Giovedì 15 Novembre 2018
   
Text Size

Rifiuti, la Tradeco e il Comune firmano il contratto

municipio

Prima l’incertezza sulla data, poi una prima riunione in mattinata quindi, verso sera, la firma definitiva sul contratto da 11 milioni di euro tra l’Associazione Temporanea di Impresa “Tradeco-Murgia Servizi Ecologici” e Comune di Cassano.

E’ stato tormentato il cammino per porre un altro paletto del nuovo progetto rifiuti sul territorio cassanese ma alla fine la sigla c’è.

Mercoledì sera, 6 dicembre, presenti i vertici della Tradeco, di Murgia Servizi Ecologici e dell’Amministrazione Comunale con l’assessore all’ambiente Carmelo Briano, il contratto è stato firmato. Ma le difficoltà non sono mancate, fino all’ultimo. Da parte della Tradeco, infatti, si lamentava l’adesione del Comune di Cassano all’ARO, l’Ambito di Raccolta Ottimale di cui ogni amministrazione deve necessariamente far parte, come obbligo di legge. “State preparando una nuova gara – ha detto Columella agli amministratori cassanesi – e dunque perché mi fate spendere 1 milione di euro per l’acquisto di nuovi mezzi?”

In realtà la clausola che il Comune, in caso di una gara unica per tutto l’Aro, potrebbe decidere di disdire il contratto con il gestore, c’era anche nel Bando, quello a cui la Tradeco ha partecipato ed ha vinto; ma con la società altamurana non sono nuovi giochi del genere: basti pensare che nel 2004, con l’amministrazione Gentile, il giorno stesso della firma del contratto tra Comune e Columella, il patron di Altamura faceva partire un ricorso al Tar (poi vinto anche in Consiglio di Stato) contro il Comune di Cassano con l’accusa di clausole troppe vessatorie nei confronti della ditta appaltatrice!

L’assessore Briano, comunque, dopo una lunga, l’ennesima, trattativa è riuscito a far ragionare la Tradeco ed avvenire a più miti consigli spiegando che gli obblighi di legge e la bontà del progetto rifiuti – se correttamente portato avanti – non costituiranno un problema per il futuro. “Se il progetto funziona – ha spiegato l’assessore all’ambiente – non c’è motivo per cui ci dovrà essere una nuova gara a livello di Aro, sempre che si riesca a fare”. Molti Comuni del nostro bacino, infatti, sono ancora con regime di proroga per quel che riguarda appalti già scaduti, mentre altri non hanno alcuna intenzione di cambiare quel che oggi esiste data l’incertezza della legislazione vigente.

Cosa succederà, adesso? Quali sono i tempi per verificare effettivamente che qualcosa sta cambiando nella raccolta dei rifiuti, soprattutto per quel che riguarda la differenziata?

Briano lo spiegava in una intervista a questo giornale, qualche settimana fa: tra qualche giorno si procederà a stilare il Verbale ufficiale di consegna; il giorno dopo della consegna del Verbale, saranno già operativi alcuni aspetti del progetto come, ad esempio, le diverse modalità, rispetto, ad oggi, dello spazzamento delle strade sia meccanizzato che manuale.

L’ATI avrà poi 90 giorni di tempo per avviare fattivamente il progetto ovvero consegnare alle famiglie il kit di raccolta con le buste, le istruzioni e quant’altro. Ed entro 6 mesi, sempre dalla sottoscrizione del Contratto, per portare a regime tutto il progetto.

Commenti  

 
#6 volavola 2012-12-12 16:56
Falsa politica mi avvalgo del commento n.5 per risponderti,aggiungo che per averle era più sbrigativo andarle a comprare.Un saluto.
 
 
#5 inquisitore 2012-12-12 08:42
Sensibilità una beata mi***ia!
MILLE compostiere per 6000 nuclei familiari?
MILLE compostiere enormi (un metro quadro) come se tutti a Cassano abbiamo un giardino adeguato dove poterle allocare?
Questo si chiama SPRECO!
Questo si chiama mancanza di programmazione, dunque INCOMPETENZA!
E comunque centinaia di compostiere BUTTATE dietro una scuola elementare sono una vergogna!
 
 
#4 FALSA POLITICA 2012-12-11 21:35
No, caro inquisitore, le compostiere abbandonate dietro la scuola sono l'emblema della scarsa sensibilita' verso la questione rifiuti. Siamo pronti tutti ad accusare e puntare il dito senza mai chiederci cosa facciamo per migliorare la situazione.
 
 
#3 inquisitore 2012-12-10 17:02
fate una bella foto alle compostiere BUTTATE dietro la scuola elementare.
Ennesimo emblema degli SPRECHI
 
 
#2 cassanese medio 2012-12-10 15:03
..era ora.
 
 
#1 W Italia 2012-12-10 13:35
ma io penso che qui ci stanno prendendo in giro alla grande
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI