Venerdì 16 Novembre 2018
   
Text Size

Oggi giornata di "passione" a scuola tra scioperi e proteste

liceo scientifico picnik

Sarà una giornata di "passione" quella di oggi per la scuola cassanese. Nuovi venti di lotta, infatti, soffiano sull'Istituto Superiore "Leonardo" di Cassano, che riunisce il Liceo Scientifico e il Liceo Classico. Che si associano allo sciopero generale del Pubblico Impiego indetto - sempre per domani - dalla Cgil, che interesserà anche gli insegnanti del "Comprensivo Perotti-Miani".

Per quel che riguarda il Liceo, dopo il dissenso manifestato dai Docenti nel corso dell'ultima assemblea dei genitori, in occasione del rinnovo degli Organi Collegiali (leggi l'articolo), non si smorza la protesta nei confronti delle norme contenute nel Disegno di "Legge di Stabilità", promosso dal Governo Monti, in discussione in questi giorni nelle Commissioni Consiliari del Parlamento. Com'è noto, esso prevede l'allungamento da 18 a 24 ore settimanali di lezione per i Docenti, in spregio al Contratto di Lavoro e senza alcuna retribuzione aggiuntiva; ciò che provocherebbe la fuoriuscita dalla scuola di migliaia di docenti "precari" nonchè un abbassamento della qualità dell'insegnamento, visto che più docenti dovrebbero seguire molte più classi.

Così come sta avvenendo in tutta Italia, anche il "Leonardo" - oltre alle misure di protesta già attivate dai Docenti e descritte nel Documento del 30 ottobre scorso - ha predisposto iniziative per sollecitare l'opinone pubblica: mercoledì 14 novembre sia gli insegnanti che il personale si asterranno dal lavoro per tutta la giornata con chiare ripercussioni sulle lezioni e sulle attività didattiche.

Lo sciopero è stato indetto da quasi tutte le sigle sindacali (COBAS – CUB/SCUOLA – UNICOBAS – CGIL – USI AIT – NIDIL/CGIL – USI - SIS) e dunque è prevedibile una adesione quasi totale dei Docenti che paralizzerà la scuola. L'iniziativa, però, non riguarda gli alunni che dovranno comunque essere presenti a scuola - che sarà aperta in quanto la chiusura sarebbe interruzione di pubblico servizio - e la cui eventuale assenza dovrà poi essere giustificata.

Per quel che riguarda gli insegnanti della primaria, delle elementari e della scuola Media, occorrerà verificare caso per caso, domattina, nelle singole aule: vi sono, infatti, insegnanti che hanno già dichiarato di aderire allo sciopero e altri che decideranno solo domattina così come per il personale non docente.

Occorrerà, dunque, che i genitori accompagni i figli a scuola, almeno i più piccoli, per accertarsi della presenza o meno degli insegnanti.

Commenti  

 
#2 Lettore 2012-11-13 17:19
Scusate, ma l'orario è stato riportato (INGIUSTAMENTE!) a 18 ore!!!
Che scioperate a fare?!?!

http://www.ilmessaggero.it/primopiano/scuolaeuniversita/scuola_legge_stabilita_orario_prof_profumo/notizie/231134.shtml
 
 
#1 brunetta 2012-11-11 11:49
chi ne paga le conseguenze sono gli alunni!
per la dirigente fate lavorare quaranta ore alla settimana i prof.che se ne fregano
e come lei ben sa al liceo sono parecchi!!!!
e se anche lei sta al gioco (andate ha zappare la terra )
 

Aggiungi commento

rispettando il regolamento http://regolamento.lavocedelpaese.it/

ULTIMI COMMENTI