Giovedì 15 Novembre 2018
   
Text Size

Warning: getimagesize(images/stories/di_medio_brinao_con_bidoncini_differenziata.jpg) [function.getimagesize]: failed to open stream: No such file or directory in /home/cassanoweb/public_html/plugins/content/contentoptimizer.php on line 189

Warning: filesize() [function.filesize]: stat failed for images/stories/di_medio_brinao_con_bidoncini_differenziata.jpg in /home/cassanoweb/public_html/plugins/content/contentoptimizer.php on line 196

La rivoluzione del porta-a-porta comincia a prendere forma

di medio brinao con bidoncini differenziata

Passa per cinque bidoncini di diverso colore la rivoluzione della differenziazione dei rifiuti domestici nella nostra cittadina. Quelli che il Sindaco Maria Pia Di Medio e l’assessore all’Ambiente Carmelo Briano hanno mostrato ieri pomeriggio alla cittadinanza in una sala consiliare finalmente piena e interessata (a dimostrazione che laddove ci sono fatti concreti, i cittadini rispondono).

Cinque bidoncini che raccoglieranno carta, vetro, umido, plastica e indifferenziato per far sì che sempre meno rifiuti possano essere conferiti in discarica con un indubbio vantaggio per l’ambiente e per le economie delle famiglie.

Il progetto – a oltre 16 mesi di distanza dalla prima presentazione, nel novembre 2011 – è arrivato nelle fase cruciali: una ventina di giovani cassanesi (appartenenti a tre associazioni locali ma anche singolarmente selezionati) andranno per le case e per gli esercizi commerciali del paese consegnando l’intero kit (bidoncini, calendario della raccolta, istruzioni) e spiegando di persona come fare la raccolta differenziata, quali tecniche adottare, cosa fare se ci si dovesse trovare in difficoltà, chi chiamare in caso di bisogno.

Nulla è stato lasciato al caso – ha detto il sindaco alla stampa presentando la fase cruciale del progetto – ma è ovvio che la rivoluzione cammina sulle gambe dei cittadini che hanno una serie di strumenti per fare al meglio la differenziata”.

E’ la comunità cassanese, insomma, che deve muoversi nel suo complesso e come ribadito dall’assessore Briano che ha parlato di una “squadra” che deve vincere assieme o assieme fallirà: “a chi fa melina – ha detto Briano – a chi attende, potrà andare bene per una-due volte ma alla terza pagherà”.

Di solito, infatti, il sistema della raccolta porta-a-porta funziona con due leve: le sanzioni e gli incentivi. Quali sono quelli previsti qui a Cassano, abbiamo chiesto al sindaco?

Gli incentivi per i cittadini – ha risposto la Di Medio – sono per adesso il non aumentare la tassa sui rifiuti ovvero differenziare al massimo ed evitare il conferimento in discarica; questo potrebbe anche permetterci di aumentare i giorni di raccolta; ma nel prosieguo del progetto, quando si riuscirà davvero ad abbattere i costi, si potrà pensare a incentivi economici reali in bolletta secondo il principio che chi più differenzia meno paga”.

Le sanzioni, invece, saranno più sicure: ci sarà tolleranza per le prime volte ma se ripetutamente un utente sarà sorpreso a far male la differenziata, a non conferire nei giorni e orari giusti o peggio a scaricare sulle Murge l’immondizia prodotta in casa, scatteranno multe salate visto che sia le forze dell’ordine che gli operai della ditta e, infine, gli Ispettori Ambientali che nei prossimi mesi entreranno in servizio, vigileranno sulla correttezza dei conferimenti.

Chi, invece, vigilerà sull’ATI “Tradeco-Murgia Servizi Ecologici” (la ditta che gestirà l’intero sistema di raccolta sul territorio e che ha già assunto cinque nuove persone per far fronte agli impegni dell’appalto) sarà lo “Studio Clima” di Bari su incarico del Comune: gli esperti, cioè, vigileranno affinchè tutto il contratto venga rispettato alla lettera e "il Comune – ha promesso l’assessore Briano – pagherà solo se lo “Studio Clima” certificherà l’avvenuta attuazione del servizio….disservizi – ha aggiunto Briano – non ce ne dovranno essere e non potrà più accadere, come fino a qualche mese fa, col vecchio appalto, che la ditta non paghi gli operai e questi iniziano a scioperare perché una clausola del contratto prevede che in casi come questo il Comune pagherà direttamente gli operai, scomputando l’equivalente sulla fattura mensile dell’ATI”.

Molte sono state le domande dal pubblico e le spiegazioni date dagli esperti sono sembrate esaurienti ma ovviamente occorrerà testare sul campo il progetto: si comincia dal 13 maggio nel centro storico e la zona di via Acquaviva; poi toccherà (Via Convento, verso la Zona industriale) quindi la zona 3 (la restante parte del paese) per far sì che tecnicamente entro il 31 luglio il progetto sia a regime.

Diverso, invece, per stessa ammissione degli amministratori, il reale passaggio da quel che è ora alla differenziata concreta e valida: “non sarà facile – ha detto il sindaco – far comprendere alla casalinghe o a coloro che in casa ci stanno tutto il giorno e producono rifiuti, che si dovrà cambiare modo di selezionare e di buttar via: ma ce la faremo!”.

Commenti  

 
#37 xx 2013-05-20 10:38
mi hanno rubato la pattumella dell' organico...assurdo!
 
 
#36 gios 2013-05-19 22:30
SI HAI RAGIONE MI SEMBRA DI RITORNARE INDIETRO QUANDO PASSAV LA CARRIZZ .....
 
 
#35 gios 2013-05-19 22:27
i bidoni non si possono tenere in casa lo volete capire !!!!! questa cosa non è possibile
 
 
#34 Gvill27 2013-05-11 15:56
IN RISPOSTA AL PARAGRAFO 29 CHE IL SOTTOSCRITTO VA VIA LA MATTINA PRESTO AL LAVORO E TORNA LA SERA ,PERTANTO NON LEGGE I MANIFESTI AFFISSI ALLE STRADE CON LE COMUNICAZIONE.INVECE DI SPARLARE SAREBBE STATO PIU' OPPORTUNO IMBUCARE NELLA CASSETTA DELLE LETTERE UN INFORMATIVA IN MERITO. SONO ABITUATO A FARE I FATTI E NON A SPARLARE COME CERTE PERSONE
 
 
#33 Gvill27 2013-05-11 15:45
Il 13 maggio parte la raccolta differenziata.Vorrei conoscere la mente eccelsa di colui o colei che ha pensato il sistema,FANTASTICOOO.
Vorrei porre delle domande alla mente eccelsa.
I° come devono comportarsi quelle famiglie dove i coniugi lavorano tutti e due ,come fare ?

II° Dove tenere 6 bidoni se uno non ha balconi ?

III° Come fare con i bidoni sporchi di urine di cani randagi e gatti,chi li prende ? chi li lava ?

IV° Dov'è l'igiene di coloro che prenderanno i bidoni di tutta la gente ?

V° L'umido perche è ritirato solo 3 volte alla settimana e poi il venerdi dalle 12 alle 14. ?

VI° QUANTO CI COSTA A NOI QUESTA PENSATA DELLA MENTE ECCELSA ?

Grazie Mente eccelsa.
 
 
#32 volavola 2013-05-03 11:20
Ben venga la raccolta porta a porta ci saranno dei disagi all'inizio poi tutto andrà a posto,così come è successo con l'euro.Abbiamo avuto la fregatura e ci siamo adattati.Il lupo perde il pelo ma non il vizio,è vero che sorveglierà lo Studio Clima,però son convinto che alla fine tutto il riciclo sarà monnezza unica.Un saluto
 
 
#31 Segnalazione 2013-05-03 10:59
Vorrei segnalare quanto visto ieri mattina: un uomo versava direttamente l'olio dalla lattina di circa 5 litri nel distributore verde posto in Via Convento all'altezza Villa dei pini. Non sono riuscito a fermarlo per questione di parcheggio. Spero che questa segnalazione arrivi a chi di competenza per evitare casini quando lo si andrà a svuotare. Questo è solo l'inizio dei tanti disguidi del nuovo sistema. Spero che si abbia almeno un pò di rispetto per chi ci lavora!
 
 
#30 sconcertato 2013-05-02 18:36
Sono ambientalista e favorevole a riciclare i rifiuti ma le cose devono essere fatte bene e non in questo modo! Vuoi mettere al disagio col metodo classico dei bidoni differenziati per strada a questa porcheria che darà oltre a un disagio assurdo, un caos incredibile e tante discussioni e problematiche. Direte col metodo classico non si ottenevano risultati? ..bene allora si obbligavano a mo di sanzioni e aumento di tasse x tutto il paese o i vari quartieri meno virtuosi e vedi come correvano tutti a fare la differenziata
..ma in questa maniera sarà veramente fatta di malavoglia (visto il caos, il disagio e i risutati )persino da chi è favorevole e la praticava coi classici bidoni.
 
 
#29 PER GVILL27 2013-05-02 17:17
Ma ha letto:"una ventina di giovani cassanesi (appartenenti a tre associazioni locali ma anche singolarmente selezionati) andranno per le case e per gli esercizi commerciali del paese consegnando l’intero kit (bidoncini, calendario della raccolta, istruzioni) e spiegando di persona come fare la raccolta differenziata, quali tecniche adottare, cosa fare se ci si dovesse trovare in difficoltà, chi chiamare in caso di bisogno."
O Le piace tanto (S)PARLARE!!!!!!!!!!!!!!!
 
 
#28 Pierillo_123 2013-05-02 09:35
Differenziata porta a porta? Gente, è' il minimo che si possa e si debba fare! Se problemi ci saranno dovranno essere affrontati e risolti, ma indietro non si torna; anzi, la posta deve essere in seguito alzata, almeno come tendenza: Rifiuti Zero!
 
 
#27 ma x favore 2013-05-01 21:25
sforzarsi un po a capire e provare no?
tutti disfattisti.
 
 
#26 io 2013-05-01 17:08
facciamo questa santa raccolta?per me è si.per voi?se la facciamo l'ambiente cassanese sarà il + pulito è sopratutto sarà - puzzolente.Così salviamo noi cassanesi e Cassano delle Murge!!!!!
 
 
#25 io 2013-05-01 17:02
fare la raccolta differenziata è la cosa più facile!!!!!!!!!!!!!!!!!!!bisogna solo dividere la propia spazzatura!!!!!!!!!!!!!!
 
 
#24 sconcertato 2013-05-01 13:15
Senza parole! Senza parole!..questo dimostra anzi è la prova definitiva che chi sta la non conosce la gente, non conosce il paese e i suoi problemi e non ha un bricciolo di cervello. Ma che parte politica? Qui è solo questione di lo-gi-ca! Non è il sistema in se che funziona ma il sistema adattato ad un certo contesto; e il nostro non è compatibile! Dispetti, atti vandalici, manomissioni di bidoni, furti...quando tirerà il vento a 80 km/h strade o marciapiedi imbrattati dai rifiuti!...se non sarà il vento ci penseranno i cani radagi a capovolgerli! Quando piove sarà tutto un "umido",in estate in piena notte con le finistre aperte respireremo il fetore dei numerosi cassonetti sul marciapiede...sarà caos e un disastro su tutta la linea... E le sanzioni? Se ci saranno, sarrano ingiuste e di parte;.. e vedrai quanti ricorsi che ovviamente vinceranno visto che non si può mica rispondere di qualcosa lontano dal proprio controllo! Ma tutto questo è anche la provvidenza perchè con una cosa del genere non ci penserenno due volte i cittadini a mandare a casa chi ha ardito tutto questo come nel detto "dategli la corda e si impiccheranno da se" Vergogna! creare un sistema fallimentare di questo tipo per chissa cosa a nostro discapito!
 
 
#23 Gvill27 2013-05-01 08:54
Come al solito il caos.
da quando è stato eletto questo sindaco non ho mai visto niente di buono ,meglio il sindaco GEntile. Comunque come questo sindaco parte con la differenziata, ma qualcuno è a conoscenza di come si fa ?. Sindaco parte in quarta senza spiegazioni e nulla,cos'è ha bisogno d soldi il comune? che ora la povera gente non adeguatamente preparata prendera' multe.
Sindaco che maniera di comportarsi è questa.
dov'è va allocata la spazzatura ,nei bidoni vicino casa sua ??
Sindaco prima di procedere alla rinfusa spieghi ai cittadini , e non in 10 minuti come va fatta.
I bidoni dove vanno messi ?
Sul pianerottolo di casa,lei è fuori di senno,in un condominio dobbiamo avere i bidoni dell'umido e sentirci le puzze del noostro umido e degli altri.
Sindaco Chiarisca tutto prima di procedere. Una cosa sta facendo per la cittadinanza ma la sta facendo anche male.
Ma chi l'ha votato questo Sindaco ???
 
 
#22 Redazione x adm 2013-05-01 08:10
L'isola ecologica (meglio dire, in questo caso, "piattaforma di conferimento") è all'interno della azienda "Murgia Servizi Ecologici" (Via Calabria - Zona Industriale). Ogni giorno (per gli orari di apertura chiamare al 080.3072117) si può conferire qualunque tipo di rifiuto. Vi si può accedere con il proprio mezzo e scaricare - a seconda della tipologia - quello di cui ci si vuole liberare.
 
 
#21 Redazione x prodiff 2013-05-01 08:06
Nel corso dell'incontro è stato spiegato che i rifiuti ingombranti vengono prelevati direttamente a domicilio (cosa che peraltro avviene già adesso): basta chiamare il n.ro verde dell'azienda ( 800-401670) e concordate orario, luogo e data del ritiro. Il servizio è gratuito
 
 
#20 cittadino cassanese 2013-05-01 07:57
É una bella e difficile sfida e non sarà affatto facile, anzi... io consiglierei di mettere in moto anche il sistema degli incentivi! La maggior parte della gente fa qualcosa solo se vede un con guadagno. Magari si potevano destinare certe spese inutili a un sistema progressivo di incentivi
 
 
#19 adm 2013-05-01 07:20
scusate:un'info,please: è prevista la possibilità di conferimento senza vincoli di orario e giorni presso una sorta di isola ecologica?cioè, se per qualche motivo dovessi assentarmi per qualche giorno e dovessi saltare la possibilità di conferire ad es. l'umido o la plastica, come faccio?oppure, se dovessi avere ospiti con contestuale aumento di produzione di rifiuti (specie plastica ma anche ornanico) cosa faccio? aspetto i due-tre giorni di rito?secondo me un'isola ecologica x conferimenti "straordinari" ci deve essere!!!
 
 
#18 pro diff 2013-05-01 05:15
i rifiuti ingombranti:materassi,frigoriferi,televisori ecc dove si buttano ?
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI