Venerdì 16 Novembre 2018
   
Text Size

"Bosco di Mesola", la Regione adotta il Piano di Gestione

bosco di mesola

E’ stato adottato dalla Giunta Regionale Pugliese il “Piano di Gestione” del bosco di “Mesola” di proprietà del Comune di Cassano ma ricadente anche nei territori di Acquaviva delle Fonti e Santeramo in Colle.

“Mesola” è una zona “SIC” ovvero un’area di importanza comunitaria per la presenza particolare di fauna e flora protette, in particolar modo gli uccelli selvatici che vi nidificano e trovano qui il loro “habitat”; inoltre fa parte della rete “Natura 2000” che nel lontano 1996 progettò di riunire in rete una serie di luoghi naturali da salvaguardare e preservare.

Sul bosco, dal luglio 2010, è in corso la realizzazione di un “parco avventura” a cura della società cassanese “Naturende”, alle battute finali.

Lo scopo del “Piano” è quello di evitare il degrado degli habitat naturali e proporre misure per regolamentare l’utilizzo e la conservazione di queste aree, integrando anche i Piani antincendio per le aree verdi come quella cassanese. E’ anche uno strumento che regolamenta la pianificazione del territorio e va dunque ad integrarsi con gli strumenti urbanistici dei comuni (i vecchi Piani regolatori che in molti comuni sono ancora in uso).

Ai sensi delle Direttive Europee, dunque, la Regione ha proceduto ad approntare il Piano di Gestione al quale i cittadini residenti nei territori citati (sia singolarmente che associati) possono accedere per proporre osservazioni, delucidazioni ed eventuali “aggiustamenti”. Il documento è depositato presso la Provincia di Bari e presso gli uffici dei Comuni interessati nei prossimi 40 giorni (a partire dalla pubblicazione sul Bollettino della Regione Puglia di quest’oggi) per le eventuali osservazioni.

Al termine delle eventuali osservazioni, le stesse saranno valutate e discusse dalla Regione e dai Comuni interessati e salvo ricorsi o altri ritardi, il “Piano” entrerà definitivamente in vigore.

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI