Sabato 17 Novembre 2018
   
Text Size

Progetto "Lame": pubblicato il Bando di Gara

municipio

Giunge a gara il Progetto “Lame”, importante opera pubblica – avviata con l’Amministrazione Gentile nell’ultimo anno di attività – ed ora in fase di appalto per la conseguente esecuzione.

Con i suoi quasi 3 milioni e mezzo di euro (a base d’asta) si tratta della più onerosa opera che il Comune di Cassano ha avviato nell’ultimo periodo, tutti fondi rivenienti dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale nell’ambito dell’intervento di Area Vasta “Metropoli Terra di Bari 2015” (peraltro unico progetto finanziato per il nostro Comune a fonte della quindicina, all’epoca, presentati).

L’appalto riguarda la realizzazione nel territorio di Cassano di un intervento per la realizzazione di un sistema di protezione idraulica dell’abitato della zona Nord-Ovest e comprende:

-           la costruzione di una vasca di accumulo n. 1 degli idrogrammi di piena dei reticoli Sud e Sud-Ovest;

-           l’occlusione parziale dell’imbocco del canale sotterraneo;

-           la costruzione di un canale di intercettazione delle acque di piena del reticolo Sud-Ovest;

-           la costruzione di una vasca di accumulo n. 2 dell’idro gramma di piena del reticolo Ovest;

-           l’ adeguamento dello sfioratore laterale del canale tombato e riprofilatura dell’alveo.

 

A disposizione per la società vincitrice dell’appalto ci saranno 320 giorni di tempo.

Il termine scadrà il prossimo 21 giugno.

 

Sulla contrastata approvazione del Progetto,  leggi anche:

Progetto LAME, nuovo scontro in Comune

Sul Progetto LAME scricchiola la maggioranza Di Medio



 

 


 

 

Commenti  

 
#6 angel 2013-05-28 16:25
per miguel
forse non si rende conto delle cavolate che sta dicendo. le ricordo che mercadante è stata piantata apposta per evitare le alluvioni ma visto quello che è successo nel 2004 e nel 2005 non è servito a molto, oppure proporrebbe di espropiare la case e i terreni ed estendere mercadante???? e poi i commenti le valanghe di commenti arrivano quando è il comune è ad uscire i soldi, in questo caso quella cifra è completamente finanziata dalla comunità europea, e sinceramente visto quello che è successo nelle alluvioni ci hanno messo anche troppo tempo ad arrivare quei soldi per quel progetto!
 
 
#5 cassanese dok 2013-05-25 07:32
Ho la sensazione che Miguel abbia colto nel segno e che questo tecnico presunto superpartes abbia le mani parecchio in pasta (anzi nel cemento) e sia molto interessato.
Condivido il boicottaggio. Basta violentare la murgia!
 
 
#4 Tecnico superpartes 2013-05-24 21:44
Ma mi faccia il piacere mi faccia...
Faccia il suo lavoro....intanto le correggo il soprannome in miguel il tuttologo...
Cerchi di valutare con attenzione le sue proposte e denunci se ritiene che sia giusto così...
Ci vogliono fatti non ARIA FRITTA...
Cordialmente
 
 
#3 Miguel 2013-05-24 14:24
Caro "tecnico", non so lei cosa abbia voluto leggere nelle mie parole ma io c'ero eccome nel 2005.
Oggi, come nel 2005, ci sono le "autostrade dell'acqua" (strade di cemento e asfalto) che scendono dalle murge.
Oggi, come nel 2005, ci sono centinaia di ville che hanno modificato sensibilmente tutte le murge privandoci della vegetazione necessaria per "trattenere" naturalmente le acque… Ma prima delle ville ci sono stati tantissimi incendi dolosi…
Oggi, come nel 2005, nella lama, dove è morta quella povera famiglia, ci sono coltivazioni e c'è sempre una cava.
Oggi per risolvere questi ENORMI problemi non si pensa a rimboscare le murge (e costerebbe davvero poco), non si pensa a trovare rimedi naturali alla canalizzazione delle acque, non si pensa a ripulire le lame da cemento e coltivazioni… NO. Il rimedio ai problemi del cemento è sempre il CEMENTO!
Se voi poteste lo mettereste ovunque… il cemento costa poco, a voi, e milioni di euro ai cittadini. Anche perché un'opera del genere avrebbe bisogno di manutenzione periodica…
Mi spiace. Ma quest'opera non s'ha da fare… anche perché, non serve a nulla. Anzi un'alluvione come quello del 2005 con quelle "dighe" aggraverebbe i danni.
Mettetelo già in agenda. Denuncia alla Procura della Repubblica e blocco dei lavori.
Giocate con i Lego, non con le vite ed i soldi degli altri.
 
 
#2 tecnico superpartes 2013-05-24 11:30
Ma lei signor miguel il chiacchierone c'era nel 2005 quando c'e stato l'alluvione???Puo darsi che abitando proprio nelle zone alte ove sono presenti i peggiori scempi l'acqua la guardava solo dall' alto quindi non le interessa...
 
 
#1 Miguel 2013-05-23 09:03
Una notizia su un bando di oltre 3 milioni di euro e nessun commento...
Fosse stato concesso un contributo di 100 euro ad un'associazione antipatica sarebbero fioccati commenti a tempo perso.
Lo SPESSORE dei cittadini di questo paese è millimetrico.
Qui si parla di un nuovo scempio sulle murge (perché di scempio si tratta altro che protezione idraulica), un'enorem flusso di denaro (che i nonni ricordano si attacca alle mani)… E nessuno commenta.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI