oltre. Scatteranno prescrizioni nell'edificabilità dell'area. Chiediti quindi di chi sono i suoli limitrofi, in quale comparto sono inseriti e chi sono i proprietari. Poi vai su Facebook nella lista di quanti aderiscono al comitato e scorri in ordine cronologico gli inviti. Ed è solo l'inizio.
 
 
#21 nik 2013-06-27 07:54
Caro cittadino deluso, si hai ragione.
Ma devo essere sincero, io condannerei tutti quelli che hanno lottizzato la collina di s. lucia ed hanno creato con cemento ed acqua le autostrade dell'acqua...
 
 
#20 mittel 2013-06-27 07:38
cassanese78: il progresso deve andare avanti? wow!Si attendono gentili delucidazioni sul concetto di progresso.
 
 
#19 cittadino deluso 2013-06-27 06:43
mi chiedo e vi chiedo: ma quale amministrazione ha autorizzato i lavori di costruzione del palazzo sulla curva della via di santeramo e sopratutto sul canalone proprio in prossimita' di dove ora si vuole costruire un vascone? puo' essere l'amministrazione gentile? boh non so! qualcuno lo sa?
 
 
#18 ernest 2013-06-26 22:53
Cassanese78 stai sparando castronerie a raffica.
Io ce la metto la firma e poi ti faccio vedere che faccio con 4 milioni di euro per proteggere il paese.
 
 
#17 Vito A. Smaldino 2013-06-26 22:17
La miseria di certi commenti spiega come ė stato possibile che i nostri amministratori siano arrivati fino a questo punto senza che la cittadinanza sia stata informata di quello che stava accadendo.
 
 
#16 progettoimpossibile 2013-06-26 21:53
Però non è che Cassano deve diventare il paese degli eco-mostri, a tutto lo scempio già fatto sulla murgia e in periferia verso Santeramo ( l'ultima genialata ), se poi ora gli aggiungiamo anche i vasconi, vuol dire che noi cittadini non contiamo un bel niente se anche stavolta gliela lasciamo passare.
Se malauguratamente dovesse accadere la strage degli innocenti, Cassano non se la dimenticheranno più le future generazioni d'Italia e magari potrebbe anche aumentare il turismo ( del tipo horror).
Blocchiamoli prima che sia troppo tardi e poi l'anno prossimo diamogli +++MODERATO+++
 
 
#15 Cassanese78 2013-06-26 20:23
Vorrei fare una piccola domanda ai proprietari delle abitazioni sostenitori del comitato, se una vasca in cemento sulla collina è un ecomostro, le vostre case come le definiamo??
 
 
#14 dissocupato cassanes 2013-06-26 19:12
ma questo comitato ste buen alla cas...e alla fine del mese....
 
 
#13 LOL 2013-06-26 16:21
immancabile il grillino di turno. già che ci sei aggiungi il tuo partito alla lista da te già stilata, non sfigurerete di certo, stessa pasta. aprite gli occhi dici? inizia anche tu a distaccarti da certi ambienti inutili, per essere cittadini liberi di riprendersi la propria città non ci vuole un simbolo o un partito. GENIO!
 
 
#12 Ovvio 2013-06-26 16:19
Richiesta di informazione:
Il concerto di luglio è gratis ma la birra è a pagamento, la sapete lunga? Siete furbiiiiii!!
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI