Domenica 18 Novembre 2018
   
Text Size

Di Medio: "Abbiamo bisogno di un 25 aprile nella Politica"

di medio con fascia

In occasione della Festa di Liberazione che si celebra domani, 25 aprile, un messaggio del sindaco Maria Pia Di Medio, basato sulle vicende politiche odierne in Italia.

Il 25 aprile assume quest’anno un significato ed un contenuto senza precedenti al confronto di quel 25 aprile del 1945. Ci troviamo a vivere un momento storico estremamente critico e difficile per la nostra Repubblica. La rielezione, di pochi giorni fa, del Presidente Napolitano ha un significato drammatico: l’Italia, politicamente, segna il passo. Uno degli ultimi “ragazzi” combattenti della Resistenza è stato “costretto” a farsi di nuovo carico di liberare l’Italia dalle beghe, questa volta, di una Politica ormai senza più carattere, capacità di governare, senso dell’istituzione e del dovere nella tutela dei diritti costituzionali di tutti. Ma la Politica non è un’entità astratta a sé stante: è fatta di individui, ed è a questi individui, eletti dal popolo italiano come propri rappresentanti, che va chiesto di dar conto del proprio operato. Le lacrime di questo grande uomo di Stato sono, a mio parere, lacrime di tristezza e di disperazione che sgorgano al pensiero di quello che è stato, che si è subito, di quanto si è lottato, dell’impegno profuso per rendere l’Italia libera, democratica e repubblicana. Nella Sua Persona dobbiamo vedere i nostri padri, i nostri nonni e tutti coloro che hanno voluto la libertà e la democrazia e per questo hanno combattuto aspramente contro la dittatura che non permetteva nemmeno la libertà di parola, che negava il libero arbitrio, in cui tutti erano inquadrati, obbedienti ad un solo vendicativo leader.

Tutto questo non può essere dimenticato né sacrificato. Bisogna difendere la nostra libertà e la nostra democrazia, che trovano la loro realizzazione nelle istituzioni repubblicane.

Siamo tutti responsabili del futuro dell’Italia: da chi esprime la propria scelta con il voto a chi riceve il mandato di rappresentare. Tutti dobbiamo prendere coscienza che non si possono chiedere solo i diritti, bisogna anche compiere i propri doveri, fino in fondo, se si vuole vivere in pace e in condizioni economiche soddisfacenti. Chi ne ha avuto l’incarico deve fare le riforme che possano allineare l’Italia al nostro tempo, alle esigenze cambiate, alle innovazioni tecnologiche, ad una vita che scorre più veloce e che tende alla massima efficienza. Adesso, non domani. Il giardino d’Europa sta diventando una steppa. Gli italiani stanno affrontando una crisi peggiore del dopoguerra.

Abbiamo bisogno di un nuovo 25 aprile.

W l’Italia. W la democrazia. W la Repubblica.

 

Commenti  

 
#16 Zeus olimpo 2013-04-26 12:07
non era l'articolo giusto per iniziare la campagna elettorale ma visto che ci siamo: andatevene. Vi è necessità di cambiare seriamente le cose avevamo la speranza 4 anni fa. Ma cosi purtroppo non è stato. Chiedo ad Arganese di fare una bella lista di nuove persone e di ricandidarsi sono un insegnante di scuola elemantare ed a sua disposizione e lo contattero direttamente.
 
 
#15 pidiellino 2013-04-26 09:21
x il bolognese, è presto per la campagna elettorale non ti sgolare! è già scritto altri 5 anni di medio con tutto il pdl. e non c'è grillo che tenga!!!!
 
 
#14 il bolognese 2013-04-26 08:09
U bio ma come si permette a fare nomi di gente che lei non ha nemmeno lo 0, 1per cento. Magari avessimo avuto Teo e Arganese al posto di questa amministrazione. Voi fatevi la vostra lotta interna ed andatevene
 
 
#13 ebbè 2013-04-26 07:42
napolitano non ha mai partecipato alla resistenza ne è riconducibile in nessun modo ad essa...pensi,faceva parte di tutt'altro partito.
sindaco,questa è storia! torni tra i banchi
 
 
#12 Alex 2013-04-26 07:34
Parisienne, si nu carch a chiacchirrr. Iacht nu fatich.
 
 
#11 amen 2013-04-25 14:00
liberaci oh Signore da tutti i mali...
chi fa da se fa per tre...
meglio tardi che mai...

P.S. Brava!
 
 
#10 ops 2013-04-25 13:25
w anche tutti coloro che contribuiscono a non rendere i nostri partiti politici delle picole/grandi dittature nello Stato Democratico....vedi tutti gli abusi e sorprusi che si consumano senza colpo ferire , salvo quando la GdF va a scovare tutte le nefandezze che coloro che sono stati eletti per rappresentare il popolo, si sentono poi autorizzati a perpetrare senza alcuno scrupolo...la politica se si è ammalata del cancro dell'avidità, va curata con interventi chirurgici molto energici, che ahimè dovrebbero fare proprio coloro che rifiutano la cura adatta.Mi auguro una inversione della tendenza, ma sarà molto difficile trasferire le buone intenzioni iniziali ai fatti reali...se così non sarà può darsi che da tante piccole dittature ne potrà venir fuori una sola ...( cioè sarà uno solo a rubare e non in tanti e cominceremo tutto da capo).Il prossimo 25 Aprile faremo un consuntivo in merito all'attuale situazione.Cordiali saluti al sig. Sindaco.
 
 
#9 u bio 2013-04-25 12:32
X leparisienne ma vattene a casa tu Teo e quell'altro elemento di Arganese altro campione!!!!
 
 
#8 Outsider 2013-04-25 10:09
come abboccano i pesci...
 
 
#7 leparisienne 2013-04-25 10:06
x alex
Se mi firmassi, cadrebbe la Giunta. iapr l'ecchie
 
 
#6 leparisienne 2013-04-25 07:33
x pidiellino
non mi interessa che vince, ma avrai delle sorprese amare. e non dipendono da me.
 
 
#5 Marziella 2013-04-25 07:15
Mi dispiace solo della dottoressa ma in effetti questa amministrazione deve cambiare oppure non deve candidare il resto della truppa.
 
 
#4 Alex 2013-04-25 06:54
X Le parisienne, sono proprio quelli come te che faranno vincere di nuovo la Di Medio. Quelli che conoscono solo odio magari perché nella vita non contano nulla. Non siete nemmeno capaci a criticare con il vostro vero nome. Siete delle nullità. W Di Medio.
 
 
#3 Lillolillo 2013-04-24 20:57
Approvo con grande rispetto il messaggio del Sindaco. Nel corso di questi anni non sono mancati motivi di polemica, ma credo che il Sindaco questa volta stia ben interpretando lo spirito del 25 aprile che è quello di una nuova ripartenza. Mi spiace per i commenti n.#1 e n.#2 che si appassionano a snaturare sia il messaggio del Sindaco, sia il messaggio universale del 25 aprile e sia, ancor di più, la loro stessa dignità civica dal momento che trascinano il 25 aprile ad argomento di discorso da bar. Siate rispettosi, anche perchè il Sindaco richiamandosi ai valori della Resistenza ha messo l'accento sulla necessità della ricostruzione più attuale che mai.

Concludo anche io come il Sindaco:
W il 25 aprile, W la Democrazia, W la Repubblica, W L'ITALIA!
 
 
#2 pidiellino 2013-04-24 18:49
xcommento1 è presto per la campagna elettorale, così facendo, arriverai così stremato che perderai l'occasione di vincere, un consiglio non ti affannare, tanto vincerà di nuovo Di Medio per altri 5 anni con il PDL. by by
 
 
#1 leparisienne 2013-04-24 18:33
Se lo è detta da sola, lo ha capito...
Noi festeggeremo la liberazione di questa maggioranza al massimo il prossimo anno.
La maggioranza più indecente, scandalosa, inadatta, inefficace, inefficiente e sciatta della storia di Cassano.
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI