Comune, la Banca Popolare di Bari confermata come Tesoreria

logo bpb

Sarà nuovamente la Banca Popolare di Bari a gestire il servizio di Tesoreria del Comune di Cassano.

Al termine della Gara per assegnare tale servizio, alla quale ha partecipato solo l'istituto di credito barese,  lo stesso è stato assegnato al costo di 19.360 euro (iva incluso) per un anno.

Fino a qualche tempo fa, infatti, il servizio di Tesoreria era gratuito per gli Enti Locali: le banche, infatti, guadagnavano dal gestire in cassa il notevole flusso di denaro dell'Ente (emolumenti, incassi, stipendi, finanziamenti, ecc.).

Anzi: la vecchia convenzione che la Banca Popolare stipulò con l'Amministrazione Gentile prevedeva anche un "bonus" di 5mila euro che ogni anno la Banca devolveva al Comune per iniziative socio-culturali.

Poi le cose sono cambiate e con una serie di provvedimenti legislativi del Governo Nazionale fu deciso che la Tesoreria sarebbe diventata un servizio a pagamento tant'è che il primo Bando di gara del Comune di Cassano (che provò a richiedere il servizio gratuito) andò deserto. La nuova gara ha dato, infine, l'esito odierno che conferma quel che già avveniva da anni.